mercoledí, 15 agosto 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

les sables-les açores-les sables    mini 650    turismo    circoli velici    luna rossa    farr 40    rs feva    vela olimpica    nacra 17    420    optimist    windsurf    press    melges 24   

FORMAZIONE

Lab Boat, un laboratorio scientifico in barca a vela

Lab Boat - navigare con la scienza, il progetto di divulgazione scientifica per le scuole e per il largo pubblico, promosso e organizzato dal CRS4, il Centro di ricerca, sviluppo studi superiori in Sardegna, localizzato nel Parco tecnologico di Pula (Cagliari), e finanziato dalla Fondazione di Sardegna, prenderà il via sabato 21 aprile, a partire dalle ore 16:30, al Terminal crociere del porto di Cagliari, molo Ichnusa, con la tombola della scienza, un gioco dove ad ogni numero corrisponderà una curiosità scientifica che verrà raccontata attraverso un video multimediale. L’estrazione dei numeri sarà guidata dal conduttore televisivo Patrizio Roversi e dalla giornalista scientifica del Cern di Ginevra, Paola Catapano. All’evento parteciperanno anche lo skipper di Luna Rossa, Max Sirena, e l’inventore del touchscreen, Bent Stumpe.
Carlo Mannoni, segretario generale della Fondazione di Sardegna – “La Fondazione è da sempre sensibile alle tematiche della ricerca e della divulgazione scientifica per le scuole; crediamo fortemente in questo progetto perché, oltre a dare la possibilità di far conoscere agli studenti e ai cittadini i temi più attuali della ricerca e le varie realtà di punta della ricerca sarda, mira ad attirare gli studenti nella maniera più efficace e divertente, ovvero coinvolgendoli direttamente in laboratori e seminari”. Prosegue Mannoni: “Abbiamo accolto con entusiasmo la proposta del CRS4, che coordina scientificamente il progetto, perché questa realtà ben rappresenta i valori di innovazione ed eccellenza scientifica di cui la Sardegna sta dando esempi sempre più luminosi negli ultimi anni”.
Annalisa Bonfiglio, presidente del CRS4 - “Il Centro crede fortemente nell’importanza della divulgazione scientifica come elemento di promozione delle tematiche di progresso e innovazione tecnologica e sociale. In particolare è importante che questa azione coinvolga più da vicino i giovani e gli studenti che si accingono a scegliere la loro futura professione e che saranno i cittadini di domani. Crediamo che sia importante avvicinare gli studenti con un linguaggio e una proposta che sia per loro familiare ed attraente. Per questo motivo il CRS4 ha sposato con entusiasmo la proposta arrivata da Paola Catapano e da Patrizio Roversi che, con la trasmissione ‘Velisti per caso’, ha proposto a suo tempo l’idea di un turismo alternativo e rispettoso dei popoli e delle culture”. Prosegue Bonfiglio: “Sulla scia della pregressa esperienza della

barca Adriatica nell’attività di divulgazione scientifica in mare con il progetto ‘Fisica in barca’ (promosso dal Cern di Ginevra alcuni anni fa), abbiamo deciso di promuovere la scienza e l’innovazione che si fa in Sardegna, nelle varie realtà scientifiche (10 tra Università e Centri di ricerca) di questo territorio, che si sta connotando sempre più come una ‘terra di innovatori’. Abbiamo pensato di farlo in modo alternativo - conclude Bonfiglio - coinvolgendo in modo diretto gli studenti, in barca e a terra, attraverso laboratori didattici con i nostri ricercatori, e con seminari nei porti delle varie tappe. Abbiamo pensato anche ad un videocontest, cui gli studenti hanno partecipato mandando un video creativo di 1 minuto di contenuto completamente libero, avente come unica suggestione 4 parole chiave: mare, scienza, tecnologia, innovazione. Il premio per il contest è una tappa a bordo di Adriatica, a tu per tu con il mare e con la ricerca, la più appassionante delle avventure umane!”.

Nel corso del progetto Lab Boat la barca Adriatica farà il periplo della Sardegna, con partenza e ritorno a Cagliari, a partire dal 24 aprile sino al 10 maggio. Durante la navigazione, a bordo, insieme allo skipper Filippo Mennuni e ai marinai, ci saranno anche ricercatori sardi e studenti, dai sedici anni in su, delle scuole superiori, vincitori del Lab Boat video contest. Adriatica toccherà 6 porti sardi: Cagliari, Arbatax (scalo tecnico), Olbia, Alghero, Oristano (porto industriale di Santa Giusta) e Carloforte.
In ogni tappa si alterneranno gruppi diversi di ricercatori e di studenti, che durante la navigazione faranno diventare la barca a vela un laboratorio didattico nel quale i ricercatori spiegheranno ai ragazzi, la fisica della barca nonché elementi di altre scienze e tecnologie come ad esempio, la meteorologia; la CO2 in termini di problema/risorsa; la telemedicina in barca; i meccanismi molecolari correlati con la sclerosi multipla e le malattie autoimmuni; la fisica dei raggi cosmici.
In 5 dei porti in cui farà tappa Adriatica: 23 aprile Cagliari; 28 aprile Olbia; 2 maggio Alghero; 5 maggio Oristano e 8 maggio Carloforte; sono previsti, a terra, per le scuole (su iscrizione al link: http://www.labboat.it/lab-scuole/), laboratori e seminari, per far sì che gli studenti possano sperimentare e toccare con mano la scienza e l’innovazione. La stessa Adriatica, in fase di ormeggio, ospiterà in porto attività di didattiche per le scuole.
Seminari e laboratori didattici sono curati dalle realtà scientifiche sarde che collaborano al progetto: Università di Cagliari; Università di Sassari; Consorzio Uno di Oristano; Porto Conte Ricerche; IMC - International Marine Centre; INAF - Istituto nazionale di astrofisica, sez. di Cagliari e Osservatorio astronomico di Cagliari; INFN - Istituto nazione di fisica nucleare, sez. di Cagliari; IAMC-CNR - Istituto per l’ambiente marino costiero del Consiglio nazionale delle ricerche, sez. di Oristano; Area marina protetta Penisola del Sinis - Isola di Mal di Ventre; LIPU - Lega italiana protezione uccelli, Oasi di Carloforte.
Per tutta la durata del viaggio di Adriatica, la barca verrà seguita da un operatore che documenterà i momenti più salienti dell’avventura. Alla fine del viaggio il materiale girato diventerà un video che verrà presentato al pubblico dopo il rientro della barca a Cagliari.
Al progetto partecipa la Sardegna Film Commission - ente regionale no profit di governance per l’audiovisivo - che ha garantito esteso supporto creativo e organizzativo, anche per la produzione della documentazione audiovisiva.
Anche l’approvvigionamento della cambusa di Adriatica è ispirato ai concetti chiave del progetto: Alessandra Guigoni, antropologa esperta di cibo tradizionale e di cultura sarda, illustrerà questo interessante aspetto nell’evento iniziale al porto di Cagliari.
L’Autorità di sistema portuale del mare di Sardegna invece, metterà a disposizione il porto di Cagliari e il porto industriale di Santa Giusta (OR). Adriatica sarà ospitata nei moli di: Portus Karalis (Cagliari); Marine Sifredi Carloforte; Marina di Arbatax; Moys - Marina di Olbia Yatchting Services; Consorzio industriale provinciale oristanese; Aquatica Alghero e Consorzio porto di Alghero.
Sostengono il progetto: Huawei Enterprise Italia; Dell; Tiscali; Inpeco; Var Group; Sogaer - aeroporto Cagliari-Elmas; SoGeAAl - società di gestione aeroporto Alghero; Geasar - aeroporto di Olbia-Costa Smeralda; Arst - Azienda regionale sarda trasporti; Argiolas formaggi; Porta 1918; Fondazione Campagna amica Sardegna; Coldiretti Sardegna; Latte Arborea; San Martino; Sapori d’Ogliastra; Quartomoro di Sardegna.
Collaborano: Fondazione di Alghero; Studio 5; Velisti per caso; Adriatica; Comune di Carloforte; 10Lab, centro interattivo per la promozione della cultura scientifica e dell'innovazione di Sardegna Ricerche.


10/04/2018 14:16:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Marina Cala de’ Medici si conferma per il terzo anno consecutivo Porto d’eccellenza

Ratificata l’attestazione di MaRINA Excellence, nonché i riconoscimenti 24 Plus e 50 Gold

Caorle, "Festa del Pesce": una sfida a colpi di sarde

La Festa del Pesce - A settembre l’evento culinario più tradizionale di Caorle (VE)

Mondiali Aarhus: Carolina Albano qualifica l'Italia nel Laser Radial a Tokyo 2020

L’Italia conquista oggi ad Aarhus la terza qualifica per le Olimpiadi di Tokyo 2020! Si tratta del Laser Radial e a compiere l’impresa è stata la giovane Laserista triestina Carolina Albano (CV Muggia) non ancora ventenne

Mondiali Aarhus: anche il 470 maschile si qualifica per Tokio

Anche oggi arriva una preziosa qualifica per l’Italia ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020: Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò (Marina Militare) con il quinto posto odierno entrano in Medal Race e qualificano l'Italia per Tokio 2020

Nacra 17: oro per l'Italia ai Mondiali di Aarhus

La coppia formata da Ruggero Tita e Caterina Banti ha vinto il titolo della classe Nacra 17 al termine della 'medal race' di oggi

Europeo Melges 24: Maidollis allunga il passo

I Campioni del Mondo 2017 a bordo di Maidollis (7-1-1 oggi), dopo l'ottimo esordio della prima giornata in cui avevano messo a segno una magnifica doppietta, tornano ad essere protagonisti e consolidano la leadership della classifica provvisoria

Mondiali Aarhus: sei le classi qualificate per Tokio 2020

Triplete per Tita-Banti che aggiungono il titolo mondiale all'europeo e all'italiano già conquistati nel 2018

Gargnano, Garda: Itaca è tornata a casa

Tredici anni dopo la sua ideazione il progetto Itaca ha fatto nuovamente tappa al Circolo Vela della Centomiglia

Mini 6.50: con 12 h di vantaggio, Boggi riparte da Horta

Dopo aver vinto la prima tappa de Les Sables D’Olonne-Azzorre-Les Sables D’Olonne (SAS), con un vantaggio di 12 ore sul secondo, Ambrogio Beccaria a bordo di Geomag parte oggi alle 19 ora italiana

Tokio 2020: altre 3 qualifiche per l'Italia ai mondiali di Aarhus

L’Italia è qualificata alle Olimpiadi di Tokyo 2020 anche nelle classi RS:X maschile, RS:X femminile con Marta Maggetti e il Nacra 17 con Ruggero Tita e Caterina Banti

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci