mercoledí, 24 maggio 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

starr    guardia costiera    nave italia    benetti    confitarma    fincantieri    regate    melges 24    ostar    j/70    calvi network    optimist    laser    fraglia vela riva    alinghi    america's cup    hobie cat16    mare    press   

NAUTICA

Otam varato nuovo SD35 Gipsy e pronto al debutto Mys16

otam varato nuovo sd35 gipsy pronto al debutto mys16
redazione

La vetrina del prestigioso Monaco Yacht Show 2016 si arricchisce della presenza della prima unità OTAM Custom Range  35 metri per una larghezza di 7,80 metri – di un armatore italiano che era alla ricerca di una nave totalmente custom in alluminio a tre ponti, da creare su misura per soddisfare le esigenze specifiche del suo stile di vita.
 
OTAM SD35 offre volumi unici. La costruzione in alluminio permette al Cliente insieme al cantiere di creare la propria versione unica riflettendo il proprio gusto personale sia in termini di disposizione interna che di design delle linee esterne, in questo caso entrambe affidate al rinomato studio internazionale di yacht design Tommaso Spadolini.
 
A questo si aggiunge la stazza di 295 GRT – al limite dunque delle 300 GRT – che offre volumi decisamente superiori per la categoria.
 
Il cliente per il nuovo OTAM SD35, primo della linea OTAM Custom Range, ha fortemente voluto un layout che rispecchiasse il suo personale modo di vivere il mare.
 
Il main deck è completamente dedicato all’attività giornaliera per gli ospiti, relax, svago o attività di rappresentanza. Qui si trovano – in spazi davvero considerevoli e confortevoli – un salone principale di circa 40 mq e una dining area full beam a prua nave. Sempre sul ponte principale è posizionata l’area destinata al servizio con una cucina professionale di oltre 25 mq . Gli accessi completamente separati per l’ equipaggio garantiranno sempre il massimo della qualità di vita a bordo per l’Armatore ed i suoi Ospiti.
Le quattro cabine VIP posizionate sul lower deck avranno letti matrimoniali e singoli, questo ambiente è collegato tramite corridoio  all’area destinata all’equipaggio, anche qui, in modo da poter garantire comodo accesso al personale di servizio senza interferire e ridurre la privacy degli ospitimassimi standard di servizio a bordo quindi con la minima interazione con i membri di equipaggio.
 
La zona equipaggio è molto generosa e dotata di 4 cabine con servizi dedicati. Zone di stivaggio e lavanderia realizzati ottimizzando ogni piccolo spazio a disposizione.
 
L’Owner deck sul ponte superiore gode di privacy assoluta ed è stata una condizione imposta dal cliente, riproponendo un concetto sempre più in uso e richiesto da armatori che ricercano il massimo della privacy e dell’esclusività.
 
Sul Sun Deck di oltre 60 mq sarà posizionata la vasca idromassaggio ed un bagno giorno in modo che gli Ospiti non siano obbligati ad accedere alle cabine private permettendo in oltre all’armatore di ospitare un numero elevato di persone senza intaccare l’esclusività delle aree dedicate alla Proprietà.
 
Per quanto riguarda le prestazioni – sfruttando le capacità ingegneristiche del cantiere, ulteriormente affinate nella progettazione e costruzione della linea veloce Millennium – OTAM ha progettato, insieme al suo partner storico l’Architetto Navale Umberto Tagliavini, una carena semi-dislocante particolarmente efficiente, che permetterà all’OTAM SD 35 di raggiungere una velocità massima stimata di 20 nodi, ma anche con un’autonomia di 2.000 miglia nautiche a 11 nodi di velocità.
 
Nella progettazione dell’OTAM 35SD Custom Range, è stata dedicata particolare attenzione anche al pescaggio. L’opera morta è dotata infatti di semi-tunnel che limitano il pescaggio. Questo rende l’OTAM SD35 uno yacht molto versatile, perfetto per una navigazione in pieno comfort anche in acque internazionali come Stati Uniti & Caraibi dove il pescaggio è una caratteristica importante da considerare.
 

 

 



11/07/2016 12:14:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Cinquecento, la faccia dura dell'Adriatico

La Cinquecento X2 e XTutti è la grande vela d’altura del Circolo Nautico Santa Margherita

Firmato da Marina Cala de' Medici il protocollo di insediamento per le aree di crisi di Livorno e Piombino

Due accordi di programma tra Governo nazionale, Regione Toscana ed Enti locali relativi a progetti industriali finalizzati a garantire nuova occupazione nella aree di crisi industriale della fascia costiera

Friuli: l'adrenalina pura della "Caccia al Tonno Rosso"

In Friuli dal 16 giugno inizia la stagione della pesca al tonno rosso, un Big Game che si pratica in alto Adriatico dal 1970. E per chi ama la fotografia subacquea i fondali di Lignano saranno una scoperta incredibile

La Fraglia Vela Riva con il progetto FIV-MIUR VelaSCUOLA

In pieno svolgimento alla Fraglia Vela Riva il progetto della Federazione Italiana Vela “VelaScuola” Kinder + Sport, che fa conoscere la vela a centinaia di ragazzi

Veneto e Friuli Venezia Giulia insieme nel brand "Alto Adriatico"

L’idea è di unire le forze per presentare all’estero le spiagge delle due regioni sotto un unico brand ispirato all’area geografica di appartenenza: l’Alto Adriatico

Mare: allarme plastica

Quante micro e nano plastiche ci sono in mare? E quali effetti hanno sulla catena alimentare? Da dove provengono e quali sono le soluzioni applicabili?

Riva di Traiano - La Maddalena: parte il 2 giugno la 1000 Vele per Garibaldi

125 miglia di traversata e due regate costiere nell'arcipelago de La Maddalena

Ad Eraclea gli atleti Optimist del Circolo della Vela Mestre con Giovanni Grandi sul gradino piu’ alto del podio

Quasi 60 ragazzini, di cui 25 Juniores e 34 Cadetti, si sono sfidati nelle acque di Eraclea con un vento molto difficile, instabile e in continua rotazione verso destra, di intensità iniziale di 7 nodi e provenienza da Nord Est nella prima prova

Tutto pronto per l'Audi - Italian Sailing League

La prima selezione del 2017 organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda, si svolge a Porto Cervo: dodici gli equipaggi al via

Il Circolo Canottieri Aniene vince l'Audi - Italian Sailing League

Al secondo posto il Circolo Velico Ravennate e ottimo esordio da terzi per il Centro Velico 3V

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci