martedí, 29 novembre 2022

VELA OLIMPICA

Youth Sailing World Championships: nei 420 vanno in testa Camilla Michelini e Margherita Bonifaccio

youth sailing world championships nei 420 vanno in testa camilla michelini margherita bonifaccio
redazione

Corrente forte e vento che ha tardato ad arrivare hanno caratterizzato la quarta giornata dello Youth Sailing World Championships 2022 in corso di svolgimento nelle acque di The Hague in Olanda. Nella classe 420 Camilla Michelini e Margherita Bonifaccio attualmente guidano la classifica provvisoria. Per quanto riguarda il Nations Trophy l’Italia al momento si trova al 3° posto con 51 punti.

Alessandra Sensini, Direttore Tecnico Giovanile: “E’ stata una giornata lunga, il vento si è fatto attendere e la pressione della corrente era forte. Solo la classe 420 è riuscita a rispettare il programma della giornata: attualmente Camilla Michelini e Margherita Bonifaccio sono al comando. Sarà importantissima la regata di domani che dovranno giocarsi al meglio. Risultato medio, per quanto concerne il maschile. Nell’iQFoiL, dopo due giorni che non si regatava, il vento è arrivato tardissimo (dopo le 14.30) e siamo arrivati a fare 5 slalom e 1 course races, sia nel maschile che nel femminile, nella stessa giornata e con la stessa flotta. Abbastanza bene Sofia Renna, attualmente al 4° posto in classifica a tre punti dal terzo occupato dalla slovena Lina Erzen. Nono posto per Jacopo Gavioli nel maschile. Nei laser maschili con un 11 ed un 19, positivo l’8° posto di Mattia Cesana, come il 7° di Carlotta Rizzardi nel femminile, che ha recuperato un po’ di distacco dal podio. Non bene lo Skiff maschile, con squalifica nella seconda prova; bandiera nera e seconda prova così così nel femminile. Grandissima prova di Maddalena Spanu, che ha iniziato a praticare KiteFoil solo da pochi mesi. Domani, nell’ultima giornata, il programma verrà rivisto e si disputeranno più prove, dato che siamo indietro in tante classi.”

Classe 420


MASCHILE:
1° Roi Levy-Ariel Gal (ISR)
2° Marc Mesquida Barcelo-Ramon Jaume Villanueva (ESP)
3° Francisco Sancho-Josè Vozone (POR)


FEMMINILE:
1° Camilla Michelini-Margherita Bonifaccio
2° Maria Perello Mora-Marta Cardona Alcantara
3° Amelie Wehrle-Amelie Rinn (GER)

Gli italiani in gara:


MASCHILE
10° Flavio Fabbrini-Matteo Maione


FEMMINILE
1° Camilla Michelini-Margherita Bonifaccio

Classe 29er


MASCHILE:
1° Maximo Videla-Tadeo Funes de Rioja (ARG)
2° George Lee Rush-Seb Menzies (NZL)
3° Santiago Sesto Cosby-Leo Wilkinson (GBR)


FEMMINILE:
1° Amparo Stupenengo Pefaur-Julia Pantin (ARG)
2° Lucie Gout-Fleur Babin (FRA)
3° Jule ERNST-Louisa Schmidt (GER)


Gli italiani in gara:


MASCHILE
9° Zeno Marchesini (FV Malcesine)-Carlo Vittoli (CV Bari)


FEMMINILE
12° Malika Bellomi (CV Arco)-Beatrice Conti (CV Arco)

Classe NACRA 15


1°Axel Grandjean-Noemie Fehlmann (SUI)
2° Daniel Garcia de la Casa-Nora Garcia de la Casa (ESP)
3° Tiphaine Rideau-Titoun Moreau (FRA)


Gli italiani in gara:
6° Giorgio Bona (LNI Riva del Garda) – Isotta Poggi (Circolo Nautico Brenzone)

Classe KiteFoil


MASCHILE:


1° Maximilian Maeder (SGP)
2° Riccardo Pianosi (ITA)
3° Jakub Jurkowski (POL)


FEMMINILE:
1°Julia Damasiewicz (POL)
2° Héloïse Pegourie (FRA)
3° DerIn Atakan


Gli italiani in gara:


MASCHILE
2° Riccardo Pianosi (CV Portocivitanova)


FEMMINILE
7°Maddalena Spanu (WC Cagliari)


Le dichiarazioni dei protagonisti:


Maddalena Spanu: “Questa è la mia prima esperienza in Olanda e come mondiale di Kite dato che ho iniziato da qualche mese venendo dal Windsurf e dal Windfoil. Oggi mi sono divertita molto, infatti sono riuscita a concludere tre prove e sono molto soddisfatta del miglioramento che sto avendo in questi giorni poiché all’inizio, invece, era un po’ difficile. Tutt’ora lo è, ma sto capendo come funziona il tutto”.

Classe iQFOiL


MASCHILE:
1° Charlie Dixon (GBR)
2° Hidde van der MEER (NED)
3° Harry Joyner (AUS)


FEMMINILE:
1° Tamar Steinberg(ISR)
2° Merve Vatan (TUR)
3° Lina Erzen (SLO)


Gli italiani in gara:


MASCHILE
9° Jacopo Gavioli (CS Torbole)


FEMMINILE
4° Sofia Renna (CS Torbole)

Classe ILCA 6


MASCHILE:
1°Peter Barnard (USA)
2° Rocco Wright (IRL)
3° Ole Schweckendiek (GER)


FEMMINILE:
1° Eve McMahon (IRL)
2° Evie Saunders (AUS)
3° Katharine Doble (USA)

Gli italiani in gara:


MASCHILE
8° Mattia Cesana (FV Riva)


FEMMINILE
7° Carlotta Rizzardi (CV Torbole)


Le dichiarazioni dei protagonisti:


Carlotta Rizzardi: “Il campionato è molto difficile perché non ho mai regatato con condizioni di corrente come queste. I primi giorni sono stati molto faticosi poichè abbiamo trovato poco vento e corrente molto forte che mi hanno penalizzato un po’. Oggi finalmente sono riuscita a trovare il feeling giusto con la barca e anche con il mare, infatti sono riuscita a fare due prove nella top 5. Il risultato non è quello che realmente mi sarei aspettata prima di partire, però sono soddisfatta per il lavoro che sto facendo e per il miglioramento che ho avuto durante la competizione”.

Le dichiarazioni dei Tecnico:


Fabio Zeni, tecnico FIV: Giornata lunghissima, orari infiniti. Sono stato la mattina sul campo dei Nacra e al pomeriggio sul campo dei 29er. I Nacra hanno disputato tre regate con vento leggero (10 nodi, 8 nodi) e corrente perpendicolare alla direzione del vento che ha reso difficile la lettura del campo di regata e delle strategie da adottare. I ragazzi hanno un po’ faticato con l’intensità del vento e l’onda, nel trovare la velocità della barca. Hanno quindi sofferto le prove di giornata. Anche sui 29er sono state fatte tre prove, loro al pomeriggio, dove la corrente era opposta alla direzione del vento. I ragazzi del 29er maschile hanno avuto delle buone partenze, un po’ di difficoltà nel bordeggio e a trovare il lato favorevole sia in poppa che in bolina. Nella seconda prova hanno avuto una protesta di un finlandese e sono stati squalificati. Nell’ultima prova, infine, ci sono state difficoltà nella scelta del campo e dell’angolo. Una giornata quindi difficile per diversi aspetti." 

 

 


14/07/2022 08:19:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Campionato invernale di Roma, giornata spettacolare per l'altura

Battaglia serrata nel raggruppamento ORC Regata 2 fra Jolie Brise e Pestifera. In IRC mantengono la vetta della classifica Maia e Lysithea rispettivamente nei Crociera 1 e Crociera 2. Fra i minialtura è "Se po fa'" a tagliare prima il traguardo

Route du Rhum: penalizzato Roland Jourdain, la vittoria nella categoria Rhum Multi va a Loïc Escoffier

Nella barca di Jourdain la piombatura è risultata rotta ai controlli post regata e la conseguente penalità di 90' ha regalato la vittoria a Loïc Escoffier

Roma: Genova The Grand Finale presentato al ministro Abodi

Alla presentazione presso il Salone d’Onore del Coni hanno partecipato le più importanti autorità istituzionali e sportive

Ambrogio Beccaria ci racconta la sua Route du Rhum

Impresa straordinaria di Beccaria che al suo esordio alla Route du Rhum e alla sua prima regata su “Alla Grande – Pirelli” ha conquistato il 2° posto in Class40 attraversando l’Atlantico in 14 giorni 7 ore 23 minuti

Buona la seconda al Campionato Autunnale della Laguna di Lignano Sabbiadoro

Dopo l'annullamento del primo appuntamento del 33° Campionato Autunnale della Laguna per condizioni meteo-marine avverse, la seconda domenica in programma non ha deluso le aspettative

Hyères, Europeo ILCA 6/7: Chiavarini sesto e Benini Floriani quindicesima

ILCA 6 e ILCA 7 salutano la rassegna continentale transalpina con tanti spunti positivi e un appuntamento in territorio italiano per la prossima stagione dove il campionato si disputerà ad Andora

Come liberare in sicurezza una tartaruga

Animali marini catturati nella rete: da oggi esiste un protocollo operativo su come trattarli per liberarli limitando i danni

Giancarlo Pedote analizza la sua Route du Rhum

"Sono soddisfatto della seconda parte della regata, durante la navigazione di bolina. Avevo una buona velocità e nonostante il ritardo sono riuscito a raggiungere il gruppo"

Ma che bel Giro d'Italia hanno fatto Cecilia Zorzi e Aina Bauza!

Unico team completamente femminile in regata, Cecilia e Aina hanno lasciato il passo solo al mostro sacro Pietro D'Alì, che di Giri d'Italia ne ha macinati parecchi ai suoi tempi

Route du Rhum... e anche Alberto Bona porta a casa un bel risultato!

Giovedì 24 novembre, alle ore 15 e 34 minuti e 50 secondi ora locale (20:34:50 ora di Roma), Alberto Bona sul Class40 IBSA ha tagliato il traguardo di Pointe-à-Pitre della dodicesima edizione della Route du Rhum all'ottavo posto

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci