martedí, 19 gennaio 2021


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

young azzurra    america's cup    nomine    ambiente    turismo    circoli velici    press    vendée globe    giancarlo pedote    fiv    trofeo jules verne    porti    yacht club italiano   

CHARTER

Lo yacht si conferma un bene rifugio

lo yacht si conferma un bene rifugio
redazione

Dopo il successo delle prenotazioni registrato da Floating Life con un luglio e agosto all’insegna del tutto esaurito, e un settembre considerato agli albori della stagione incerto, la società di charter e di brokeraggio con sede in svizzera conferma il trend positivo dell’estate anche per i mesi di settembre e ottobrela barca è l’oggetto del desiderio in Europa e rappresenta per gli amanti delle navigazioni il luogo migliore dove passare le vacanze in sicurezza

Complici la ricerca di un luogo sicuro e isolato per vivere serenamente l’estate lontani dall’incubo Covid-19, il clima di inizio settembre particolarmente favorevole e un calendario scolastico che ha ritardato l’apertura di molte classi in tante aree Europee, Italia inclusa.

 

All’inizio pensavamo che la stagione Mediterranea si concludesse a fine settembre”, dice Andrea PezziniCeo di Floating Life, “invece abbiamo anche il mese di ottobre fully booked, al di fuori di qualsiasi aspettativa”. Incertezza ancora nella stagione del charter ai Caraibi “Le marine aprono l’entrata delle barche a singhiozzo, inoltre le unità in charter sono attualmente difficili da raggiungere in aereo, considerate le restrizioni imposte ai viaggi di molti Stati” continua Pezzini.

Rimangono invece gettonatissime le mete del Mediterraneo: la costiera amalfitana, le isole dell’arcipelago toscano e le Eolie, in Sicilia. Ma anche Corsica, Sardegna Liguria e Costa Azzura.

 

Siamo totalmente soddisfatti”aggiunge Pezzini “il charter ha attirato l’attenzione anche di molti neofiti che si sono avvicinati alle vacanze in mare per la prima volta. Molti si sono rivolti alla nostra organizzazione attraverso il nostro sito Internet e conoscendoci non hanno avuto titubanze poi sulla scelta della vacanza” conclude Andrea Pezzini.

 

La barca è quindi percepita sempre di più come l’isola esclusiva, la comfort zone, dove godere delle vacanze in libertà e in totale sicurezza. Le discese a terra sono ovviamente facoltative. L’equipaggio si occupa di tutto e il cliente si deve solo rilassare, fare bagni di mare e di sole.

 

Aspetto non indifferente il fatto che Floating Life si occupa dell’intera logistica creando pacchetti su misura per soddisfare qualsiasi esigenza, con la possibilità di organizzare gite a terra anche con guide turistiche, riservare cene i luoghi particolari ed escursioni in zone d’interesse culturale e di piacere, definendo tutti i particolari prima della partenza e dell’imbarco. 

 

Quest’anno, causa covid Americani e Russi hanno ceduto il passo a clienti italiani, Austriaci, Tedeschi e Inglesi. “In particolare quest’anno sono salite a bordo famiglie, conferma Manuel Maiano, responsabile charter di Floating Life, “e meno nuclei di amici in cerca di divertimento. Molti clienti hanno chiesto infatti connessioni sicure e potenti per potersi collegare con la scuola senza temere interruzioni, e anche continuare a lavorare in smart working da remoto in mezzo al mare, o in una bella rada. Una famiglia è arrivata addirittura a consumare 50 giga al giorno per 7 giorni” conclude Maiano.

Ma non è tutto quest’anno “must have” a bordo ogni genere di toy, massaggiatore e personal trainer e soprattutto grande richiesta di chef d’alto livello per consumare pasti raffinati per scendere a terra il meno possibile.

 

Grande interesse anche per le barche in multiproprietà di cui Floating Life è esperta. La fractional Ownership già proposta da una decina di anni dalla società, e mercato in cui crede molto, mai come adesso è stata così di grande attualità. “Abbiamo ricevuto molte telefonate riguardo la possibilità di acquistare uno yacht in sharing e ci sono varie trattative in corso per il concept di 43 metri. La possibilità di condividere la proprietà di uno yacht senza l’accollo totale dei costi di gestione rispetto a uno yacht di proprietà singolo è ora un aspetto di grande attrattiva” afferma Andrea Pezzini.

 









I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

America's Cup: su e giù dai foil Luna Rossa batte Patriot

E’ stata una giornata complessa ma allo stesso tempo rivelatrice per i tre Challenger impegnati nei Round Robin della PRADA Cup per le difficili condizioni di vento leggero che hanno costretto spesso gli AC75 a scendere dai foil

America's Cup: brilla la classe di Sir Ben Ainslie

Britannia batte sia American Magic sia Luna Rossa. Le interviste a Ben Ainslie, James Spithilll e Dean Barker

Luna Rossa: salvi per il rotto della ...scuffia

Ma nonostante le apparenze la barca si è comportata bene. Contro Ineos annullata una prima regata che Luna Rossa stava conducendo e contro American Magic è stata una regata al buio per il mancato funzionamento del Racing Software

Vendée Globe, Pedote:"Come nel Pot au Noir"

Giancarlo ha superato Jean le Cam ed è in ottava posizione. Sta affrontando una meteo complessa al largo del Brasile con il vento che "aumenta a volte fino a 18-20 nodi, poi scende fino a 5, gira fino a direzione 110° poi ridiscende ai 40°"

Incredibile Vendée Globe, si ricomincia quasi da capo

Ci sono 5 barche in 25 miglia e 9 barche in 100 miglia e, considerando gli abbuoni per il salvataggio di Escoffier, la classifica è un rompicapo. Pedote se la gioca con i primi e niente è da escludere

Turismo&Covid: come è triste Lisbona soltanto un anno dopo

A un anno circa dall'inizio della pandemia Lisbona e più in generale il Portogallo tira le somme di questo anno orribilis

America's Cup: Patriot rientrerà solo per le semifinali

Le riparazioni del carbonio saranno effettuare in parte utilizzando boat builders locali per ricostruire i pannelli rovinati, in parte con lo shore team che si occuperà delle finiture

Fincantieri: varata ad Ancona la Silver Dawn di Silversea Cruises

La nuova unità Silver Dawn di Silversea Cruises ha toccato l’acqua per la prima volta oggi durante il varo, che ha avuto luogo presso il cantiere Fincantieri di Ancona.

I vincitori del concorso fotografico "Mediterraneo, un mare da scoprire"

la giuria ha decretato i vincitori, premiati con il “celebre” Pandino di cartapesta che il WWF consegna ai suoi partner e testimoni più attenti alle tematiche ambientali e la pubblicazione delle foto sulla rivista Panda digitale

Young Azzurra si prepara per gli impegni sportivi del 2021

Il team sarà impegnato nella Youth Foiling World Cup e nel circuito di regate della Persico 69F Cup

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci