martedí, 24 novembre 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

vendee globe    fincantieri    windsurf    ambiente    giancarlo pedote    solidarietà    manifestazioni    emirates team new zealand    j24    america's cup   

ESTE 24

Estasi vince il Trofeo San Marco 2018

estasi vince il trofeo san marco 2018
redazione

È stato Estasi, l’Este 24 del Diporto Velico Veneziano con al timone il presidente Luigi Zennaro a tagliare per primo in tempo reale  la linea di arrivo del Trofeo San Marco memorial Fabio Gasparini dopo 50 minuti dal via. Ai fini della classifica le 20 imbarcazioni sono state divise in tre categorie in base alla lunghezza dello scafo. Per la prima categoria ha vinto Estasi seguita da Julia di Bullo e al terzo posto da Esterofila di Alvise Dissera. Per la seconda categoria è salito sul gradino più alto del podio Grafite di Fabio Ferro, al secondo posto Spritz di Paolo Cosmo e al terzo Pastina di Marco Galuppo. La vittoria nella terza categoria è andata a Mandi di Piersandro Carlon secondo per Blux di Roberto Zennaro e terzo di Mascherina di Giovanni Schiavon.
Il vento si è fatto attendere tanto che la partenza è avvenuta alle 13.30 con mezz’ora di ritardo, poi il levante che pian piano è girato in scirocco ha regalato una magnifica giornata.
“La giornata è stata bellissima, siamo riusciti dopo anni di fermo a riportare in mare 20 barche per il rinato Trofeo San Marco che quest’anno è stato dedicato alla memoria del giovane socio scomparso lo scorso dicembre Fabio Gasparini – interviene il presidente del Diporto velico Veneziano Luigi Zennaro – quest’anno siamo ripartiti con una veleggiata, ma per il 2019 vorremo organizzare una vera regata dividendo la partenza tra amatori e regatanti più competitivi. Intanto vi aspettiamo numerosi alla Transadriatica il primo fine settimana di giugno”.
Alla premiazione ha partecipato il papà di Fabio, Marco Gasparini che ringraziando il circolo per l’evento ha voluto notare come al Diporto Velico si stiano avvicinando nuovi giovani. E si è rivolto ai soci invitandoli ad aiutare questi ragazzi e a sostenerli nelle attività legate al mondo della vela


25/04/2018 19:31:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Vendée Globe: ancora non chiari i problemi di Hugo Boss; acqua a bordo (risolta) per Pedote

Hugo Boss procede lentamente e gli ingegneri sperano di poter riparare il danno in corsa. Per Pedote un'infiltrazione d'acqua dovuta ad una trappa del ballast

America's Cup: New Zealand presenta in nuovo AC75 "Te Rehutai"

Sarà lo scafo che scenderà in acqua per difendere l'America's Cup. Il nome scelto come sempre dall'Associazione per la cultura maori Ngāti Whātua Ōrākei

Vendée Globe: in serata Equatore per Pedote

Giancarlo sta finalmente navigando negli Alisei, dirigendosi ad alta velocità verso l'Equatore grazie ad una situazione metereologica molto particolare: una zona di convergenza intertropicale quasi inesistente

Ripartito! Per Jérémie Beyou un nuovo Vendée Globe tutto da scoprire

Alex Thomson è entrato nel Pot au Noir seguito da Thomas Ruyant che sta recuperando. Riparte Jérémie Beyou mentre Nico Troussel si avvia mestamente verso Capo Verde

Vendée Globe: Thomson si ferma per tentare la riparazione

Guai grandi e piccoli per tutta la flotta. Anche il leader, Thomas Ruyant è dovuto salire in testa d'albero

Vendée Globe: Thomas Ruyant al 2° posto davanti a Jean Le Cam

Alex Thomson continua a guidare la corsa e questa mattina dovrebbe entrare nella zona del Pot au Noir con poco vento, temporali e grossa variabilità

America's Cup: primi bordi per New Zealand

Bene le prime prove in acqua, la barca vola e il Team è molto soddisfatto

Vendée Globe: Thomson conquista l'Equatore, ma Ruyant incalza a 7 miglia

L’aggiornamento di questa mattina ci regala un duello serrato con gli immediati inseguitori, perché Thomas Ruyant è a sole 7.8 miglia da Alex Thomson e Charlie Dalin a 36.1 miglia (alle ore 10:30)

Il Vendée Globe e i suoi piccoli amici

Alex Thomson è sempre in testa e Jean Le Cam scivola in 4a posizione. A bordo con i solitari anche tanti piccoli amici che impareremo a conoscere

Vendèe Globe: match race tra Dalin e Ruyant verso l'Indiano

Per Pedote un 13° posto nel gruppo degli inseguitori. Un controllo alla barca rivela che è assolutamente pronta per il Grande Sud (foto on board Prysmian Group)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci