giovedí, 18 luglio 2024

GIANCARLO PEDOTE

Giancarlo Pedote e Prysmian Group alla ArMen Race

giancarlo pedote prysmian group alla armen race
Roberto Imbastaro

Secondo appuntamento della stagione, dopo l’ottimo debutto con il terzo posto nella Bermudes 1000 Race, per Giancarlo Pedote a bordo di Prysmian Group.

Il velista fiorentino oggi, giovedì 30 maggio, sarà infatti al via della nona edizione della ArMen Race Uship, una regata che si svolge su un percorso di circa 300 miglia, con partenza dalla località bretone di La Trinitè sur Mer e un passaggio al faro ArMen, da cui l’evento prende il nome.

"Sono molto contento di partire per questa regata che tenevamo in tasca come un jolly: abbiamo aspettato l'ultimo momento per iscriverci perché dovevamo valutare quella che sarebbe stata la job list dopo la Bermudes 1000 Race. Siamo stati fortunati, per cui abbiamo ritenuto di poter partecipare a questa regata, che partirà alle 16 all'uscita del canale de La Trinité sur Mer nella Baia di Quiberon e procederà tra le frastagliate isole della Bretagna - dall'isola di Sain, davanti alla Pointe du Raz, fino all'isola d'Yeu. Un mare che sta iniziando a diventare il mio nuovo mare di casa, fermo restando per sempre nel mio cuore, il Mediterraneo.” Ha dichiarato Giancarlo Pedote. 

La ArMen Race rientra nel calendario delle prove di esibizione dalla classe IMOCA, e dunque non assegna punti per la speciale classifica IMOCA Globe Series, un campionato del mondo articolato su un programma di regate in solitario e in doppio nell’arco del quadriennio 2018/2021. Calendario che culminerà con il giro del mondo in solitario senza scalo, il celeberrimo Vendée Globe, l’obiettivo primario per Pedote, unico italiano iscritto. 

La regata costituisce comunque una buona opportunità per prendere ulteriore confidenza con il mezzo, accumulare miglia ed esperienza, proseguendo nella messa a punto della barca, oltre a misurarsi con altri navigatori di livello, quasi tutti già concorrenti anche nella Bermudes 1000. Sono infatti otto gli equipaggi IMOCA iscritti alla ArMen Race: la britannica Sam Davies su Initiatives Coeur, i francesi Manu Cousin su Groupe Setin; Arnaud Boissières su La Mie Caline-Artipole; Damien Seguin su Groupe Apicil; Fabrice Amedeo su Newrest-Art & Fenêtres; Romain Attanasio su Pure-Famille Mary; Stephane Le Diraison su Bouygues Construcytion, oltre che all’italinao Giancarlo Pedote su Prysmian Group.

Essendo un evento in equipaggio ridotto, Prysmian Group correrà con un gruppo composto dallo skipper, da Aymeric Chapellier, Paolo Bordogna e Philippe Echassoux, come ha spiegato lo stesso Pedote: “Il fatto di navigare in equipaggio mi permetterà di regatare con un approccio completamente diverso rispetto a quello che ho dovuto tenere nella Bermudes 1000 Race. Non cambieranno né l'impegno, né il senso di responsabilità, ma il livello di stress sarà inferiore, non solo perché saremo in equipaggio, ma anche perché comincio via via a sentirmi sempre più a mio agio sulla barca: inizio a trovare gli automatismi, anche in termini di regolazioni.”

“Per certi aspetti si tratta di un cammino alla rovescia, iniziato con 2000 miglia in solitario nella prima regata e 300 miglia in quattro, ma questo ha un suo lato interessante: durante l'ArMen Race avrò la possibilità di concentrarmi sui dettagli, di valutare a mente più aperta e lucida alcune procedure sulle quali potrò poi lavorare a terra e in allenamento. Parto con molto entusiasmo e soprattutto mi piace l'idea di poter condividere questa prova con altre persone:” Ha concluso Giancarlo Pedote.

Anche per questa regata Prysmian Group sarà portacolori di Electriciens sans Frontières, la ONG francese di solidarietà internazionale la cui missione, da oltre 30 anni, è fornire alle persone più povere un accesso sostenibile all'elettricità e all’acqua. 

Tutte le barche partecipanti alla ArMen Race saranno dotate di un sistema satellitare di tracciamento, e sarà dunque possibile seguire la regata in diretta con la cartografia elettronica a questo link.

 


30/05/2019 11:08:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Quebec Saint Malò: Alberto Riva racconta il "botto" con il tanker Silver Ray

Resta da capire il perché della collisione che le pessime condizioni meteo giustificano solo in parte

Quebec Saint Malò: Ambrogio Beccaria si ritira ufficialmente

Non è possibile proseguire senza rischi. I problemi strutturali della barca erano noti ed affrontati con una lunga manutenzione a Portland. Ora dovranno essere analizzati con attenzione perché la "potenza è nulla senza controllo" (Pirelli dixit)

A Monfalcone la Optimist Gold Cup

La stagione di grandi eventi e regate firmate Yacht Club Monfalcone entra nel vivo con la quarta edizione della Gold Cup, la regata internazionale per la classe Optmist

Porto Cervo: Django vince la Coppa Europa Smeralda 888

Vince Django in rappresentanza del Royal Thames Yacht Club, seguito da Vamos Mi Amor e Canard a L’Orange dello Yacht Club de Monaco, rispettivamente secondo e terzo classificato

Quebec-Saint Malò: "highlander" Bona

Ibsa e Alberto Bona non hanno mollato, hanno recuperato 220 miglia in 6 giorni ed ora sono a sole 13 miglia dalla testa della corsa a 250 miglia dall'arrivo

Confindustria Nautica: il mercato globale cresce del +11% e raggiunge i 33 miliardi di euro

Il mercato globale della nautica continua a crescere e, nell’ultimo anno[1] disponibile, è arrivato a toccare quota 33 miliardi, di cui oltre 25 miliardi solo per i superyacht

Garda:apre con 30 regate lo Youth Sailing World Championships

Primo giorno ricco di regate, di sole e di vento per gli Youth Sailing World Championships, il Campionato mondiale di Vela Giovanile di World Sailing, la federvela internazionale, ospitato e organizzato quest’anno in Italia sul lago di Garda

Quebec Saint Malò: per IBSA un sesto posto non male

Dopo 14g 20h 19' 42" di navigazione, e 2800 miglia percorse, alle ore 16:34:42 del 15 luglio il Class40 IBSA ha tagliato il traguardo di questa difficile regata, tra bonacce a tempeste, vinta da Achille Nebout a bordo di Amarris

Alberto, Luca e Pablo: ecco la loro Quebec Saint Malò

ll giorno dopo la Transat Québec Saint-Malo il racconto della regata nelle parole dell'equipaggio di IBSA, composto da Alberto Bona, Luca Rossetti e Pablo Santurde del Arco

2024 Tornado World Championship: break a metà campionato

Due prove con la bavetta al mattino poi la grande festa sulla terrazza del Club Nautico Rimini

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci