domenica, 18 febbraio 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

vela    volvo ocean race    x-yachts    nauticsud    marevivo    cambusa    social media    campionati invernali    ambiente    formazione    porti    libri    nautica    assarmatori    ferreti group    press    premi   

NAUTICA

ENSTA Bretagne vince il SAUC-Europe ‘16 al CMRE

ensta bretagne vince il sauc europe 8216 16 al cmre
redazione

Il team ENSTA Bretagne 1, dalla Francia, ha vinto l’11esima edizione del SAUC-E, the Student Autonomous Underwater Vehicle Challenge – Europe. Il secondo premio è andato al team TomKyle dall’Università di Scienze Applicate di Kiel (Germania). Terzo il team UNIFI con il robot Marta, dell’Università di Firenze.

Gli altri premi sono andati a: team AUGA dall’Università di Vigo con ACSM, che ha vinto il “Collaborator Award”; team ROBOTUIC, dall’Università Internazionale delle Canarie  che si è aggiudicato il premio “Rookie of the Year”; ENSTA Bretagne team 2, dalla Francia, cui è andato il riconoscimento “Tenacity Award”; team UnivPM, dell’Università Politecnica delle Marche, che ha ottenuto l’“Innovation Award”; team UWE, dell’Università del West of England, premiato col “Persistence Award”; e infine il team UNIFI, dell’Università di Firenze, che ha vinto il “Data Visualisation Award”.

I primi tre classificati vincono un premio in denaro rispettivamente di 2000, 1000, 500 euro da usare per implementare il proprio lavoro in vista di future competizioni.  Una squadra, ROBOTUIC dell’Università Internazionale delle Canarie, è alla sua prima partecipazione. È un gradito ritorno quello invece di due squadre italiane, l’Università di Firenze e l’Università Politecnica delle Marche.

La gara si è svolta dal 3 all’8 luglio 2016 all’interno del Centro NATO per la Ricerca Marittima e la Sperimentazione, organizzatore dell’evento per la settima volta consecutiva. Quest’anno la manifestazione è tornata alla Spezia dopo un’edizione, quella del 2015, svoltasi a Piombino nell’ambito della competizione multidominio euRathlon. 

 

Ogni anno in SAUC-E si sfidano team multidisciplinari di universitari (composti cioè almeno per il 75% da studenti) nel progettare e costruire veicoli autonomi sottomarini (AUV) in grado di portare a termine missioni realistiche. I veicoli sono chiamati a compiere autonomamente una serie di compiti in un vero bacino portuale, senza bisogno di controllo remoto, guida o collegamenti con un pilota o un computer, inclusi sistemi GPS. Tra le novità di questa edizione vi è anche la ricerca di un disperso sott’acqua, simulato da un manichino. Al SAUC-E, le squadre sono incoraggiate a testare forme di collaborazione tra robot per migliorare la navigazione di precisione con l’ausilio di sonar, la processazione e la trasmissione di dati in tempo reale. La collaborazione tra robot può essere tra AUV della stessa squadra o di squadre diverse, o anche tra un AUV e un veicolo di superficie (Autonomous Surface Vehicle, ASV).

 


In coincidenza con l’ultimo giorno di gare SAUC-E è iniziato al CMRE anche il workshop del progetto europeo FP7 Robocademy www.robocademy.eu, con 12 dottorandi provenienti da 10 diverse istituzioni europee (Estonia, Germania, Grecia, Italia, Spagna, UK, sono tra i Paesi partecipanti). Le attività di Robocademy al CMRE continueranno fino al 13 luglio con un fitto programma di conferenze e laboratori pratici. Lo scopo del Progetto è quello di creare una rete di ricerca e training per sviluppare competenze chiave nel campo dell’esplorazione oceanica.  Veronika Yordanova, studentessa di Robocademy, proveniente da Atlas Elektronik, è stata insignita, al termine della manifestazione, del premio SAUC-E ‘16 per la migliore presentazione. 

 

 

Il SAUC-E ‘16 è stato realizzato grazie al supporto dell’Office of Naval Research Global (ONR Global) americano e della prestigiosa IEEE Oceanic Engineering Society (OES), tra i promotori dell’iniziativa insieme al CMRE e alla Marina Italiana. Tra gli sponsor internazionali si ricordano VideoRay, SSM e BTS che hanno messo a disposizione materiale tecnologico, stage e registrazioni gratuite a conferenze. Espositori come SBG Systems e ISME hanno offerto un contributo per i premi finali.

 


08/07/2016 20:05:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Bruno Bozzetto, la Rete ti ama!

Dal 1 Settembre 2017 al 13 Febbraio 2018 sono stati pubblicati circa 600 articoli online che citano il papà del Signor Rossi, e hanno raccolto oltre 150.000 azioni di engagement (Fonte dati: BauciWeb)

Giovanni Soldini e Maserati: ancora 2700 miglia per Londra

Dopo aver lottato due giorni per superare una depressione tropicale, questa notte poco prima dell’alba, il trimarano italiano è entrato nella fascia degli alisei da Nord Est, sinonimi di venti costanti

Bper Banca Crotone International Carnival Race 2018

Le ultime regate hanno rimesso ordine nella classifica: Gradoni con due vittorie ha consolidato il primato; Schulteis (secondo) ha confermato di essere il suo vero rivale; Nuccorini ha scalzato dal podio Yuill;

Stati Uniti e Russia si impongono nel fine settimana di regate Melges 20

Il campione del Mondo Pacific Yankee conquista la prima tappa Melges 20 World League a Miami

Invernale Riva di Traiano: una giornata che vale doppio

Disputate due prove che rimettono in linea il numero di regate disputate. Nei "per 2" testata l'innovativa formula "Finish&Go"

Undicesima Regata all'Invernale del Circeo

In IRC 1 primo Cavallo Pazzo l'X35 di Enrico Danielli, secondo Twins dei fratelli Gemini, terzo Tityre di Borsò. In IRC2 primo primo VIS IOVIS di Magliozzi, secondo Gunboat Rangiriri di Masucci, terzo Loucura di Gagliardi

Nautica: Ice si prepara a lanciare il nuovissimo Icecat 61

Il carattere sportivo dell'ICECAT 61 è facilmente percepibile dall'ampio uso del carbonio, che viene infuso con resina epossidica della miglior qualità col sistema del sottovuoto per scafo, coperta e paratie

Velista dell'Anno FIV, ecco tutti i finalisti

I nomi e le schede dei finalisti del Velista dell'Anno FIV. La premiazione a Roma, Villa Miani, il 12 marzo p.v., preceduta da una tavola rotonda dedicata all'America's Cup

FIV: siglato l'accordo con la Guldmann per l'attività paralimpica

Guldmann è un'azienda con sede in Danimarca che dedica il suo operato allo sviluppo , alla produzione e alla vendita di tecnologie applicate al benessere delle persone

Volvo Ocean Race: Turn the Tide on Plastic incontra barca alla deriva

Turn The Tide on Plastic ha avvistato Sea Nymph mercoledì 14 febbraio a circa 360 miglia ad est di Guam (VIDEO)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci