venerdí, 15 novembre 2019


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

mini transat    mostre    premi    meteor    barcolana    press    campionati invernali    convegni    attualità    hobie cat16    circoli velici    cambusa    transat jacques vabre    giancarlo pedote   

ATTUALITÀ

Incontro al MIUR sul futuro di OGS e il progetto del nuovo Istituto del Mare a Roma

Si è svolto oggi al MIUR, presente il Capo Gabinetto con i suoi vari collaboratori ed i vertici di CNR, INGV, Anthon Dohrn e OGS, l'incontro sulla questione del nuovo Istituto del Mare basato a Roma che andrebbe a conglobare l’OGS. L’incontro è stato convocato venerdì sera a seguito dell’allarme lanciato venerdì mattina da OGS e dal suo Presidente Maria Cristina Pedicchio per il “colpo di mano” in atto nella finanziaria 2020 per “occupare” OGS.

Riferisce Pedicchio: "Le motivazioni riportate oggi, a nostro avviso, non sono state convincenti. Si è parlato solo di coordinamento, ma i coordinamenti di norma non necessitano di un passaggio in finanziaria.
Se si vuole coordinare e valorizzare la ricerca italiana sul mare o su qualsiasi altro tema, gli strumenti ci sono e si basano essenzialmente su dialogo, responsabilità condivise ed analisi trasparente di cosa si può fare e di chi può farlo, non certo su proposte di disegni di legge portate avanti da pochi interessati, all’insaputa della comunità scientifica.
Bisogna conoscere i vari Enti e le loro competenze, ricordiamo tra l’altro che OGS non si occupa solo di mare ma anche in modo importante di geofisica e di sismologia. La multidisciplinarietà è infatti un suo punto di forza. Pensare di inserire OGS in un costituendo Istituto del Mare con sede a Roma non ha senso, rischia di creare danni e perdite di progetti e non produce sicuramente né economie, né maggiore efficacia dell’azione per la ricerca nazionale".

I vertici di OGS hanno confermato oggi di essere aperti al dialogo ed al confronto ed hanno sottolineato che l’Ente da sempre persegue una politica di collaborazione a livello nazionale ed internazionale. Una chiara dimostrazione è data dalla nuova nave da ricerca Rompighiaccio Laura Bassi, acquistata da OGS con il supporto MIUR e che prevede una gestione coordinata e condivisa tra le istituzioni nazionali che si occupano di ricerca polare.

Continua Pedicchio: “Abbiamo anche chiesto che il MIUR produca il Piano della Ricerca Nazionale in tempi brevi e che questo rappresenti la base delle priorità che il paese vuole portare avanti. Solo su questi elementi, uniti ad una analisi delle eccellenze scientifiche nazionali, ad un piano economico a medio termine ed a dati di bilancio dei vari enti, si potrà parlare in modo efficace e realistico di strategie di coordinamento e di eventuali accorpamenti o nuovi istituti.

La conclusione del colloquio con il MIUR ha visto comunque una apertura da parte del capo di gabinetto che ha dato disponibilità ad accogliere le opinioni di OGS e con il quale "auspichiamo di lavorare per condividere le azioni che è più opportuno portare avanti nel settore del mare, anche in un’ottica di sinergia con i recenti indirizzi della Commissione Europea”.

“Voglio ringraziare tutti i rappresentanti delle Istituzioni e della Politica che in modo bipartisan si sono mossi in questi giorni per chiedere trasparenza e chiarezza a tutela del lavoro di OGS e del suo personale” conclude il Presidente.


30/10/2019 12:16:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Jacques Vabre: per Pedote un altro tassello verso il Vendée Globe

Il foil di dritta rotto e il timone sullo stesso lato danneggiato da un urto con un oggetto sommerso hanno rallentato la corsa di Prysmian

Vennvind al Mets di Amsterdam e a Boot Düsseldorf

Vennvind, abbigliamento tecnico e fashion per velisti si presenta al mercato internazionale. La collezione uomo-donna sarà presente al Mets di Amsterdam e a Boot Düsseldorf

Transat Jacques Vabre: nei Multi 50 vince Groupe GCA - Mille et un Sourires

Venerdì 8 novembre, alle 5h 49mn 41s (ora italiana), Gilles Lamiré e Antoine Carpentier hanno tagliato il traguardo della 14a edizione della Transat Jacques Vabre Normandie Le Havre al primo posto nella categoria Multi50

Transat Jacques Vabre: in IMOCA la vince Apivia

Charlie Dalin e Yann Eliès sul loro Imoca 60 piedi, Apivia (Groupe Macif), hanno vinto nella loro classe la 14a edizione della Transat Jacques Vabre Normandie Le Havre

Fabrizio Lisco: dal CV Bari alla Coppa America con Rossa

Un sogno, quello di far parte del team italiano, che Fabrizio ha coltivato con entusiasmo sin da quando era piccolo e che ora sta vivendo ad occhi aperti con la consapevolezza che nulla dopo questo sarà più come prima

Chioggia: al via nel weekend il 43° Campionato Invernale

Prende il via domani a Chioggia la quarantatreesima edizione del Campionato Invernale di vela d'altura organizzato da Il Portodimare con la collaborazione di Darsena Le Saline

XII Invernale Porto Santo Stefano: bene Iemanja di Piero De Pirro

Si è disputata ieri, 10 novembre, la seconda giornata di regate del XII Campionato Invernale di Porto Santo Stefano evento al quale partecipano 22 imbarcazioni

Per Francis Joyon è record sulla Mauritius Route

Da Port Louis, in Bretagna, a Port Louis, a Mautitius, in 19 giorni, 18 ore, 14 minuti e 45 s3condi

Patrick Phelipon all'ARC 2019

In attesa di poter rimettere in mare la sua imbarcazione “Elbereth” con cui intende intraprendere il giro del mondo in solitario sulla rotta di Moitessier, Patrick Phelipon – il più italiano dei navigatori francesi – prenderà parte alla regata ARC 2019

Matteo Sericano: la mia avventura alla Mini Transat

Matteo Sericano: "E' meglio perdersi sulla strada di un viaggio impossibile che non partire mai”

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci