domenica, 30 aprile 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

platu25    altura    circoli velici    guardia costiera    alcatel j/70    coppa del mondo    5.5    cala de medici    duecento    cnsm    gc32    vela olimpica    benetti    optimist    turismo    lega italiana vela    regate   

GAETANO MURA

Gaetano Mura e Italia nel tempestoso Oceano Indiano

gaetano mura italia nel tempestoso oceano indiano
redazione

Le estreme latutudini australi, sui mari più freddi e inospitali del mondo, fanno da scenario alla navigazione di Gaetano Mura e Italia, il Class 40 col quale sta dando vita al tentativo di record sulla circumnavigazione del globo in solitario. Dopo 43 giorni dalla partenza di Gibilterra, lasciato alle spalle l'Atlantico, l'ocean-racer sardo ha davanti a sè oltre 5000 miglia di Oceano Indiano, prima di doppiare il Capo Leeuwin sotto all'Australia ed entrare così nel Pacifico. 

Battuti dalle tempeste continue, gli oceani del sud stanno colpendo duro anche la flotta di skipper impegnati nel Vendée Globe, molti dei quali si trovano a navigare non lontano da Gaetano Mura e Italia. Sono già 7 (su 29 partenti) i ritirati di quella che viene definita "l'Everest della vela", la regata intorno al mondo in solitario senza assistenza: gli ultimi sono il francese Sebastien Josse, tra i favoriti, che ha rotto un foil nell'impatto con un'onda frangente, l'esperto Kito De Pavant, che ha abbandonato la sua barca con la chiglia rotta che imbarcava acqua ed è stato salvato da una nave. Una via d'acqua anche per Thomas Ruyant, che spera di riuscire a riparare e continuare la corsa. Il giapponese Kojiro Shiraishi, che ha rotto l'albero due giorni fa, è in porto a Città del Capo. 

IL DIARIO DI BORDO 

"Oggi la giornata più incredibile dalla partenza: sono ai confini del mondo, a sud. Piove, fa un freddo polare, l'acqua è a 4 gradi, ci sono i groppi, 35 nodi di vento e onda al traverso. Non so se sono in un film o nella realtà... Mi tornano in mente tutti i navigatori che sono passati da queste parti. Navigatori da me conosciuti di persona, amici attuali, sconosciuti o di tempi passati. Ho sempre avuto stima di loro, ma ora che sono qua, ad assaggiare dal vivo, per ognuno, singolarmente, mi levo il cappello e lo butto a terra.  

"Fa freddo, le escursioni in coperta si limitano all’indispensabile, fuori il forte vento fa percepire l’aria ancora più fredda, dentro è difficile qualsiasi azione. Italia accelera, sbanda su un fianco, incassando spesso un’onda al traverso come un ceffone a mano piena in un boato di aggressione, l’onda invade la coperta, scavalca tutta la tuga e si rituffa dalla parte opposta per riunirsi al suo elemento e ridiventare ancora onda, con scrosciare vivido che il rigido e sottile scafo amplifica e restituisce senza filtri. 

"Albeggia alle 2 del mattino, un crepuscolo tetro e affascinante allo tempo stesso. Grigio, selvaggio e pieno di vita, già carico alle prime luci di un’energia possente e di schiuma bianca che rotola sulle creste. La sera tramonta di una luce a tratti dolce e spesso il cielo limpido e scuro si riempie di stelle quasi voglia farsi perdonare per averci malmenato tutto il giorno e per come continuerà a farlo per tutta la notte."

LA SITUAZIONE METEO

Una nuova saccatura con relativo fronte freddo ha caratterizzato la giornata dell'8 dicembre di Gaetano, con venti da nordovest sui 35-40 nodi associati a forte pioggia e locali "groppi". La depressione attualmente a sud dell'area di navigazione del Class 40 Italia, alla latitudine di 60°S, in lento movimento verso est, garantirà ottime condizioni di vento da ovest compreso tra i 25-35 nodi almeno per le prossime 48 ore.

Questa situazione ottimale permetterà ad Italia di navigare veloce verso le Isole Crozet gestendo qualche strambata.

Sul medio periodo invece, si sta formando una depressione molto energica attorno ai 43°S, in veloce movimento verso est-sudest, che interesserà l'area di navigazione di Gaetano con venti sostenuti tra i 40-45 nodi e raffiche a 55 nodi a partire da mercoledì 14 dicembre. 


09/12/2016 19:03:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Numeri incredibili di pubblico e media per la partenza di Vento di Sardegna

I saluti ufficiali delle istituzioni e dei partner del progetto OSTAR sono stati emozionanti, così come la presenza della Brigata Sassari

Caorle: profumo d'altura con la Duecento

A -6 giorni dal via si annuncia un’interessante e combattuta edizione de La Duecento, X2 e XTutti, organizzata dal Circolo Nautico Porto Santa Margherita

Cala de' Medici porto d'eccellenza al Versilia Yachting Rende-vous

Il primo evento internazionale dedicato all’alto di gamma della nautica

222 Minisolo, al via la II edizione

Modalità solitario per il terzo appuntamento del Campionato Italiano Mini 6.50

Winexpress, il bicchiere di vino monodose entra in cambusa

E' una novità tutta italiana, pensata, realizzata e distribuita dalla Vinicola Consoli di Olevano Romano

Sport Images di Stefano Fusco vince la 6ª edizione della Coastal Race

È stata una bella regata e siamo felicissimi di aver vinto - sono le parole di Stefano Fusco, armatore e timoniere di Sport Images - ha premiato il lavoro di gruppo"

Iniziata la 1^ Selezione Nazionale Optimist di Bari

Vento sui 10 nodi in calare ha visto primi di batteria i romani Nuccorini e Gradoni

Windsurf: Andrea Rosati campione del mondo IFCA Slalom Master 2017

Mondiali Windsurf IFCA Slalom Youth & Master 2017: Andrea Rosati Campione del Mondo Master 2017, Marco Begalli 3° assoluto e primo dei Grand Master

La seconda giornata della Coppa del Mondo di Hyeres

In attesa del Mistral previsto per i prossimi giorni, oggi gli equipaggi hanno dovuto dar sfoggio di pazienza e intuito, per azzeccare le rotazioni del vento e riuscire a primeggiare in questa seconda, difficile giornata di regate

Extreme Sailing Series 2017: Alinghi si prepara all'Act 2

Secondo Act delle Extreme Sailing Series™ a Qingdao in Cina

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci