venerdí, 4 dicembre 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

vendee globe    giancarlo pedote    cantieristica    aziende    windsurf    trofeo jules verne    sodeb'o    orc    vela    cambusa    fincantieri   

SB20

SB20 World Championship: guida l'italiano Gian Matteo Paulin

sb20 world championship guida italiano gian matteo paulin
redazione

Una prima giornata decisamente entusiasmante quella dell’SB20 World Championship 2015 nell’alto lago di Garda. Ci sono state condizioni eccellenti con sole e vento costante sui 13/14 nodi con qualche raffica fino a 16/18, tre le prove disputate tra le 13 e le 17. Una classica giornata di Torbole, con la classica Ora proveniente da 180 che è entrata decisa poco dopo le 12. Il campo disegnato a trapezio per ospitare entrambe le flotte ha soddisfatto e divertito tutti i partecipanti, 92 da 12 Paesi, tutti molto corretti se si pensa che si è registrato un unico OCS in ben 6 partenze.
 
Il campione di giornata è l’italiano Gian Matteo Paulin armatore di Protect Tape, con il sudafricano Ian Ainslie al timone. 3,1,1 gli strepitosi parziali di oggi, il Presidente della Classe Italiana è tornato a terra con un gran sorriso e si è limitato a dire “Ci siamo divertiti molto. Oggi è stata proprio una bella giornata di vela”.
 
Bene anche i sudafricani di Raceahead – Spirit of Cape Town di Roger Hudson (già Campione del Mondo SB20 a Hamilton Island nel 2012), correvano oggi nella flotta diversa da Paulin, e come loro hanno lasciato poco spazio agli altri equipaggi.
 
E’ russa la barca che occupa il terzo posto dopo il primo giorno: Nika, di Vladimir Prosikhin. Partiti con un bullet alla prima prova, hanno poi peggiorato con un 5 e 7, dovuti forse a un piccolo incidente accaduto alla barca. Ieri in tarda serata infatti un vento da temporale piuttosto sostenuto ha fatto sbattere qualche scafo dei 92 ormeggiati sulle banchine del Circolo Vela Torbole, e qualche equipaggio ha riscontrato oggi delle piccole avarie.
 
Rientrati alle 17, gli oltre 300 velisti sono stati accolti dal classico Pasta Party del Circolo Vela Torbole. Il programma sociale prevede domani una grandiosa cena di gala proprio nel piazzale del Circolo.
 
Il primo segnale di partenza di domani suonerà come oggi alle 13.00, le previsioni sono molto simili a quelle odierne.


06/07/2015 19:40:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Vendée Globe: falla a bordo per Escoffier, Jean Le Cam tenta di raggiungerlo

Kevin Escoffier, che si trovava al terzo posto nel Vendée Globe posizionato a circa 550 miglia nautiche a sud di Città del Capo, ha attivato il suo segnale di soccorso

FLASH - Jean Le Cam ha avvistato Escoffier e procede al recupero

La Direzione di corsa del Vendée Globe ha dirottato sul punto del Distress di Kevin Escoffier anche Boris Herrmann, Yannick Bestaven e Sébastien Simon

Vendée Globe: Pedote supera Sam Davies ed è 10°

Pedote:"Voglio solo continuare a cercare di fare le cose bene, preservare i materiali, cosa molto importante perché la barca è la mia sicurezza e la mia sorgente di velocità"

Vendée Globe: la calma è la virtù dei Pedote

Il nostro Giancarlo Pedote sta procedendo bene e senza scosse e guadagna posizioni. Ora è decimo a 646 miglia dal leader e viaggia spedito a più di 20 nodi

Trofeo Jules Verne: Coville vola, Cammas si ritira

Thomas Coville su Sodebo Ultim 3 continua la sua discesa dell'Atlantico del Nord in questo sabato mattina, scivolando a oltre 30 nodi mentre Franck Cammas sta rientrando a Lorient dopo aver urtato un UFO

Vendée Globe: problemi (risolti) per Giancarlo Pedote

La cima “furling line” che tiene il Code 0 ancorato alla barca si è rotta, la vela ha iniziato a sbattere ed era impossibile chiuderla

Vendée Globe: per Pedote nel mirino c'è Buona Speranza

Dopo tre settimane di regate e quasi il 25% delle 21.638 miglia previste dal Vendée Globe sulla scia, Giancarlo Pedote vede la longitudine di Buona Speranza incombere all'orizzonte

Vendée Globe: Yes HE Cam! Solo Jean poteva salvare Kevin

Non poteva cadere in mani migliori. Lo ha detto lo stesso Jean: « Il est tombé dans la bonne maison ! ». Yes we Cam…. ma solo lui poteva! Disegno della bravissima Manu Guiavarch per Jean Le Cam

Ecco la prima Italia Yachts 14.98 Bellissima

E' una vera easy sailing con molti accorgimenti utili per la navigazione da soli o in equipaggio ridotto: tra queste le 8 manovre rinviate in pozzetto permettono di regolare al meglio le vele e navigare sempre in tranquillità

Vendée Globe, Charlie Dalin:"Cerco il pedale del freno"

Ancora non confermato il passaggio di Kevin Escoffier su una fregata della marina francese, la Nivose, che potrebbe incontrare Yes We Cam vicino alla Crozet o alla Kerguelens

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci