venerdí, 4 dicembre 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

vendee globe    giancarlo pedote    cantieristica    aziende    windsurf    trofeo jules verne    sodeb'o    orc    vela    cambusa    fincantieri   

SB20

SB20: Torbole incorona Bianchi, Negri e Ferro Campioni Italiani

sb20 torbole incorona bianchi negri ferro campioni italiani
redazione

Torbole, TN – 21 giugno 2015 – Niccolò Bianchi, Pietro Negri e Cristian Ferro sono i Campioni Italiani 2015 della classe SB20. Questo quanto deciso in acqua nelle 8 prove, caratterizzate da meteo incerto, dell’Italian Open Championship – terza tappa delle Zhik SB20 Italian Series 2015.

Un campionato dominato sin dalle prime battute dall’equipaggio tutto italiano che pur non regatando insieme dall’anno scorso ha dimostrato ancora grande affiatamento e che, ahimè, non potrà prendere parte al Mondiale, occasione in cui avrebbe potuto dire la sua “Siamo molto soddisfatti, fino all'ultimo ci abbiamo creduto anche seoggi abbiamo iniziato con la prova che abbiamo poi scartato. Siamo una squadra che funziona!!” ci ha raccontato al termina delle regate un felice Niccolò Bianchi.

Se ci sono stati dall’inizio pochi dubbi sul vincitore del Campionato Nazionale 2015, sono state molto aperte le posizioni immediatamente successive. Da subito si sono alternati al secondo posto Gian Matteo Paulin con Ian Anslie alla tattica, e il franco americano Ed Russo, ma la meglio l’ha poi avuta il russo Alexey Murashkin di San Pietroburgo che ha avuto un evidente miglioramento di risultati, terminando la serie con una dura lotta con il Campione Italiano Bianchi.

Arriva dall’Ucraina il terzo equipaggio classificato, la regata ha rappresentato per loro un ottimo allenamento verso l’obiettivo di stagione, il Mondiale che inizierà proprio qui a Torbole tra due settimane: Luka Rodion e soci hanno avuto un’ottima costanza di risultati, ma poco hanno potuto fare contro la determinazione dimostrata dai primi due in questi giorni.

Carlo Brenco è il secondo italiano in classifica generale, che si aggiudica così l’argento per il Titolo Nazionale, affiancato da Carlo Fracassoli alla tattica ha avuto decisamente un buon weekend, non sufficiente però per andare oltre il sesto posto overall.

Ferdinando Battistella con Andrea Casale è sul terzo gradino del podio Italiano, undicesimo in classifica generale.

Le Zhik SB20 Italian Series premiano con trofei e premi offerti dal main sponsor e dalla Farmacia Trento Trieste di Bologna, anche i primi equipaggi femminili – molto presenti nella classe SB20 sia italiana che internazionale - i timonieri over 50 e under 25 e gli owner driver.

Una tre giorni di regate dell’Italian Open Championship caratterizzata da un meteo inusuale, regalando qualche ora di sole alternata a copiose, quanto improvvise, piogge. Il vento ha comunque concesso ai 52 equipaggi provenienti da 11 nazioni di disputare un Campionato molto appassionante, durante il quale non sono mancate le collisioni, le proteste e anche qualche volo in acqua. L’organizzazione a cura del Circolo Vela Torbole è stata come sempre impeccabile, dal Presidente del Comitato di Regata Carmelo Paroli affiancato da Carla Malavolta, a tutto lo staff del presidente Gianfranco Tonelli. Per tutti ha indubbiamente rappresentato una prova generale dell’SB20 World Championship che si terrà al Circolo Vela Torbole dal 4 al 10 luglio. Un evento che promette grandi numeri, a partire dagli iscritti che contano ad oggi 95 imbarcazioni.

 


21/06/2015 21:27:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Vendée Globe: falla a bordo per Escoffier, Jean Le Cam tenta di raggiungerlo

Kevin Escoffier, che si trovava al terzo posto nel Vendée Globe posizionato a circa 550 miglia nautiche a sud di Città del Capo, ha attivato il suo segnale di soccorso

FLASH - Jean Le Cam ha avvistato Escoffier e procede al recupero

La Direzione di corsa del Vendée Globe ha dirottato sul punto del Distress di Kevin Escoffier anche Boris Herrmann, Yannick Bestaven e Sébastien Simon

Vendée Globe: Pedote supera Sam Davies ed è 10°

Pedote:"Voglio solo continuare a cercare di fare le cose bene, preservare i materiali, cosa molto importante perché la barca è la mia sicurezza e la mia sorgente di velocità"

Vendée Globe: la calma è la virtù dei Pedote

Il nostro Giancarlo Pedote sta procedendo bene e senza scosse e guadagna posizioni. Ora è decimo a 646 miglia dal leader e viaggia spedito a più di 20 nodi

Trofeo Jules Verne: Coville vola, Cammas si ritira

Thomas Coville su Sodebo Ultim 3 continua la sua discesa dell'Atlantico del Nord in questo sabato mattina, scivolando a oltre 30 nodi mentre Franck Cammas sta rientrando a Lorient dopo aver urtato un UFO

Vendée Globe: problemi (risolti) per Giancarlo Pedote

La cima “furling line” che tiene il Code 0 ancorato alla barca si è rotta, la vela ha iniziato a sbattere ed era impossibile chiuderla

Vendée Globe: per Pedote nel mirino c'è Buona Speranza

Dopo tre settimane di regate e quasi il 25% delle 21.638 miglia previste dal Vendée Globe sulla scia, Giancarlo Pedote vede la longitudine di Buona Speranza incombere all'orizzonte

Vendée Globe: Yes HE Cam! Solo Jean poteva salvare Kevin

Non poteva cadere in mani migliori. Lo ha detto lo stesso Jean: « Il est tombé dans la bonne maison ! ». Yes we Cam…. ma solo lui poteva! Disegno della bravissima Manu Guiavarch per Jean Le Cam

Ecco la prima Italia Yachts 14.98 Bellissima

E' una vera easy sailing con molti accorgimenti utili per la navigazione da soli o in equipaggio ridotto: tra queste le 8 manovre rinviate in pozzetto permettono di regolare al meglio le vele e navigare sempre in tranquillità

Vendée Globe, Charlie Dalin:"Cerco il pedale del freno"

Ancora non confermato il passaggio di Kevin Escoffier su una fregata della marina francese, la Nivose, che potrebbe incontrare Yes We Cam vicino alla Crozet o alla Kerguelens

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci