lunedí, 27 settembre 2021


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

vela    assonat    regate    meteor    cico 2021    tf35    rs21    ufo22    melges 20    rounditaly    fiart    ufo 22   

MINI 6.50

Alberto Riva e Ambrogio Beccaria in doppio alla Arcipelago 650

alberto riva ambrogio beccaria in doppio alla arcipelago 650
redazione

Una nuova stagione Mini 650 per Alberto Riva che inizia con la storica regata toscana, l’Arcipelago 650, in doppio con l’amico e già compagno d’avventure Ambrogio Beccaria. Il navigatore milanese annuncia anche un nuovo programma sportivo e una nuova partnership che lo accompagnerà fino al prossimo autunno per la sua sfida più importante, quella della Mini-Transat 2021.

 

L’Arcipelago 650 è la prima regata della stagione italiana Mini 650, una corsa qualificativa con un percorso di 180 miglia da Punta Ala attraverso le isole dell’Arcipelago toscano e ritorno.

 

Riva che dall’inizio del 2021 è anche il presidente della Classemini Italia commenta così: “Sono doppiamente contento sia come presidente della classe che da partecipante perché nonostante le condizioni difficili di questo momento siamo riusciti a organizzare una regata molto numerosa, con 26 partecipanti di cui 8 stranieri. Dal mio punto di vista di atleta è molto importante il confronto con velisti “atlantici… che mi daranno filo da torcere! Temo in particolare Anne La Berre con Amelie Grassi su un Maxi, e in generale tutti i POGO3 che sono molto veloci. Io mi sono allenato tutto l’anno per fare meglio possibile: questa regata per me la prova del nove e il primo vero test sulla nuova barca! Il mio obiettivo finale è partecipare alla Transat regata per cui sono già qualificato”. “Non è la mia prima Arcipelago, ne ho fatta e vinta un’altra proprio con Beccaria, ma stavolta è lui l’ospite!”, continua il navigatore.

 

Ambrogio Beccaria: “L’Arcipelago è una regata stupenda perché il vento è quasi sempre da Nord-Ovest o da Sud-Ovest e quindi è come fare un grosso bastone con delle isole in mezzo… è un percorso molto divertente strategicamente, con molti capi da passare.

Con Alberto Riva siamo sulla stessa onda”, continua Beccaria, “in barca  lui sa fare tutto ed è sempre carico, non si tira mai indietro. Alberto è anche uno che tende a consumare tutte le sue energie… potrebbe anche non dormire per una settimana! Ma in questo caso ci sono io che lo manderò a dormire ogni tanto! Faccio il tifo per la prossima Mini-Transat e credo che non gli manchi nulla per costruire un bel progetto”.

 

Il programma sportivo di Riva per i prossimi mesi è molto denso: dopo l’Arcipelago, sarà la volta del Gran Premio  (10 aprile), poi ci si sposta in Francia per la Mini en Mai (22 maggio) e la Map (3 giugno). A seguire il Fastnet di nuovo in doppio (13 giugno), la Mini Calvados (27 giugno), la Mini Guascogna (28 luglio) e per finire la Mini-Transat, in partenza da Les Sables d’Olonne il 26 settembre.

 

Al fianco di Riva come partner principale ci sarà EdiliziAcrobatica, azienda leader in Italia nel settore edile per lavori su corda.

 

Riva: “Sono molto soddisfatto della partnership con EdiliziAcrobatica e Riccardo Iovino, ammiro la loro azienda soprattutto per quanto investe sulla formazione e il successo personale dei dipendenti. Inoltre mi ritrovo nei loro valori di sostenibilità e sicurezza sul lavoro. Infine il loro direttivo è quasi interamente composto da donne, cosa davvero ottima”.

 

Riccardo Iovino, CEO & FOUNDER DI EDILIZIACROBATICA: “Sono anche io skipper e ho una grande passione per il mare, passione che caratterizza la mia vita e che mi accompagna da sempre. Ho partecipato a regate e fatto traversate oceaniche, provando emozioni indescrivibili. Non solo: la tecnica della doppia fune di sicurezza che adottiamo nel nostro lavoro quotidiano è la tecnica che io stesso ho appreso in barca a vela e che per primo ho utilizzato nelle ristrutturazioni. C’è, un po’ di mare e di vela, quindi in Acrobatica, proprio per questo ho accolto con piacere l’opportunità di sostenere Alberto nel suo progetto: Riva è un marinaio con un grande potenziale, una passione vera e sincera, assomiglia a quelli che compongono la nostra famiglia Acrobatica”.

 

La regata 

Arcipelago 650 (18 marzo- 21 marzo)

Partenza: 18 marzo ore 12:00

Tracking della regata: https://yb.tl/Arcipelago6502021

Regata qualificativa che prevede un percorso di 180 miglia in doppio, l’Arcipelago 650 permette ai concorrenti uno dei primi confronti con il resto della flotta. Una regata sia tattica che di manovre che comincia con una prima parte costiera e segue poi con una parte più al largo, durante la prima notte, si attacca la lunga risalita verso Nord. Il percorso di 180 miglia vede la partenza da Punta Ala toccando Isola d’Elba, Capraia, Isola d’Elba, Giglio, Giannutri e Isola dello Sparviero e di nuovo, Punta Ala. L’edizione 2021 ha 26 iscritti di cui 21 Serie e 5 Proto.

Chi è Alberto Riva?  Alberto Riva naviga in Mediterraneo fin da ragazzo, prima con la famiglia, su un vecchio IOR da regata e poi dai 14 ai 21 anni è istruttore al centro velico Utopia all’isola d’Elba. Dopo la laurea in ingegneria fisica con il massimo dei voti al Politecnico di Milano, partecipa a importanti regate mediterranee e atlantiche, navigando con Giovanni Soldini, Andrea Fantini, Ambrogio Beccaria fra gli altri. Specializzato in nanotecnologie e impegnato nello sviluppo di nuovi algoritmi per piloti automatici, si è occupato di analisi dati e performance insight per il TP52 Azzurra.Ha curato la preparazione elettronica di varie barche da corsa. Campione Italiano Classe Mini 650 2019 – categoria prototipo - , ha vinto la Mini Fastnet nel 2018 e la 222 Mini Solo nel 2019.

La barca  Ediliziacrobatica ITA 993 è un Vector 6,50, una barca di serie “scow” (a prua tonda) di nuovissima generazione, disegnata da Etienne Bertrand. E’ la barca di Serie più estrema tra quelle uscite di recente. Dal giugno 2019 i Vector 6.50 fanno parte della categoria Serie. Imbarcazione performante, soprattutto nelle andature intermedie, Vector 6.50 è una barca potenzialmente molto veloce, ma anche molto confortevole per lunghe crociere. Una grande innovazione è l’uso di 3D core per la costruzione che rende la barca estremamente leggera.

 


17/03/2021 20:13:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

RoundItaly: con l'arrivo di Kika Green ed Edilizia Acrobatica la flotta dei Class 40 si riunisce a Trieste

Per chiudere questa prima edizione, bisogna attendere l’arrivo del First 44.7 Argo di Luciano Manfredi - che al momento è a poche miglia da Pola e viaggia a oltre 8 nodi di velocità

Regata interzonale Open skiff, ad Ostia prevale la voglia di divertirsi e l'amicizia

Bella atmosfera fra i 35 giovani che hanno preso parte all'evento velico presso il Tognazzi Marina Village.

Mini Transat: la transizione ecologica è già "in acqua"

Solbian partner dei ministi in gara alla Mini Transat 2021 con il Kit fotovoltaico mini 6.50

Passatore 50 arriva la Festa: sabato e domenica i due appuntamenti velici tanto attesi.

Grande festa per questa imbarcazione unica nel panorama della nautica da diporto e prodotta in 136 esemplari dal Cantiere Nautico Sartini dal 1971 al 1983

Il cielo è azzurro sopra Genova

Un Salone con grandi numeri di partecipazione e vendite. La qualità e il made in Italy hanno premiato. L'eccellenza del cantiere Fiart di Baia presente a Genova fin dal primo Salone del 1960

RoundItaly: Line Honours per Pendragon

Alle 11:03:57 di questa mattina, dopo essere partito da Genova lo scorso 16 settembre, il maxi Pendragon ha tagliato la linea d’arrivo della più lunga regata del Mediterraneo dopo 6 giorni, 18 ore, 03 minuti e 57 secondi di navigazione

Alberto Riva, identikit di un minista

A 5 giorni dalla partenza della Mini Transat il velista milanese si racconta

Salone Nautico: presentati i risultati della 24ma edizione dell’operazione Delphis

Sono stati presentati al 61° Salone Nautico internazionale di Genova i risultati della 24ma edizione dell’operazione Delphis, la tradizionale manifestazione nautica internazionale per conoscere e proteggere i cetacei del mar Mediterraneo

Solitaire du Figaro: Francesca Clapcich premiata con il Trofeo Suzuki per la combattività

Dal 2017 questo trofeo viene assegnato a un marinaio che abbia dimostrato grande combattività in gara

Garda:l'Italiano RS 21 comandato da Caipirinha

Seconda giornata di regate a Gargnano per il primo Campionato Italiano della classe Rs 21, carena inglese che porta la firma dell'olimpionico Jo Richards

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci