mercoledí, 25 novembre 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

cambusa    fincantieri    windsurf    vendee globe    press    aziende    ambiente    giancarlo pedote    solidarietà    manifestazioni    emirates team new zealand    j24    america's cup   

CROCIERE

Crociere: riavvio sempre più difficile con i 3 casi isolati a Civitavecchia sulle navi Costa

crociere riavvio sempre pi 249 difficile con casi isolati civitavecchia sulle navi costa
redazione

Slitta di una settimana il nuovo decreto della Presidenza del consiglio dei ministri, con il via libera alla ripresa delle crociere e altre attività come le discoteche. Ma i dubbi sono tanti, e per  il riavvio effettivo delle crociere, ferme da mesi, bisognerà attendere altre settimane, forse mesi nel caso di Venezia dove resta da sciogliere anche il nodo per l’accesso delle grandi navi dopo i due incidenti dell’anno scorso, le continue proteste dei residenti a Venezia e le manifestazioni del Comitato No Grandi Navi e le regole più stringenti per la navigazione decise dalla Capitaneria di Porto. Alla causa non giova affatto che tre membri degli equipaggi delle navi da crociera Costa Favolosa e Costa Deliziosa siano risultati positivi al coronavirus. Le imbarcazioni sono ormeggiate nel porto di Civitavecchia e a bordo non vi sono clienti ma alcune centinaia di persone dei rispettivi equipaggi che si stanno riarmando.
In un primo momento si era parlato di due casi sospetti tra i marittimi, entrambi di nazionalità filippina: uno a bordo da mesi sulla Favolosa, l'altro appena arrivato in Italia e già in isolamento preventivo sulla Deliziosa. Da Costa Crociere è poi arrivata la precisazione che i positivi al tampone sono tre e sono stati individuati "grazie alla costante applicazione dei protocolli sanitari per l'imbarco e l'impiego a bordo dei suoi membri dell'equipaggio".

Due di loro, oggi, hanno avuto necessità di un ricovero allo Spallanzani di Roma.

Per i primi giorni della prossima settimana il ministero della Salute dovrebbe dare il suo via libera al “Protocollo sulle misure per la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 a bordo delle navi da crociera” che dovrà poi essere recepito dalle Regioni che ospitano porti con terminal crocieristi.

 


02/08/2020 17:26:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Vendée Globe: ancora non chiari i problemi di Hugo Boss; acqua a bordo (risolta) per Pedote

Hugo Boss procede lentamente e gli ingegneri sperano di poter riparare il danno in corsa. Per Pedote un'infiltrazione d'acqua dovuta ad una trappa del ballast

America's Cup: New Zealand presenta in nuovo AC75 "Te Rehutai"

Sarà lo scafo che scenderà in acqua per difendere l'America's Cup. Il nome scelto come sempre dall'Associazione per la cultura maori Ngāti Whātua Ōrākei

Vendée Globe: in serata Equatore per Pedote

Giancarlo sta finalmente navigando negli Alisei, dirigendosi ad alta velocità verso l'Equatore grazie ad una situazione metereologica molto particolare: una zona di convergenza intertropicale quasi inesistente

Vendée Globe: Thomson si ferma per tentare la riparazione

Guai grandi e piccoli per tutta la flotta. Anche il leader, Thomas Ruyant è dovuto salire in testa d'albero

America's Cup: primi bordi per New Zealand

Bene le prime prove in acqua, la barca vola e il Team è molto soddisfatto

Vendèe Globe: match race tra Dalin e Ruyant verso l'Indiano

Per Pedote un 13° posto nel gruppo degli inseguitori. Un controllo alla barca rivela che è assolutamente pronta per il Grande Sud (foto on board Prysmian Group)

Vendée Globe: Thomson conquista l'Equatore, ma Ruyant incalza a 7 miglia

L’aggiornamento di questa mattina ci regala un duello serrato con gli immediati inseguitori, perché Thomas Ruyant è a sole 7.8 miglia da Alex Thomson e Charlie Dalin a 36.1 miglia (alle ore 10:30)

Il Vendée Globe e i suoi piccoli amici

Alex Thomson è sempre in testa e Jean Le Cam scivola in 4a posizione. A bordo con i solitari anche tanti piccoli amici che impareremo a conoscere

Europeo Windsurf RS:X a Vilamoura (POR)

Cinque azzurri presenti, tre uomini e due donne. Mattia Camboni, Daniele Benedetti e Carlo Ciabatti nella flotta maschile.Marta Maggetti e Giorgia Speciale in quella femminile

Yahia, il ragazzo che non sapeva nuotare: fuggito su un barcone ora è uno skipper

Yahia è nato in Niger, paese desertico senza sbocchi sul mare e tra i più poveri del pianeta, dove ha perso tutti i familiari e da dove è scappato imbarcandosi in Libia su un mezzo di fortuna

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci