giovedí, 18 luglio 2024

ARGENTARIO SAILING WEEK

Argentario Sailing Week: una splendida giornata di regate

argentario sailing week una splendida giornata di regate
redazione

Terza giornata di regate per la 29ma edizione dell’Argentario Sailing Week, organizzata dallo Yacht Club Santo Stefano con il supporto della Regione Toscana e del Comune di Monte Argentario, con il meteo ancora protagonista in positivo. Alla partenza il Comitato di regata ha disposto il campo per il percorso numero 5 con la boa al vento per 280° con un’intensità rilevata di 8 nodi in aumento fino a 15 nodi nel corso della regata. Il pre-partenza delle Big Boats è stato caratterizzato da un serrato match race tra Hallowe’en e Mariella, in lizza per il secondo posto in classifica generale. Il percorso ha successivamente portato la flotta a doppiare Punta Lividonia, per poi dirigersi verso la boa posta verso la spiaggia della Giannella. Particolarmente spettacolare il passaggio alla rocca di Talamone che ha portato i concorrenti alla boa Oscar e successivamente alla boa Yankee posizionata davanti allo Yacht Club Santo Stefano, per poi  tagliare il traguardo davanti a Porto Santo Stefano.

Piero Chiozzi, presidente dello Yacht Club Santo Stefano, al termine della regata ha fatto il punto della situazione con la stampa presente, che nel corso delle interviste odierne ha registrato commenti e impressioni dei partecipanti, rilevando un altro livello di soddisfazione. “Gli sforzi e l’impegno profusi, grazie anche al contributo concreto del Comune di Monte Argentario e della Regione Toscana – ha spiegato Piero Chiozzi – ci hanno consentito di raccogliere risultati davvero interessanti quest’anno. Abbiamo fatto alcuni approfondimenti per valutare l’impatto sul territorio, anche in termine di ritorno economico,  dell’evento Argentario Sailing Week. Un dato su tutti mi ha colpito: tra i 40 equipaggi presenti si contano velisti provenienti da ben 25 nazioni di cui 10 extra europee e 15 europee. Questo elemento da solo fa capire il livello di diffusione che raggiunge l’evento nel mondo e la ricaduta positiva sull’immagine dell’Argentario. L’impatto sul territorio è un altro elemento di tutto rispetto. Non sarebbe elegante da parte mia parlare di numeri, ma sappiamo che alberghi, b&b e ristoranti e bar sono ‘fully booked’. Più in generale tutte le attività commerciali stanno beneficiando della presenza di armatori, equipaggi e famiglie, peraltro in un periodo che sicuramente non è ancora di alta stagione. Il meteo è dalla nostra parte ancora una volta e questo ci consente di far quadrare il cerchio.”  

Oggi, una volta che le barche erano nuovamente ormeggiate, c’è stato anche il tempo di prendere un caffè con German Frers, progettista riconosciuto delle più belle e veloci barche del mondo, assiduo frequentatore dell’Argentario Sailing Week, quest’anno a bordo di Matrero, nata dalla sua mano e di proprietà dell’armatore argentino Rafael Pereira Aragon. Due le domande con risposte sintetiche e concrete. La prima: qual è secondo lei il futuro della vela: “Bisognerebbe chiederlo all’intelligenza artificiale – risponde sorridendo, per poi continuare…In realtà abbiamo sempre navigato, in modi diversi e in tempi differenti.  Quindi, secondo me, le persone continueranno a navigare come preferiscono…Navigare Necesse Est!” Seconda domanda: quest'anno l’Argentario Sailing Week registra un aumento del 25% degli iscritti, con 14 barche che partecipano per la prima volta. Come ha visto l’evoluzione di questa regata nel corso degli anni? “L’Argentario è una bella località ed è un ottimo posto per regatare. Vedo sempre crescere il numero di persone che si organizzano per partecipare. In poche parole, qui ci sono davvero tutti gli ingredienti per un ulteriore sviluppo dell’evento. Inoltre, credo che le persone stiano vivendo la loro vita diversamente rispetto recente passato con il desiderio di trascorrere più tempo all’aperto per divertirsi.”

I risultati di oggi sabato 17 giugno:

La flotta è suddivisa in sei classi Big Boats, Vintage Marconi, Vintage Aurici, Classici, Classic IOR e Spirit of Tradition

Big Boats: 1 cl. VIVEKA di Keith Mills;  2 cl. Hallowe'en di Inigo Strez; 3 cl. Mariella di Carlo Falcone;

Vintage Marconi: 1 cl. Comet di William Woodwars-Fischer; 2 cl. Varuna of 1939 di Jens Kellinghusen;  3cl: Stormy Weather di Christopher Sray

Vintage Aurici: 1 cl. Spartan di NGH Restoration; 2 cl. Viola di Kostin Belkin; 3cl: Chinook di Paolo Zannoni.

Classici: 1 cl. Crivizza di Ariella Cattai e Luigi Rolandi; 2 cl. St. Cristopher di Valentin Martin; 3cl: Penelope della Marina Militare

Classici IOR: 1 cl. Vanessa di Patrizio Bertelli; 2 cl. Il Moro di Venezia di Massimiliano Ferruzzi, 3cl: Encounter di Navimarine International.

Spirit of Tradition: 1 cl. Dream di Francesco Pennisi Persio; 2 cl. Toi e Moi di Alessandro Rinaldi (YCSS);  3 cl: Hanni II di Bjorn Hedlund.

La classifica generale dopo tre prove:

Big Boats: 1 cl. VIVEKA - 3 punti;  2 cl. Mariella - 7 punti; 3 cl. Hallowe'en - 7 punti.

Vintage Marconi: 1 Comet – 6 punti; 2 cl. Stormy Weather -  5 punti;  3cl: Varuna of 1939 – 8 punti

Vintage Aurici: 1 cl. Spartan – 3 punti; 2 cl. Viola – 7 punti; 3cl: Chinook – 8 punti.

Classici: 1 cl. Crivizza  - 4 punti2 cl. St. Cristopher – 6 punti; 3cl: Voscià - 11 punti.

Classici IOR: 1 cl. Vanessa – 5 punti; 2 cl. Il Moro di Venezia I - 8 punti, 3cl: Ojalà II – 10 punti.

Spirit of Tradition: 1 cl. Dream – 3 punti; 2 cl. Toi e Moi – 6 punti;  3cl:  Hanni II – 9 punti.

Le classifiche complete sono disponibili al link: http://www.argentariosailingweek.it/classifiche.php

La storia di tutti le imbarcazioni che partecipano all’ Argentario Sailing Week e quella dei loro progettisti sono disponibile sui canali Social Facebook e Instagram della regata in italiano e in inglese.

Il Programma dell'Argentario Sailing Week 2023

Domenica 18 giugno: ore 9.00 skipper briefing e a seguire la regata del giorno. La Cerimonia di premiazione è in programma alle 18:00 presso il Race Village seguita da un Fair Winds Cocktail.

 


18/06/2023 09:51:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Quebec Saint Malò: Alberto Riva racconta il "botto" con il tanker Silver Ray

Resta da capire il perché della collisione che le pessime condizioni meteo giustificano solo in parte

Quebec Saint Malò: Ambrogio Beccaria si ritira ufficialmente

Non è possibile proseguire senza rischi. I problemi strutturali della barca erano noti ed affrontati con una lunga manutenzione a Portland. Ora dovranno essere analizzati con attenzione perché la "potenza è nulla senza controllo" (Pirelli dixit)

A Monfalcone la Optimist Gold Cup

La stagione di grandi eventi e regate firmate Yacht Club Monfalcone entra nel vivo con la quarta edizione della Gold Cup, la regata internazionale per la classe Optmist

Porto Cervo: Django vince la Coppa Europa Smeralda 888

Vince Django in rappresentanza del Royal Thames Yacht Club, seguito da Vamos Mi Amor e Canard a L’Orange dello Yacht Club de Monaco, rispettivamente secondo e terzo classificato

Quebec-Saint Malò: "highlander" Bona

Ibsa e Alberto Bona non hanno mollato, hanno recuperato 220 miglia in 6 giorni ed ora sono a sole 13 miglia dalla testa della corsa a 250 miglia dall'arrivo

Confindustria Nautica: il mercato globale cresce del +11% e raggiunge i 33 miliardi di euro

Il mercato globale della nautica continua a crescere e, nell’ultimo anno[1] disponibile, è arrivato a toccare quota 33 miliardi, di cui oltre 25 miliardi solo per i superyacht

Garda:apre con 30 regate lo Youth Sailing World Championships

Primo giorno ricco di regate, di sole e di vento per gli Youth Sailing World Championships, il Campionato mondiale di Vela Giovanile di World Sailing, la federvela internazionale, ospitato e organizzato quest’anno in Italia sul lago di Garda

Quebec Saint Malò: per IBSA un sesto posto non male

Dopo 14g 20h 19' 42" di navigazione, e 2800 miglia percorse, alle ore 16:34:42 del 15 luglio il Class40 IBSA ha tagliato il traguardo di questa difficile regata, tra bonacce a tempeste, vinta da Achille Nebout a bordo di Amarris

Alberto, Luca e Pablo: ecco la loro Quebec Saint Malò

ll giorno dopo la Transat Québec Saint-Malo il racconto della regata nelle parole dell'equipaggio di IBSA, composto da Alberto Bona, Luca Rossetti e Pablo Santurde del Arco

2024 Tornado World Championship: break a metà campionato

Due prove con la bavetta al mattino poi la grande festa sulla terrazza del Club Nautico Rimini

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci