giovedí, 26 aprile 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

tp52    regate    accademia navale    este 24    j24    porti    yacht club italiano    formazione    inquinamento marino    accademia navale livorno    mini6.50    confitarma    vele d'epoca    mini 6.50    melges 20    platu25    fincantieri   

FORMAZIONE

Il corso IFTS sulle "Tecniche per la conduzione di impianti tecnici navi”

il corso ifts sulle quot tecniche per la conduzione di impianti tecnici navi 8221
redazione

Il 30 gennaio presso la sede di FORMARE scarl. – Polo Nazionale Formazione per lo Shipping, ente di formazione di Confitarma, a Castelvolturno è stato presentato il Percorso di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS) “Tecniche per la conduzione di impianti tecnici navi” , finanziato dalla Regione Campania e realizzato insieme a Grimaldi Euromed, Augusta Offshore, Synergas, Centro di addestramento IMAT srl, ISISS “Cristoforo Colombo”, IISS “F.Caracciolo – G.da Procida” e Dipartimento di Ingegneria – Università degli Studi di Napoli “Parthenope”, raggruppati nell’ATS MA.CO.MA.S. - Maritime Competence Management System.

La giornata si è aperta con la presentazione di Fabrizio Monticelli, Direttore di Formare che ha illustrato le modalità e gli obiettivi del corso formativo gratuito, di 800 ore, legato all’inserimento nel mondo del lavoro di 20 giovani diplomati del territorio campano che saranno impegnati nell’apprendimento delle tecniche specialistiche relative all’installazione, manutenzione e messa in funzione di impianti di propulsione e mezzi ausiliari, presenti nei locali macchina delle navi. “Si tratta di una novità nel panorama dell’offerta formativa – ha affermato Monticelli - che vede il coinvolgimento di primari gruppi armatoriali campani, che potranno così assicurare periodi efficaci di stage a bordo di navi all’avanguardia e agevolare i successivi processi di inserimento nel mondo lavorativo. Il corso si tiene presso IMAT, primo Centro in Italia per il training nel settore marittimo, struttura dotata dei più moderni sistemi di simulazione per la navigazione”.

Per un sopravvenuto imprevisto Vincenzo De Luca, Presidente della Regione Campania, non ha potuto essere presente ma ha personalmente contattato il Presidente Mattioli assicurando che in tempi brevi si recherà in visita al centro.

Mario Mattioli, Presidente di Confitarma, ha sottolineato come la Confederazione sia da molti anni attiva e presente nella formazione della gente di mare, sia dal punto di vista tecnico-formativo, che nel rapporto diretto con gli istituti preposti e le istituzioni. “Il tutto nell’ottica di garantire alle nostre navi di avere a bordo risorse umane qualificate e certificate”. Nel ringraziare la Regione Campania che ha “sostenuto e creduto in questo progetto il Presidente Mattioli ha affermato che “corsi come questo rappresentano il raggiungimento di un vero sistema duale in cui gli allievi sono a stretto contatto con le società di navigazione e con coloro che da anni lavorano a bordo delle navi”.

“Il nostro IISS - ha affermato Maria Saletta Longobardo, Dirigente scolastico dell’IISS “F.Caracciolo – G.da Procida - partecipa a questo progetto per assicurare sia la continuità della tradizione della gente di mare isolana sia dare un futuro altamente qualificato agli studenti che intendono inserirsi nella filiera marittima nazionale ed anche internazionale”.

Secondo Alberto Carotenuto, Rettore dell’Università Parthenope, questo corso ITFS è un successo molto importante perché si basa sul concetto di sistema, cioè sulla concretezza “Sono sicuro che riusciremo a fare tutto quello che ci siamo proposti perché ci crediamo veramente e soprattutto perché possiamo contare sul comparto marittimo campano che, oltre a rappresentare il 50% del totale nazionale, è caratterizzato da un livello qualitativo elevatissimo”.

Secondo Guido Grimaldi, del Gruppo Grimaldi di Napoli, con l’attività di Formare che può usufruire delle eccellenti strutture di IMAT, stiamo dimostrando che al sud siamo capaci di fare grandi cose e di ottenere risultati eccezionali. Senza il supporto della Regione Campania non saremmo riusciti a realizzare questo progetto ma ora possiamo e dobbiamo rilanciare questa eccellenza del territorio per far sì che i ragazzi che vogliono rimanere nella nostra terra non si vedano costretti ad andare via perché non c’è lavoro. Come Grimaldi abbiamo annunciato l’assunzione di 500 marittimi nei prossimi anni e speriamo che siano in gran parte formati in questo centro che garantisce i massimi livelli qualitativi.”

Chiara Marciani, Assessore alla formazione della Regione Campania, che ha seguito da vicino il progetto formativo ha affermato che “Questo IFTS, dedicato all’economia del mare, rappresenta un’eccellenza nel panorama della formazione della Regione Campania non solo per gli ottimi risultati ottenuti ma anche per aver dimostrato l’importanza di fare sistema. Infatti, gli allievi di questo IFTS possono usufruire, da un lato, di una struttura moderna ed efficiente come IMAT - dotata di tutti i più avanzati e tecnologici strumenti formativi per gli allievi che si avvicinano alle professioni del mare - e dall’altro, delle competenze di primarie compagnie armatoriali nazionali grazie alle quali questi ragazzi possono fare esperienze concrete a bordo delle navi completando nel miglior modo la loro preparazione”.

Al termine della presentazione, il Cap. Rosario Trapanese, Ceo di IMAT, ha condotto una visita del Centro IMAT, dotato delle strutture più moderne ed innovative messe a disposizione di studenti e marittimi che frequentano corsi di formazione e riqualificazione per ottenere le necessarie certificazioni riconosciute a livello nazionale e internazionale per lavorare a bordo delle navi. In particolare, è stato visitato il simulatore di navigazione, che integra la sala macchine con il ponte di comando, struttura a partecipazione solo privata, unica in Italia e tra le prime in Europa, che viene utilizzata per l’addestramento di marittimi italiani ed anche di marittimi provenienti da oltre 88 paesi. I partecipanti hanno anche assistito a esercitazioni antincendio e di messa in mare di mezzi di salvataggio, conformi ai requisiti richiesti dalle più recenti normative.


30/01/2018 17:31:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Francesca e Giovanna, facce da Mini

La Marina Militare e l'Aeronautica militare hanno affidato i loro colori a due ottime veliste come Giovanna Valsecchi e Francesca Komatar

Luise Group: nuovi uffici a Portofino, Viareggio, Capri e Castellammare di Stabia

Il viaggio partito da Napoli nel 1847 della famiglia Luise continua dunque nei porti più importanti al mondo, con l'apertura di nuovi uffici e creando addirittura a Napoli nuovi dipartimenti tecnici

“Una Vela Senza Esclusi” diventa una tappa del progetto Sailing For Health

Tante le novità di questa edizione, a partire dalla flotta che accanto alle Azzurre 600 vedrà sfidarsi anche le nuove Hansa 303, imbarcazioni affidate dal Panathlon Club Palermo alla L.N.I. e finalizzate alla formazione atletica dei ragazzi diversabili

A Brenzone i monotipi d'acqua dolce

Nella flotta dei Dolphin vince proprio il detentore del titolo tricolore, "Fantastica" della sorelle Navoni della Fraglia Desenzano, scafo condotto da Davide Bianchini (Canottieri Garda) con ben 4 primi posti su 6 manche

VOR: Scallywag è arrivato, oggi la Itajaì In-Port Race

Scallywag è arrivato nel porto di Itajaì dopo un lungo viaggio dal Cile, e affronta una corsa contro il tempo per poter prendere parte alla ottava tappa. Gli altri sei team invece si preparano per la Itajaí In-Port Race di oggi

La Settimana Velica Internazionale Accademia Navale e Città di Livorno 2018”

600 imbarcazioni, 1000 regatanti e 9 circoli velici impegnati in 15 classi di regate

Ieri Norwegian Cruise Line ha preso in consegna la Norwegian Bliss

La nuova nave di Norwegian Cruise Line debutta in Europa prima di iniziare il suo tour inaugurale intorno agli Stati Uniti. La cerimonia ufficiale di battesimo si terrà a Seattle, nello Stato di Washington

La Regata dell'Accademia Navale

Alla gara, che sarà valida anche come tappa di qualificazione per la regata “Madeira Race 950”, possono partecipare le imbarcazioni d’altura Maxi, IRC/ORC e 9.50

Lab Boat: navigare con la scienza

Lunedì a Cagliari laboratori didattici per le scuole e seminari per il pubblico

Wista Italy incontra il mondo della nautica a Genova presso lo Yacht Club

Convegno sul tema “Nautica da diporto: aggiornamenti giuridici, tecnici e fiscali. Novità e prospettive”

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci