giovedí, 18 luglio 2024

2.4MR

Da domani a Genova il Mondiale classe 2.4 mR

Da domani le acque di Genova ospiteranno il 30mo Campionato Mondiale della Classe 2.4 mR. Giornata di allenamenti in vista dello start per i 91 atleti provenienti da 15 nazioni diverse. Previste condizioni meteo impegnative per il primo giorno di regate che proseguiranno fino a venerdì 18

Con le ultime procedure di stazza e le registrazioni dei partecipanti è ufficialmente cominciato il 30mo Campionato Mondiale 2.4 mR. Giornata di lunedì dedicata alle ultime procedure a terra e una practice race nel primo pomeriggio, con le barche e gli atleti in acqua a provare il campo di regata.
Domani alle 11:00 il primo segnale che darà il via ufficiale al Campionato. In programma fino a 3 prove giornaliere con un minimo di 6 prove valide per l’assegnazione del titolo che, va ricordato, è open e quindi assegnabile senza distinzione alcuna di genere o abilità. “In questo la vela, e nella fattispecie il 2.4 mR, rappresenta un unicum negli sport olimpici - sottolinea Fabio Giuseppe Colella, il consigliere della Federazione Italiana Vela con delega al parasailing - quello che ha reso famosa nel mondo della vela questa piccola imbarcazione, è la possibilità di veder regatare atleti normodotati e atleti disabili alla pari, senza speciali classifiche che rilevino tale 'differenza' perché, proprio per le peculiarità del 2.4, persone con disabilità motorie possono accedere a tale sport con le stesse possibilità di un atleta che non presenti alcun problema”.

L’evento
Il weekend del 12 e 13 ottobre è stato dedicato all’arrivo delle barche e all’accoglienza dei velisti. Lunedì 14, la prima regata di allenamento prevista per le 14:00. Da martedì 15 a venerdì 18, fino a un massimo di 3 regate giornaliere per il raggiungimento del numero utile per assegnare il titolo iridato. Una Genova di inizio autunno ha accolto atleti, allenatori e supporter che hanno beneficiato come base d’appoggio, della straordinaria infrastruttura della Fiera per familiarizzare con la città. Buone le aspettative meteo, con una settimana di venti moderati e mare formato, mentre rimane un'incognita la giornata di domani per via dell'allerta meteo diramata dalla Protezione Civile. Per la serata di oggi è previsto un welcome dinner presso la sede dello Yacht Club Italiano, mentre mercoledì 16, il circus del 2.4 sarà ospite per una visita esclusiva all’Acquario di Genova, sponsor di questo campionato.

L’organizzazione
Oltre alla sinergia e all’impegno degli organizzatori: Yacht Club Italiano, la International 2.4 mR Association e la Federazione Italiana Vela, un fondamentale contributo è stato fornito dalle principali Istituzioni, Regione Liguria e Comune di Genova.
Title Sponsor di questa edizione del Campionato Mondiale: Guldmann, società danese attiva nella produzione e sviluppo di tecnologie applicate al benessere delle persone – e degli atleti – con capacità motorie ridotte, SLAM che fornirà le polo della regata, Costa Edutainment, che ospiterà gli atleti del mondiale per una visita all’Acquario di Genova la serata di mercoledì e in qualità di official supplier: Acqua Sangemini.
Partner importanti inoltre nella complessa organizzazione di eventi di questa portata sono: CBG Convention Bureau Genova per l’accoglienza e la ricettività e Croce Rossa Italiana per tutta l’assistenza sanitaria e di pronto soccorso a mare e a terra

La barca
Il 2.4 nasce a Stoccolma nel 1983 progettato da designer locali che utilizzarono la regola “R Metre” per creare un'imbarcazione singola a bulbo, la 2.4 mR. Si tratta di una vera e propria barca purosangue caratterizzata da una complessità e sofisticatezza da imbarcazione a bulbo, ma ai costi e con la sensibilità di una più semplice deriva. Si tratta di una sorella minore, in termini di dimensioni, ma non di stile di vela, delle più grandi imbarcazioni metriche 6m, 8m e 12m (queste ultime utilizzate per la Coppa America, la generazione di Azzurra tanto per intenderci). Nel 1992 la classe ha ottenuto lo status di Classe Internazionale e da allora ogni anno viene disputato il campionato del mondo con una partecipazione compresa fra le 60 e le 100 unità. Poiché il 2.4mR è adatto a velisti diversamente abili è stato scelto come classe in singolo per le Paraolimpiadi a Sydney nel 2000. Le principali flotte si trovano nei paesi scandinavi, in Italia, in Inghilterra, in Germania, in Australia e negli USA.


14/10/2019 18:23:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Quebec Saint Malò: Alberto Riva racconta il "botto" con il tanker Silver Ray

Resta da capire il perché della collisione che le pessime condizioni meteo giustificano solo in parte

Quebec Saint Malò: Ambrogio Beccaria si ritira ufficialmente

Non è possibile proseguire senza rischi. I problemi strutturali della barca erano noti ed affrontati con una lunga manutenzione a Portland. Ora dovranno essere analizzati con attenzione perché la "potenza è nulla senza controllo" (Pirelli dixit)

A Monfalcone la Optimist Gold Cup

La stagione di grandi eventi e regate firmate Yacht Club Monfalcone entra nel vivo con la quarta edizione della Gold Cup, la regata internazionale per la classe Optmist

Porto Cervo: Django vince la Coppa Europa Smeralda 888

Vince Django in rappresentanza del Royal Thames Yacht Club, seguito da Vamos Mi Amor e Canard a L’Orange dello Yacht Club de Monaco, rispettivamente secondo e terzo classificato

Quebec-Saint Malò: "highlander" Bona

Ibsa e Alberto Bona non hanno mollato, hanno recuperato 220 miglia in 6 giorni ed ora sono a sole 13 miglia dalla testa della corsa a 250 miglia dall'arrivo

Confindustria Nautica: il mercato globale cresce del +11% e raggiunge i 33 miliardi di euro

Il mercato globale della nautica continua a crescere e, nell’ultimo anno[1] disponibile, è arrivato a toccare quota 33 miliardi, di cui oltre 25 miliardi solo per i superyacht

Garda:apre con 30 regate lo Youth Sailing World Championships

Primo giorno ricco di regate, di sole e di vento per gli Youth Sailing World Championships, il Campionato mondiale di Vela Giovanile di World Sailing, la federvela internazionale, ospitato e organizzato quest’anno in Italia sul lago di Garda

Quebec Saint Malò: per IBSA un sesto posto non male

Dopo 14g 20h 19' 42" di navigazione, e 2800 miglia percorse, alle ore 16:34:42 del 15 luglio il Class40 IBSA ha tagliato il traguardo di questa difficile regata, tra bonacce a tempeste, vinta da Achille Nebout a bordo di Amarris

Alberto, Luca e Pablo: ecco la loro Quebec Saint Malò

ll giorno dopo la Transat Québec Saint-Malo il racconto della regata nelle parole dell'equipaggio di IBSA, composto da Alberto Bona, Luca Rossetti e Pablo Santurde del Arco

2024 Tornado World Championship: break a metà campionato

Due prove con la bavetta al mattino poi la grande festa sulla terrazza del Club Nautico Rimini

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci