martedí, 29 novembre 2022

SAILGP

Alti e bassi per il Team Canada al Great Britain Sail Grand Prix

alti bassi per il team canada al great britain sail grand prix
redazione

Le condizioni difficili del terzo evento della Stagione 3 del SailGP hanno messo alla prova Phil Robertson e il suo equipaggio al Great Britain Sail Grand Prix - Plymouth questo fine settimana. Il team è partito forte con una vittoria in Gara 1, per poi avere un epico splashdown in Gara 2 e concludere al sesto posto in classifica generale.

Come ha dichiarato lo skipper Phil Robertson durante la conferenza stampa di apertura, il giorno 1 sarebbe stato fondamentale, perché avrebbe rappresentato un importante momento di apprendimento per il team. "Come nuovo team, è quello che si fa il primo giorno a fare la differenza e ogni giorno da lì in poi è fondamentale. Abbiamo gettato le basi molto bene, abbiamo una struttura per preparare la squadra e l'abbiamo in qualche modo eseguita. Non ci sono ancora state condizioni difficili, ma quando c'è molto vento queste barche sono difficili da governare".

Con tre ottime partenze nella prima giornata, i canadesi sono stati tra i primi tre alla prima boa in ogni regata. In regata 1 ci sono stati molti cambi di posizione, ma il team ha conquistato la prima vittoria a Plymouth dopo un finale combattuto, battendo Nuova Zelanda e Francia.

Poi, in Gara 2, una manovra difficile su una strambata tardiva ha visto il team ricadere in acqua quasi in picchiata e provocare alcuni danni all'F50. È stato difficile riprendersi dall'incidente, ci è voluto un po' di tempo per svuotare la barca e concludere con un nono posto Tornati in forma per Gara 3, i canadesi hanno lottato con i cugini del Commonwealth Team New Zealand e Team Australia, concludendo la regata al terzo e quarto posto in classifica generale alla fine del primo giorno.

L'equipaggio di terra e il team tecnico di SailGP hanno lavorato duramente per riportare l'F50 canadese in forma da gara per il secondo giorno. 

Le condizioni di vento leggero e il mare mosso hanno afflitto la flotta e i canadesi hanno faticato a trovare lo slancio necessario, finendo al nono e al settimo posto nelle regate 4 e 5. Commentando le regate di domenica, lo skipper Phil Robertson ha dichiarato: "Siamo estremamente delusi, ma nel grande schema delle cose, il sesto posto in questa flotta è ancora rispettabile. Sappiamo di avere molte lezioni da imparare e da mettere in pratica per il prossimo evento che si terrà fra tre settimane. Torneremo a fare fuoco!". Robertson ha poi ringraziato i tifosi canadesi: "Siamo molto orgogliosi di rappresentare il Canada in questo campionato e il supporto che stiamo ricevendo è enorme. Continuiamo così e continuiamo ad avere sempre più persone dietro di noi e miglioreremo sempre di più!".

All'inizio dell'evento, il Canada SailGP Team era al secondo posto nella classifica dell'evento, dopo aver ottenuto il podio nei primi due eventi della stagione, e ora è a pari merito con la Nuova Zelanda per il terzo posto. 

"Dopo tre eventi, il terzo posto è un'ottima posizione. La prima gara è stata davvero incredibile da vedere, con tutti i cambi di leadership e il modo in cui il team ha lottato per conquistare la vittoria. Le gare ad alta velocità sono così avvincenti! Sappiamo che non saremo sul podio in ogni evento, ma continueremo a lottare duramente per esserci", ha dichiarato Fred Pye, fondatore e proprietario del Canada SailGP Team.

Il prossimo appuntamento per il Canada SailGP Team è il ROCKWOOL Denmark Sail Grand Prix, che si terrà il 19-20 agosto a Copenhagen.

 

 


01/08/2022 11:01:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Campionato invernale di Roma, giornata spettacolare per l'altura

Battaglia serrata nel raggruppamento ORC Regata 2 fra Jolie Brise e Pestifera. In IRC mantengono la vetta della classifica Maia e Lysithea rispettivamente nei Crociera 1 e Crociera 2. Fra i minialtura è "Se po fa'" a tagliare prima il traguardo

Route du Rhum: penalizzato Roland Jourdain, la vittoria nella categoria Rhum Multi va a Loïc Escoffier

Nella barca di Jourdain la piombatura è risultata rotta ai controlli post regata e la conseguente penalità di 90' ha regalato la vittoria a Loïc Escoffier

Roma: Genova The Grand Finale presentato al ministro Abodi

Alla presentazione presso il Salone d’Onore del Coni hanno partecipato le più importanti autorità istituzionali e sportive

Ambrogio Beccaria ci racconta la sua Route du Rhum

Impresa straordinaria di Beccaria che al suo esordio alla Route du Rhum e alla sua prima regata su “Alla Grande – Pirelli” ha conquistato il 2° posto in Class40 attraversando l’Atlantico in 14 giorni 7 ore 23 minuti

Buona la seconda al Campionato Autunnale della Laguna di Lignano Sabbiadoro

Dopo l'annullamento del primo appuntamento del 33° Campionato Autunnale della Laguna per condizioni meteo-marine avverse, la seconda domenica in programma non ha deluso le aspettative

Hyères, Europeo ILCA 6/7: Chiavarini sesto e Benini Floriani quindicesima

ILCA 6 e ILCA 7 salutano la rassegna continentale transalpina con tanti spunti positivi e un appuntamento in territorio italiano per la prossima stagione dove il campionato si disputerà ad Andora

Come liberare in sicurezza una tartaruga

Animali marini catturati nella rete: da oggi esiste un protocollo operativo su come trattarli per liberarli limitando i danni

Giancarlo Pedote analizza la sua Route du Rhum

"Sono soddisfatto della seconda parte della regata, durante la navigazione di bolina. Avevo una buona velocità e nonostante il ritardo sono riuscito a raggiungere il gruppo"

Ma che bel Giro d'Italia hanno fatto Cecilia Zorzi e Aina Bauza!

Unico team completamente femminile in regata, Cecilia e Aina hanno lasciato il passo solo al mostro sacro Pietro D'Alì, che di Giri d'Italia ne ha macinati parecchi ai suoi tempi

Route du Rhum... e anche Alberto Bona porta a casa un bel risultato!

Giovedì 24 novembre, alle ore 15 e 34 minuti e 50 secondi ora locale (20:34:50 ora di Roma), Alberto Bona sul Class40 IBSA ha tagliato il traguardo di Pointe-à-Pitre della dodicesima edizione della Route du Rhum all'ottavo posto

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci