venerdí, 22 giugno 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

tp52    regate    altura    volvo ocean race    ucina    gc32    cnrt    vela    j24    melges 20    vela olimpica    laser 4.7    manifestazioni    azzurra   

ALINGHI

Extreme Sailing Series 2017: Alinghi si prepara all'Act 2

extreme sailing series 2017 alinghi si prepara all act
redazione

Mancano esattamente due giorni alla partenza dell' Act 2 delle Extreme Sailing Series 2017, che si terrà nelle acque della Cina a partire da venerdì 28 aprile fino a lunedì 1 Maggio. Per il settimo anno consecutivo, Qindao, che ha già ospitato l’edizione dei Giochi Olimpici del 2008, accoglierà le imbarcazioni del circuito ESS. Qingdao è una località che il tattico di Alinghi ricorda con particolare piacere: infatti, proprio qui ai Giochi Olimpici del 2008 Nicolas Charbonnier ha vinto la medaglia di bronzo nella classe 470.

Yves Detrey, prodiere di Alinghi, da voce a tutti coloro i quali hanno già regatato nelle acque della baia di Fushan: “Qui può veramente accadere di tutto – spiega Detrey – la presenza dei grattacieli che fanno da cornice alla baia determina correnti d’aria variabili, la parola d’ordine deve essere capacità di adattamento. Durante le regate in mare aperto (fuori della baia), dobbiamo fare i conti con la corrente, mentre nelle regate stile stadio, che si disputano molto vicino alla costa e al pubblico, l’acqua è in ogni caso molto mossa sia con vento debole che forte. La vittoria nella scorsa edizione conferma che qui siamo in grado di adattarci e gestire la variabilità delle condizioni. Questa settimana il nostro scopo è vincere! Dopo il secondo posto di un mese fa in Oman sappiamo di poter  fare meglio e vogliamo prendere il comando nella classifica generale dopo questa tappa.”

Adattarsi all’acqua, ma non solo …

Yves Detrey: “Due fattori hanno complicato la nostra preparazione per questa regata. Il primo, di carattere logistico/organizzativo, in realtà non ha coinvolto soltanto noi ma tutti i team.

I container che trasportavano le imbarcazioni e le attrezzature, infatti, sono arrivati con due giorni di ritardo, lasciandoci meno tempo del solito per terminare l’assemblaggio e mettere in acqua il GC32 e il gommone appoggio. Ma, come ho già detto,  il problema ha coinvolto tutti gli equipaggi. Noi avevamo poco lavoro da fare sulla nostra barca, quindi ce la possiamo fare sicuramente.

Il secondo fattore ha causato un po’ di dolore, soprattutto a Nils. Il nostro indiscusso trimmer che sfortunatamente a metà aprile ha subito una frattura al piede. In sostituzione abbiamo portato con noi il giovane Bryan Mettaraux, talentuoso e già esperto.

Questa sostituzione non avrà un impatto in termini di prestazioni individuali ,ma dobbiamo concentrarci su come lavora il team e il modo in cui comunichiamo, che è d’importanza fondamentale. Quindi faremo una doppia seduta di allenamento in modo da essere sicuri di conoscere i nostri ruoli. Fortunatamente Bryan ha già maturato un' esperienza specifica come trimmer su Realteam, che ha già gareggiato nel GC32 Racing Tour. Con lui ci siamo incontrati la scorsa settimana in Svizzera per mettere a punto i rispettivi ruoli.”

Si può dire che Bryan Mettaraux sia praticamente nato in barca. Dopo tre anni sugli Optimist e tre anni sui 420, nel 2008 è arrivato a Ginevra al Centre d’Entrainment a la Regate per partecipare al Tour de France of Sailing e al circuito Decision 35. Nei successivi tre anni ha regatato con il Team Realstone (D35 e GC32). Ora a 27 anni partecipa al GC32 tour con il Realteam, allenandosi inoltre per le regate D35. Bryan in inverno lavora nel cantiere navale di Philippe Durr a Versoix in Svizzera. Senza dubbio la sua esperienza e le sue caratteristiche fisiche (1,95 di altezza) saranno molto utili per il team.

 “Non vedo l’ora di regatare con Alinghi - ha dichiarato Bryan Mettaraux  - ho già regatato in barca con Arnaud e conosco il mio ruolo, quindi non sento una particolare pressione. Dovrò essere in grado di adattarmi alle caratteristiche della baia di Fushan ottimizzando l’unico giorno di allenamento a disposizione cioè giovedì.”

Le regate avranno inizio venerdì 28 aprile alle 2.00 pm ora locale, il programma del giorno prevede dieci prove.

In breve:

Cosa: secondo Act delle Extreme Sailing Series a Qingdao, Mazarin Cup, Extreme Sailing Series 2017 che comprendono otto eventi in otto diverse località in tre continenti.

Chi: 7 team internazionali, ognuno composto da 5 membri.

Dove: Qingdao, Cina (costa est, tra Pechino e Shangai).

Quando: 28 aprile - 1 maggio

Come: i team regateranno a bordo dei veloci catamarani GC32 (lunghi 32 piedi) di fronte al pubblico in regate brevi e veloci

 

Per seguire l’azione

 

Online: collegandosi ai siti  www.alinghi.com e www.extremesailingseries.com

         regate in 3D da sabato 29 aprile a lunedi 1 maggio

         regate live da sabato 30 a lunedì 1 maggio dalle ore 2.00 pm locali fino alla fine della regata

         repliche disponibili al termine delle regate

 

Twitter @alinghiteam

         aggiornamenti dopo ogni regata

 

Su Facebook @teamalinghi e su Instagram @alinghi

         Interviste, video foto di tutta la regata

        

L'equipaggio di Alinghi

Prodiere: Ives Detray (SUI)

Trimmer: Bryan Mettraux (SUI) che sostituisce Nils Frei infortunato

Regolatore dei foil: Timothé Lapauw (FRA)

Tattico/randista: Nicolas Charbonnier (FRA)

Timoniere/co-skipper: Arnaud Psarofaghis (SUI)

Tecnici: Joao Cabecadas (POR), David Nikles (SUI)

Allenatore e direttore del team: Pierre-Yves Jorand (SUI)

 


26/04/2017 21:19:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Tutti i vincitori della Giraglia 2018

La regata si è dunque chiusa questa mattina con il tempo limite delle 11 del mattino e la premiazione nel villaggio allestito per i regatanti nei piazzali della sede dello Yacht Club Italiano

Panerai Classic Yacht Challenge: vincono Bertelli su Linnet e Ferruzzi con Il Moro di Venezia I

Vittoria per Patrizio Bertelli su ‘Linnet' nella categoria Vintage e di Massimiliano Ferruzzi con 'Il Moro di Venezia I' nei Classic

Volvo Ocean Race: Team Brunel vince a Göteborg

Team Brunel, guidato dallo skipper olandese Bouwe Bekking e con il velista italiano Alberto Bolzan, si è aggiudicato la decima tappa della Volvo Ocean Race in un finale ad alta tensione battendo gli spagnoli di MAPFRE

Mini 6.50, Boggi Beccaria vince il MAP

Ambrogio Beccaria vince il Trofeo Marie-AgnèsPéron” (MAP) nella categoria Serie a bordo di “Sponsor wanted”.

Joshua e Suhaili, ecco la Storia della Vela

Eccole, affiancate dopo 50 anni a Les Sables d'Olone, JOSHUA, la barca di Bernard Moitessier, e SUHAILI di Sir Robin Knox-Johnston

Prosecco Doc - Cooking Cup: vince Keep Cool

Francesco Dal Bon e Davide Cori vincono per il terzo anno consecutivo con a bordo il cuoco professionista Alessando Ramel

Giraglia: al Maxi 72 Momo il Trofeo Challenge Rolex, il ClubSwan 50 Skorpios, primo in ORC

Con un tempo compensato di 24h21m44s, il velocissimo maxi 72 si aggiudica il suo secondo risultato importante alla Rolex Giraglia. In Classe ORC, vittoria per il ClubSwan 50 Skorpios

Volvo Ocean Race: Vestas vince la Gothenburg In-Port Race, MAPFRE le Series

Spettacolare regata costiera nelle acque di Göteborg, piena di azione e di cambi al vertice. La vittoria va a Vestas 11th Racing ma con il terzo posto di oggi gli spagnoli di MAPFRE si sono matematicamente aggiudicati le In-Port Series

Un'estate di grandi eventi per il Circolo Vela Gargnano

Tante regate prima di Gorla & Centomiglia, anticipate dal Circuito Internazionale del Catamarano M 32. Il 22 settembre la Childrenwindcup. Si parte a fine giugno con il trofeo Danesi, a metà luglio il Trofeo Alpe del Garda alla base di Campione Univela

La Serenissima celebra la tradizione con il VI Trofeo Principato di Monaco - Vele d'Epoca in Laguna

Per il quarto anno il Trofeo, seconda tappa della “Coppa A.I.V.E. dell’Adriatico” 2018, si rivolge alle imbarcazioni classiche ed è organizzato dallo Yacht Club Venezia

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci