domenica, 22 settembre 2019

GC32

I campioni di Coppa America guidano la GC32 Villasimius Cup

campioni di coppa america guidano la gc32 villasimius cup
redazione

Condizioni complicate per la seconda giornata della GC32 Villasimius Cup hanno costretto gli organizzatori e i concorrenti a una lunga attesa prima che il vento, di un’inaspettata direzione est/sudest si decidesse a comparire sul campo di regata. Contro tutte le aspettative la brezza ha permesso di portare a termine quattro prove, a pochi metri dalla Marina di Villasimus.

Sebbene i due team di America’s Cup siano da molti considerati come i favoriti della vigilia del penultimo evento del GC32 Racing Tour 2018, e effettivamente ora sono al vertice del tabellone dopo la seconda giornata, non hanno avuto vita facile. Nella prima prova NORAUTO powered by Team France è partito in anticipo, concedendo a  Franck Cammas e il suo equipaggio la sola possibilità di chiudere in sesta piazza. Tuttavia lo skipper francese si è presto ripreso, vincendo la seconda e quarta prova. Il primo successo è arrivato dopo un lieve incidente con l’altro team di Coppa America, i britannici di INEOS Team UK, dello skipper Ben Ainslie. 

Eravamo troppo sottovento e li abbiamo spinti, non ha risposto all’orzata e quindi ci siamo ritrovati in una posizione difficile” Ha raccontato Franck Cammas. è riuscito a concludere al secondo posto dopo il successo della prima regata del giorno.

Il team britannico ha rimediato una penalità ma  è riuscito a finire secondo, dopo aver vinto la prima prova del giorno. I francesi di NORAUTO invece, hanno conquistato la vittoria nell’ultima prova, quando il vento era calato sotto i 10 nodi e era diventato molto instabile di direzione. Cammas ha detto che per il suo team è stata importante la strategia pre-partenza. “Volevamo partire mura a sinistra e continuare su quel lato e poi andare a destra del campo perché nella regata precedente c’era stato un buco di vento in quella zona. Ha funzionato la prima volta ma non la seconda…” Tuttavia il team transalpino aveva già accumulato un vantaggio sufficiente per tagliare in testa.

Dopo la seconda giornata i francesi occupano la prima posizione della graduatoria provvisoria, benché a pari punti con INEOS Team UK. Ainslie ha detto della giornata odierna: “Abbiamo fatto una buona prima prova, anche la seconda è stata buona ma poi c’è stato quel problema con Franck: ci hanno orzato per cercare di togliere l’ingaggio e noi abbiamo preso una penalità. Le ultime due prove abbiamo perso un po’ di posti perchè non abbiamo trovato l’aria giusta, è stato un po’ frustrante. Sto ancora imparando a navigare con questo equipaggio e dobbiamo affinare la comunicazione.”

Questa è in effetti la seconda regata per il super campione olimpico inglese nel GC32 Racing Tour. La proprietà di INEOS, la società che appoggia la sua campagna, è presente a Villasimius. “Apprezzano molto l’evento e le barche, speriamo di avere un paio di giorni con più vento.” Ha concluso Ainslie. 

La terza regata di oggi è andata al neozelandese Simon Hull e al suo giovane equipaggio a bordo di Frank Racing. Hull si è detto felice e anche un po’ sorpreso dal risultato.“Non riesco a guardarmi intorno, devo tenere la testa bassa!” Ha detto. “Oggi abbiamo fatto una buona prova e due non male. Le condizioni erano molto variabili. Pagava andare dalla parte giusta, ma qual era?” 

La regata vinta dai neozelandese è stata anche la più complicata della giornata, dato che tutta la flotta è partita in anticipo, tanto che ci sono stati due OCS e due penalità. Poi, alla fine, quando Frank Racing tagliava il traguardo, quasi simultaneamente Zoulou di Erik Maris stava arrivando dalla direzione opposta. “Abbiamo fatto fatica, ma è stata una bella vittoria.” Molto felice per l’andamento dell’ultima regata l’argentino Federico Ferioli su Codigo Rojo Racing, che ha concluso con tutto l’equipaggio sottovento dopo aver superato a pochi metri dalla linea INEOS Team UK. L’ANONIMO Speed Challenge di oggi è andato agli svizzeri di  Realteam. 

Domani si riprende, con il primo segnale previsto alle 13 e, se possibile, la disputa di cinque prove.

La GC32 Villasimius Cup gode del supporto di: 

Comune di Villasimius

Regione Sardegna

Area Marina Protetta Capo Carbonara Villasimius

Consorzio Turistico Villasimius

Marina di Villasimius

Lega Navale Sezione di Villasimius

Classifica Overall provvisoria

Pos

Team

R1

R2

R3

R4

R5

R6

Tot

1

NORAUTO

1

4

6

1

3

1

16

2

INEOS TEAM UK

3

2

1

2

4

4

16

3

Realteam

5

1

2

7

5

2

22

4

Frank Racing

4

5

4

3

1

6

23

5

Zoulou

2

3

5

4

2

7

23

6

Argo

6

DNF/8 

3

5

7

5

34

7

Código Rojo Racing

7

6

7

6

6

3

35


Classifica Owner-driver
 

Pos

Team

R1

R2

R3

R4

R5

R6

Tot

1

Frank Racing

4

5

4

3

1

6

23

2

Zoulou

2

3

5

4

2

7

23

3

Argo

6

DNF/8 

3

5

7

5

34

4

Código Rojo Racing

7

6

7

6

6

3

35

 

 


15/09/2018 10:24:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Vele d’epoca: Pia, Nembo II, Flora e Shahrazad vincono l’lnternational Hannibal Classic 2019

Pia del 1936 nella categoria ‘Epoca’, Nembo II del 1964 tra le ‘Classiche’, Flora nei Classici FIV e Shahrazad nella categoria ‘Sciarrelli’

Campionato Italiano Este24: vince Ricca D’Este 27 di Federica Archibugi

Con grande consistenza tattica, Ricca d’Este 27 di Federica archibugi si laurea Campione Italiano della Classe Este24, davanti a Ricca D’Este 37 di Marco Flemma, medaglia d’argento e a La Poderosa 2.0 di Roberto Ugolini, medaglia di bronzo.

Offshore: finisce in tragedia il record sulla Montecarlo/Venezia

L'imbarcazione si è schiantata su una diga prima dell'arrivo ed era condotta dal pluricampione Fabio Buzzi, deceduto insieme a due piloti inglesi che lo accompagnavano nel tentativo di record

Figaro: il Tour de Bretagne va a Alexis Loison e Frédéric Duthil

Per Giancarlo Pedote e Anthony Marchand un buon nono posto che consente alla coppia di affiatarsi in vista dei successivi impegni sull'Imoca 60

Concluso sul Garda il CICO 2019

Gli atleti delle dieci classi olimpiche riprenderanno adesso il loro cammino versoTokyo 2020, che passerà prima dalla conquista della qualifica per la nazione laddove manca, e del tanto ambito posto in squadra

Alinghi vince la GC32 Riva Cup sul filo di lana

Questa è stata la seconda vittoria della stagione per il team di Ernesto Bertarelli dopo la conquista del mondiale di Lagos in Portogallo a giugno

Il Cantiere Postiglione riporta in mare lo storico yacht in legno “Grazia II”

È stato varato venerdì scorso, 6 settembre 2019, Grazia II, yacht a motore interamente in legno costruito nello storico cantiere Chris Craft negli anni Sessanta

CNRT: 10 giorni alla Roma Giraglia

Parte da Civitavecchia una delle regate più belle del Mediterraneo, con 255 miglia da percorrere tra il fascino discreto delle isole toscane

CAMBUSA - BIWA: Sassicaia Tenuta San Guido miglior vino italiano 2019

Al secondo posto il Barolo Monvigliero DOCG di Burlotto seguito da Terminum Gewurztraminen vendemmia tardva. L’ELENCO DEI MIGLIORI 50 VINI ITALIANI SELEZIONATI DA UNA GIURIA INTERNAZIONALE (by First&Food)

Pedote e Marchand verso la Transat Jacques Vabre

I due sembrano essere una coppia che non scoppia e si sono concentrati soprattutto ad affinare la fiducia reciproca e la visione comune in regata

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci