domenica, 18 febbraio 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

orc    kitesurf e windsurf    nauticsud    regate    vela    volvo ocean race    x-yachts    marevivo    cambusa    social media    campionati invernali    ambiente    formazione    porti    libri    nautica    assarmatori    ferreti group   

NAUTICA

Guidi al METS 2016: nuovo sistema anti fouling, fatturato a +10%, opera d'arte inedita in stand

La partecipazione della Guidi Srl di Grignasco (No), una delle principali realtà nel panorama mondiale dell’accessoristica navale, alla nuova edizione del METS - Marine Equipment Trade Show (Amsterdam RAI, 15-17 novembre 2016) è importante nei contenuti quanto raffinata nell’aspetto.
Il METS è la fiera B2B di riferimento a livello mondiale per il mondo dell’accessoriato nautico, con oltre 1400 espositori provenienti da 50 Paesi e più di 22 mila visitatori attesi, tutti operatori professionali.
La partecipazione di Guidi si concretizza in un elegante stand (01.761, Europa Hall) progettato dallo Studio Anna Fileppo e arricchito da un’opera d’arte di Alessandro Ciffo appositamente realizzata per l’occasione, una spettacolare “vela” di silicone della serie “Murano 5.0” che ricorda, per i colori ed i segni, le onde del mare, abbinata ad altri pezzi, più piccoli, della stessa serie.
Nello spazio espositivo, di 60 mq, l’azienda presenta agli operatori di tutto il mondo la propria produzione completa di accessori in bronzo, ottone, cromati, nichelati e alluminio, valvole antiblocco, prese a mare, scarichi, filtri di depurazione acqua e raccorderia.

Novità in esposizione: kit antivegetativo Guidi/Tecnoseal e prese a mare

La novità presentata ad Amsterdam è un apparato antifouling (“antivegetativo”), prodotto da Guidi in joint venture con l’azienda grossetana Tecnoseal, leader mondiale nella produzione di anodi per la protezione catodica nella nautica da diporto.
Il kit (vedi scheda tecnica per maggiori dettagli) consente di eliminare il problema della formazione di incrostazioni causate dall’ingresso dell’acqua di mare e della vegetazione marina (alghe, cozze, microrganismi ecc) nel circuito di raffreddamento delle barche.
Il prodotto è destinato principalmente ai megayacht, da 30 metri in su, e ai cantieri che li producono ma può essere realizzato su misura e quindi installato anche su imbarcazioni più piccole, di singoli armatori, in fase di rimessaggio.
L’unione fra le competenze di due aziende italiane leader nei rispettivi segmenti ha portato alla creazione di una soluzione di alto livello, che abbina tecnologia, affidabilità e flessibilità di utilizzo.
Completa la lista delle novità Guidi esposte al METS anche la serie delle prese a mare (art. 1120 e 1120 F), che sono state ridisegnate per garantire una maggiore portata d’acqua e un migliore passaggio dei flussi.

Un 2016 di crescita: +10%, bene il mercato italiano
Guidi si appresta ad archiviare un 2016 positivo dal punto di vista dell’andamento del mercato: la crescita del fatturato nei primi nove mesi è del +10% rispetto al 2015. La nota lieta è costituita dal fatto che è il significativo incremento degli ordini nel mercato italiano a trascinare la ripresa.
“Siamo davvero felici che i buoni segnali avuti nei primi mesi di quest’anno si siano confermati successivamente, e ci fa particolarmente piacere che proprio l’Italia, dove registriamo un +15%, abbia fatto di nuovo da traino. Oggi il nostro fatturato è tornato in perfetto equilibrio fra Italia ed estero, dopo parecchi anni in cui l’export è stato predominante” spiega il fondatore, Bruno Guidi.
“Non abbiamo mai smesso di crederci ed investire: quest’anno abbiamo installato nuovi macchinari ad alta tecnologia grazie ai quali abbiamo accelerato e migliorato la fase di produzione, abbiamo completamente rinnovato il nostro sito Internet, stiamo rafforzando la presenza in alcuni mercati e cercando partner per entrare in aree ancora non presidiate” prosegue Guidi.
L’azienda continua con convinzione anche nel proprio percorso di ‘mecenatismo industriale’, promuovendo l’arte come forma di comunicazione innovativa per la nautica: “Qui al METS, di fronte a un pubblico di operatori da tutto il mondo, abbiamo solo l’ultimo esempio con l’opera di Ciffo, un artista affermato con cui avevamo già collaborato, con reciproca soddisfazione” conclude Guidi.


15/11/2016 18:59:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Bruno Bozzetto, la Rete ti ama!

Dal 1 Settembre 2017 al 13 Febbraio 2018 sono stati pubblicati circa 600 articoli online che citano il papà del Signor Rossi, e hanno raccolto oltre 150.000 azioni di engagement (Fonte dati: BauciWeb)

Giovanni Soldini e Maserati: ancora 2700 miglia per Londra

Dopo aver lottato due giorni per superare una depressione tropicale, questa notte poco prima dell’alba, il trimarano italiano è entrato nella fascia degli alisei da Nord Est, sinonimi di venti costanti

Bper Banca Crotone International Carnival Race 2018

Le ultime regate hanno rimesso ordine nella classifica: Gradoni con due vittorie ha consolidato il primato; Schulteis (secondo) ha confermato di essere il suo vero rivale; Nuccorini ha scalzato dal podio Yuill;

Stati Uniti e Russia si impongono nel fine settimana di regate Melges 20

Il campione del Mondo Pacific Yankee conquista la prima tappa Melges 20 World League a Miami

Invernale Riva di Traiano: una giornata che vale doppio

Disputate due prove che rimettono in linea il numero di regate disputate. Nei "per 2" testata l'innovativa formula "Finish&Go"

Nautica: Ice si prepara a lanciare il nuovissimo Icecat 61

Il carattere sportivo dell'ICECAT 61 è facilmente percepibile dall'ampio uso del carbonio, che viene infuso con resina epossidica della miglior qualità col sistema del sottovuoto per scafo, coperta e paratie

Undicesima Regata all'Invernale del Circeo

In IRC 1 primo Cavallo Pazzo l'X35 di Enrico Danielli, secondo Twins dei fratelli Gemini, terzo Tityre di Borsò. In IRC2 primo primo VIS IOVIS di Magliozzi, secondo Gunboat Rangiriri di Masucci, terzo Loucura di Gagliardi

Velista dell'Anno FIV, ecco tutti i finalisti

I nomi e le schede dei finalisti del Velista dell'Anno FIV. La premiazione a Roma, Villa Miani, il 12 marzo p.v., preceduta da una tavola rotonda dedicata all'America's Cup

Volvo Ocean Race: Turn the Tide on Plastic incontra barca alla deriva

Turn The Tide on Plastic ha avvistato Sea Nymph mercoledì 14 febbraio a circa 360 miglia ad est di Guam (VIDEO)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci