venerdí, 30 settembre 2022


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

techno293    iqfoil    52 super series    barcolana    team    press    marina militare    turismo    enit    j24    sport    salone nautico di genova    meteor    windsurf    kite   

GIANCARLO PEDOTE

Giancarlo Pedote e il "contagio" da Vendée Globe

giancarlo pedote il quot contagio quot da vend 233 globe
Roberto Imbastaro

Una storia che lega Italia e Francia, passo dopo passo. Una storia di ispirazione, motivazione e amicizia che nasce dal Vendée Globe, il giro del mondo senza assistenza e senza scalo cui ha partecipato tra il 2020 e il 2021 Giancarlo PEDOTE, skipper di Prysmian Group, terminando in ottava posizione.
 

La storia di un'amicizia


Giancarlo conosce Jean-Yves e Marie-Christine Carriou, pensionati di 68 e 70 anni, nel gruppo di triatleti di Larmor-Plage con cui si allena da alcuni anni per potenziare la sua preparazione fisica. 

Appassionati di sport e viaggi che realizzano spesso a piedi, spinti dalla simpatia che si è instaurata, Jean-Yves e Marie-Christine iniziano subito a tifare colui che amano chiamare il “beau italien”, Giancarlo Pedote, navigatore oceanico fiorentino che per seguire la sua vocazione alla vela oceanica, nel 2009 si è trasferito in Bretagna con la sua famiglia.

Prima della partenza del Vendée Globe, avvenuta l'8 novembre 2020, Jean-Yves e Marie-Christine fanno una promessa a Giancarlo: se completerà il suo giro del mondo a vela in solitario, si cimenteranno anche loro in una sfida personale, in suo onore. 
 

La promessa, il simbolo


Nasce così il loro progetto di un viaggio a piedi dalla città di Larmor Plage, in Bretagna, a Firenze la città natale di Giancarlo. Alla prova atletica aggiungono anche una forte connotazione simbolica: creare un legame tra le due città, tra i due Paesi, mescolandone le acque.

Prima di partire, Jean-Yves e Marie-Christine raccolgono dell’acqua dell’Oceano Atlantico, raccolta vicino all’IMOCA Prysmian Group di Giancarlo, ormeggiato al porto de La Base di Lorient.
Lo scopo è quello di portarla fino all’Arno e mescolare le acque dell'Oceano a quelle del fiume per suggellare una perpetua alleanza e un’unione di cuore. 

Il progetto è poi quello di raccogliere dell'acqua dell'Arno per versarla, al loro rientro, a lato della barca di Giancarlo. Un gesto molto importante per Pedote, carico di simbologia per qualcuno che è legato alla città nella quale è nato ma anche al luogo in cui vive adesso, in cui sono nati i suoi figli.

Il legame con Firenze si era stretto ancor più il 16 novembre, quando Dario Nardella, il sindaco, aveva omaggiato Giancarlo del Giglio d’Oro, una spilla in oro prodotta da artigiani fiorentini che rappresenta il fiore simbolo della città di Firenze e si rinnova con questa storia.
 

Il viaggio di Jean-Yves e Marie-Christine Carriou.


Partiti il 04 agosto dalla Bretagna, oggi i coniugi Carriou, dopo 1711 km percorsi a piedi e due mesi precisi di viaggio, arrivano a Firenze mantenendo la loro promessa. 

L’emozione del Vendée Globe di Giancarlo ha creato un circolo virtuoso che ha generato altre sfide, altre avventure, emozioni da condividere per aiutare ciascuno a trovare una motivazione al superamento delle prove e difficoltà quotidiane.  
 
Grazie Jean-Yves e Marie-Christine: mi avete fatto vivere qualcosa di straordinario facendomi seguire quotidianamente la vostra avventura.  
Queste avventure riempiono il senso della vita ed è qualcosa di cui abbiamo bisogno, io e noi tutti, ogni giorno per affrontare tutte le piccole sfide della nostra quotidianità. 
 
Avete fatto un'avventura bellissima, un qualcosa di veramente simbolico, legato alla nostra amicizia, che custodirò sempre nel mio cuore come qualcosa di molto prezioso. Mescolare le acque dell’oceano dove vivo ora e quelle del fiume l’Arno della mia città natale è un grande dono. 
 Grazie con tutto il mio cuore!”, ha commentato Giancarlo Pedote, toccato nel profondo da questa grande dimostrazione di stima e vera amicizia.


04/10/2021 17:23:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Ad Anemos la Line Honours della Trieste/S. Giovanni in Pelago/Trieste

Take Five Jr e Mecube i vincitori ORC della Settimana Velica Internazionale. Anemos firma la Line Honours della Trieste/S. Giovanni in Pelago

L'Amerigo Vespucci saluta "Liberi nel Vento"

Nave Amerigo Vespucci farà un passaggio rappresentativo per salutare Liberi nel Vento e la Città di Porto San Giorgio

Salone Nautico: presentati gli eventi patrocinati da Confindustria Nautica

Si è svolta oggi presso la Sala stampa del 62°Salone Nautico Internazionale di Genova la presentazione degli eventi patrocinati da Confindustria Nautica

Mondiale Melges: Brontolo (20) e Pippa (32) i leader prima dell'ultima giornata

Solo una prova separa i leader delle rispettive flotte Melges 20 e Melges 32 dal titolo di Campione del Mondo ma i verdetti sono ancora tutti da scrivere con una sola prova ancora da disputare domani

Le vele d’epoca tornano in Versilia per il XVII Raduno Vele Storiche Viareggio

Sono oltre 40 le imbarcazioni d’epoca e storiche già iscritte al XVII Raduno Vele Storiche Viareggio, organizzato dal 13 al 16 ottobre 2022 dall’omonima associazione e dal Club Nautico Versilia

Puntaldia, Mondiale Melges: i campioni sono Brontolo (20) e Pippa (32)

Il norvegese Lasse Petterson con Gabriele Benussi alla tattica nella classe Melges 32 e l’italiano Brontolo di Filippo Pacinotti (affiancato dallo statunitense Taylor Canfield) nella classe Melges 20 sono i nuovi Campioni del Mondo 2022

Anywave Safilens, tutti gli appuntamenti autunnali

Anywave Safilens del Sistiana Sailing Team torna in acqua dopo un importante refitting, pronto per una stagione autunnale più che mai fitta di impegni e appuntamenti

Salone Genova: premiazione del Design Innovation Award

Si è svolta ieri sera, nell’ambito del Gala Dinner del 62°Salone Nautico Internazionale di Genova, la premiazione del Design Innovation Award, il premio istituito da Confindustria Nautica e I Saloni Nautici per sostenere l’eccellenza della nautica

Torbole, iQFoil: ritornano i cinesi

Vento forte anche nel secondo giorno: mantiene la testa della classifica maschile l’italiano Benedetti. Tra le donne sorpasso della ceka Svikova. I cinesi hanno scelto il lago di Garda per riprendere le competizioni internazionali dopo la pandemia

Genova nel mondo con The Ocean Race in attesa del "Grand Finale"

The Ocean Race, il giro del mondo a vela in equipaggio, partirà il 15 gennaio da Alicante e arriverà per la prima volta nella storia nel Mediterraneo, in Italia, a Genova. Grazie al “The Grand Finale”, il capoluogo ligure sarà capitale mondiale della vela

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci