venerdí, 23 agosto 2019


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

29er    optimist    windsurf    regate    m32    press    vela olimpica    circoli velici    attualità    match race    laser   

CINO RICCI

A Cino Ricci il Premio Marincovich per la saggistica

cino ricci il premio marincovich per la saggistica
redazione

“Odiavo i velisti” (Longanesi), l’autobiografia scritta da Cino Ricci con il giornalista de La Stampa Fabio Pozzo ha vinto il Premio Marincovich 2015 per la sezione Saggistica. 

L’assegnazione dei riconoscimenti, intitolati alla memoria del giornalista di Repubblica Carlo Marincovich, firma della F1 e della grande vela, scomparso nel 2008, si è tenuta al Circolo ufficiali della marina a Roma, con la regia della moglie di Carlo, Patrizia Marincovich. Ai vincitori una serie di importanti cimeli, che hanno fatto la storia della vela. 

GLI ALTRI PREMIATI 

Il riconoscimento speciale alla solidarietà e al rispetto del mare è andato al libro-inchiesta “Come è profondo il mare”, dal titolo di una delle canzoni di Lucio Dalla più dense di significato, scritto di Nicolò Carnimeo, docente universitario e giornalista di Bari. Giovanni Panella ha vinto nella sezione Storia del mare, con l’articolo “Memorie del porto”, un racconto sulla Genova che non c’è più (Nautica). Giacomo Giulietti si è aggiudicato la sezione Navigazione, con l’articolo “13 grandi velisti scomparsi in mare”, storie di uomini che al mare hanno dato la vita e che vale la pena ricordare (Sailing & travel magazine).  

Nella sezione Narrativa, il premio è stato assegnato ad Attilio Albeggiani, figlio di Sergio Albeggiani, autore de «Le isole lontane» (edito da Mursia), Infine, Brando Quilici si è classificato primo nella sezione Cultura del mare Junior, con il volume “Il mio amico Nanuk” (Sperling e Kupfer).  

Sono stati inoltre premiati, come secondi classificati nella sezione narrativa, Paolo Ganz, con “Taccuino dell’Adriatico”, edito da il Mare di carta di Venezia; Roberto Soldatini, con “La musica del mare” (Nutrimenti); Franco Masiero, con “Adriatico per sempre”, edito da il Mare di carta di Venezia; Francesco Durante, con “Oh, capitano!” (Marsilio).  

Nella 6/a edizione del premio, i libri che la giuria ha analizzato erano 19: nove per la saggistica, sette per la narrativa, tre per la sezione Junior. Dodici, invece, gli articoli iscritti alla sezione `Storia e navigazione´, solo due hanno però raggiunto il punteggio valido.


24/04/2015 09:37:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Il Presidente Sergio Mattarella a Caprera

Il presidente del CVC Paolo Bordogna, ha omaggiato il Presidente Mattarella con il crest che riporta il simbolo “CVC”, con le bandiere del codice internazionale

In 230 al Porto Turistico di Roma per quattro giorni regate dell'Italia Cup Laser

Sebastiano Majer e Sofia Paradisi vincono il titolo italiano nei Laser 4.7 over 16. Andrea Crisi è campione italiano Laser Radial over 19

Vela Olimpica, Enoshima: da domani si regata

Tutto pronto ad Enoshima per Ready Steady Tokyo, il test event ufficiale dei Giochi Olimpici 2020 di Tokyo

Match Race: poco vento al Mondiale giovanile di Ekaterinburg

Oggi ultimo giorno di match race con la cerimonia di premiazione prevista per le 17 ora locale

Windsurf, Mondiale classe Kona: poker di giornata dell’olandese Tak Huig-Jan

Giornata tersa, vento da sud arrivato regolare dopo una nottata e una mattinata di vento da nord bello teso e altre quattro regate valide per i Campionati del Mondo Classe Kona

Tokio 2020: ad Enoshima buon inizio per gli Azzurri

Sono iniziate ieri in Giappone, nella futura sede olimpica per la vela di Enoshima, le regate del Test Event Ready Steady Tokyo

Enoshima: bene Mattia Camboni e Tita/Banti

Al test event di Enoshima Mattia Camboni sale al terzo posto negli RS:X mentre nel Nacra 17 la coppia Tita/Banti mandiene la leadership

Enoshima: Oro per Tita/Banti, Argento per Mattia Camboni

Una medaglia d’oro e una d’argento conquistate dalla squadra azzurra al test event olimpico ad Enoshima, Giappone, Ready Steady Tokyo.

Torbole, Mondiale Kona: si lotta solo per la terza piazza

Ieri, ad un giorno dalla conclusione dei Mondiali classe Kona il podio maschile può dirsi oramai definito per le prime due posizioni, mentre per il terzo gradino del podio c’è ancora una bella battaglia

Windsurf, classe Kona: vincono l’olandese Huig-Jan Tak e la svedese Johanna Hjertberg

Conclusi con successo i mondiali della classe monotipo di tavole a vela Kona, organizzati dal Circolo Surf Torbole su delega della FIV Federazione Italiana Vela.

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci