mercoledí, 25 novembre 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

cambusa    fincantieri    windsurf    vendee globe    press    aziende    ambiente    giancarlo pedote    solidarietà    manifestazioni    emirates team new zealand    j24    america's cup   

FOIL

Campionato Italiano Foil: stravince Matteo Iachino

campionato italiano foil stravince matteo iachino
redazione

Dopo gli impegni giovanili della Federazione Italiana Vela disputati sull’Alto Garda con Campionato Italiano Singoli e Coppa Primavela per le classi Optimist e Techno 293, il Circolo Surf Torbole non ha avuto sosta proseguendo la sua concentrata stagione agonistica e sportiva con l’innovativo Campionato Italiano Foil, disputato da venerdì a domenica 6 settembre. Toccato il numero record di 43 iscritti, che rispetto ai 16 dello scorso anno non lasciano dubbi sulla tendenza dell’anno che è a dir poco ”a tutto foil”. Sarà perchè la prossima Olimpiade di Parigi avrà l’iQ Foil come nuova classe per le tavole a vela, sarà perchè ormai la tendenza della vela e del windsurf è assolutamente volante, fatto sta che a Torbole il numero di partecipanti per il Campionato Italiano è stato sorprendente, se si considerano costi delle attrezzature e la breve vita della specialità. Due le discipline svolte, slalom e course race con ben 8 e 9 prove. A confronto sul campo di regata, posizionato rigorosamente con boe elettriche telecomandate e ancoraggio virtuale GPS fornite dal Consorzio Garda Trentino Vela, atleti di Coppa del Mondo come Matteo Iachino, insieme ad atleti olimpici come Matteo Camboni (Rio 2016): un mix che conferma la convinzione di tanti riders nel dedicarsi alle regate Foil. L’evento, organizzato in collaborazione con l’Associazione Italiana Classi Windsurf (AICW), ha anche dimostrato un bel cambio generazionale con ben 21 under 20 su 43 iscritti. 

 

Disciplina Course Race/Formula Foil

Vittoria indiscussa per il campione pro Matteo Iachino (LNI Albisola), che con 6 vittorie parziali, si è anche permesso di scartare un terzo e un quarto, lasciando ben 13 punti al secondo. Alle sue spalle tripletta per il Circolo Surf Torbole, che rispettivamente con Riccardo e Nicolò Renna e Bruno Martini ha conquistato le posizioni a seguire con il doppio podio di Nicolò Renna con il terzo posto categoria seniores e il primo under 20. I tre compagni di squadra hanno concluso in una classifica molto corta dato che tutti e tre sono racchiusi in soli 4 punti. Sicuramente Bruno Martini poteva anche fare meglio del quarto posto finale, dato che ha scartato due ritiri, con un inizio alquanto rallentato (5-DNF-11-DNF); maggiore regolarità invece per i due fratelli Renna. Secondo e terzo posto juniores rispettivamente per il locale Josè Alessandro Tomasi (LNI Riva del Garda) e terzo per un altro atleta del Circolo Surf Torbole, Jacopo Gavioli. Tra le donne ottima la cagliaritana Marta Maggetti (Fiamme Gialle), quindicesima assoluta e prima di categoria davanti alla campionessa olimpica giovanile Giorgia Speciale e alla giovanissima Sofia Renna, bronzo assoluto e prima under 20. Da segnalare la presenza del giovanissimo Mattia Saoncella di soli 11 anni (LNI Civitavecchia).

 

Slalom

Quattro tabelloni per gli uomini e otto regate per le donne nella disciplina Slalom, che ha visto il bis di Matteo Iachino ancora una volta sul gradino più alto del podio (1-2-1-1). Riscatto di Bruno Martini, secondo a soli 2 punti da Iachino e ancora Riccardo Renna sul terzo gradino del podio. Primo under 20 il calabrese Francesco Scagliola, seguito da Nicolò Spanu (Eolo Windsurf) e dal portacolori del Circolo Surf Torbole Lorenzo Ferri. Per quanto riguarda le donne vittoria assoluta della spagnola Alabau, ma prima italiana l’atleta del Circolo Surf Torbole Sofia Renna, seguita da Anna Biagiolini (WC Marina Julia) e la sarda Maddalena Spanu (Eolo Windsurf).

 

Per il Circolo Surf Torbole, al di là del successo organizzativo, la grande soddisfazione di avere tantissimi giovani già pronti a questa nuova disciplina, che rappresenta il futuro olimpico. E’ stato anche bello vedere una famiglia intera, come quella Renna, sul podio o comunque nelle primissime posizioni in classifica, con Riccardo, Nicolò, Jacopo e Sofia Renna, ma anche il giovanissimo Rocco Sotomayor volare tra i grandi. Un lavoro del coach Dario Pasta e del Circolo stesso che riesce a coprire un range di età che va dai 9 anni della CoppaPrimavela (ricordiamo il secondo posto e la vittoria nella Coppa del Presidente), al Campionato Italiano Foil, passando per le vittorie ai Campionati Italiani Giovanili Techno 293 nelle categorie under 13, under 15 e under 19. Una continuità di successi che premiano l’impegno di un Team in continua crescita. Prossimi appuntamenti i Campionati Italiani Classe Olimpiche a Follonica con una nutrita squadra di atleti in cerca di nuove conferme e ulteriori successi.

 


07/09/2020 21:53:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Vendée Globe: ancora non chiari i problemi di Hugo Boss; acqua a bordo (risolta) per Pedote

Hugo Boss procede lentamente e gli ingegneri sperano di poter riparare il danno in corsa. Per Pedote un'infiltrazione d'acqua dovuta ad una trappa del ballast

America's Cup: New Zealand presenta in nuovo AC75 "Te Rehutai"

Sarà lo scafo che scenderà in acqua per difendere l'America's Cup. Il nome scelto come sempre dall'Associazione per la cultura maori Ngāti Whātua Ōrākei

Vendée Globe: in serata Equatore per Pedote

Giancarlo sta finalmente navigando negli Alisei, dirigendosi ad alta velocità verso l'Equatore grazie ad una situazione metereologica molto particolare: una zona di convergenza intertropicale quasi inesistente

Vendée Globe: Thomson si ferma per tentare la riparazione

Guai grandi e piccoli per tutta la flotta. Anche il leader, Thomas Ruyant è dovuto salire in testa d'albero

America's Cup: primi bordi per New Zealand

Bene le prime prove in acqua, la barca vola e il Team è molto soddisfatto

Vendèe Globe: match race tra Dalin e Ruyant verso l'Indiano

Per Pedote un 13° posto nel gruppo degli inseguitori. Un controllo alla barca rivela che è assolutamente pronta per il Grande Sud (foto on board Prysmian Group)

Vendée Globe: Thomson conquista l'Equatore, ma Ruyant incalza a 7 miglia

L’aggiornamento di questa mattina ci regala un duello serrato con gli immediati inseguitori, perché Thomas Ruyant è a sole 7.8 miglia da Alex Thomson e Charlie Dalin a 36.1 miglia (alle ore 10:30)

Il Vendée Globe e i suoi piccoli amici

Alex Thomson è sempre in testa e Jean Le Cam scivola in 4a posizione. A bordo con i solitari anche tanti piccoli amici che impareremo a conoscere

Europeo Windsurf RS:X a Vilamoura (POR)

Cinque azzurri presenti, tre uomini e due donne. Mattia Camboni, Daniele Benedetti e Carlo Ciabatti nella flotta maschile.Marta Maggetti e Giorgia Speciale in quella femminile

Yahia, il ragazzo che non sapeva nuotare: fuggito su un barcone ora è uno skipper

Yahia è nato in Niger, paese desertico senza sbocchi sul mare e tra i più poveri del pianeta, dove ha perso tutti i familiari e da dove è scappato imbarcandosi in Libia su un mezzo di fortuna

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci