lunedí, 23 ottobre 2017

QUANTUM KEY WEST 2017

Un 2017 senza precedenti per la 52 SUPER SERIES, a Key West inizia la grande stagione

un 2017 senza precedenti per la 52 super series key west inizia la grande stagione
redazione

Inizia domani ufficialmente la stagione 2017 delle 52 SUPER SERIES, il circuito di monoscafi leader al mondo. La Quantum Key West Race Week segna una nuova stagione, un nuovo inizio, un nuovo bouquet di regate, dagli Stati Uniti all’Europa, sei eventi senza precedenti, per una nuova grande avventura. Solo undici settimane per mettere a punto queste formula 1 del mare. Tutti ad inseguire Quantum Racing, strapotenza della scorsa stagione, il miglior del finale di stagione Azzurra, il ritrovato Rán Racing, gli inseguitori Platoon, Provezza e Bronenosec, i combattivi Gladiator, Sled ed Alegre, il nuovo arrivato Interlodge. Il livello di eccitazione dei team è molto elevato, regatare a Key West sarà una grande prova, sopratutto perchè l’intera stagione dagli USA all’Europa non avrà sosta, non avrà neppure uno scarto, ogni punto vale oro e la concentrazione è di rigore. Ci sono molte più variabili rispetto alle stagioni precedenti, si correranno più regate visto il calendario che comprende sei appuntamenti e più alla pari, questa è la sensazioni che circola in banchina dopo i primi test dei giorni scorsi.
Adrenalina allo stato puro, sin dalle prime fasi, il clima di Key West e le condizioni meteo rendono tutto più affascinante. Sulla linea di partenza avere lo spunto giusto è fondamentale, i primi attimi di regata segnano l’intero match, occhi puntati sui grandi timonieri, da non sottovalutare certi owner driver dalla lunga esperienza. Oggi si è vista una regata a metà, dove una parte dei team se la “svignano” a tre quarti della regata di prova, Sled con Hamish Pepper alla tattica e Ross Mc Donald nel ruolo di stratega fanno le cose giuste, forse per gli altri c’è qualcosa da sistemare, o forse qualcosa da nascondere, lo scopriremo solo aspettando il primo vero start di domani, 16 gennaio alle ore 17 italiane, quanto tutto sarà più chiaro e i giochi avranno realmente inizio.

Vasco Vascotto (ITA) tattico di Azzurra (ITA):

“Siamo giunti ormai alla sesta stagione con Azzurra, ma sono ormai undici gli anni di esperienza di questo team nella classe TP52. Resta immutato il senso di responsabilità verso lo Yacht Club Costa Smeralda, così come quella sensazione da primo giorno di scuola. Da domani vedremo se abbiamo fatto bene i compiti in questo breve lasso di tempo, come sempre abbiamo lavorato molto seriamente, ma sappiamo che i nostri avversari hanno fatto altrettanto”.

Morgan Larsson (USA) tattico di Bronenosec (RUS):

“Tutti i team sono di alto livello, questo è il primo evento della stagione e tutto è un pò come dire agitato, e penso che sarà facile fare degli errori. Questo è un campo di regata difficile e se non sei aggressivo non riesci a salire sul podio. L’obbiettivo maggiore del nostro team è quello di rimanere nei primi tre ad ogni evento in modo di avere una buona media finale. Quantum è ancora un livello sopra tutti, molte squadre hanno lavorato sodo e bisognerà vedere cosa sono riuscite a fare per colmare il gap.”

Terry Hutchinson (USA) tattico Quantum Racing (USA):

“Abbiamo un nuovo stratega e Doug è tornato al timone della barca, quindi c’è molto da lavorare in pozzetto, stiamo lavorando sodo per ottenere un buon stato di forma. Qui fa molto caldo e credo che ci saranno cinque giorni fantastici di regate a Key West. Il primo paio di giorni saranno probabilmente i migliori, mentre per i successivi sarà più difficile. Ma è una lunga settimana. Bisogna tenere duro nella prima parte e arrivare a Giovedi e Venerdì in forma per competere alla vittoria finale. Abbiamo Bora Gulari a bordo e la priorità è quella di ottenere una buona velocità della barca e capire come sarà poi a Miami quando Doug sarà assente. C’è un sacco di apprendimento per lui, per me e Doug nei nostri ruoli e dobbiamo affinare la nostra intesa, questo è un obiettivo.
E ‘fantastico avere quattro imbarcazioni sotto la nostra supervisione, l’aggiunta di Gladiator e Interlodge è un vero punto di forza, ci sono alcuni grandi velisti su entrambe queste barche, ed è una grande opportunità per tutti noi.


16/01/2017 02:11:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Al via la 12ª edizione della Totano’s Cup

La manifestazione prevede una regata per imbarcazioni a vela e un trasferimento in flottiglia per quelle a motore da Marina Cala de’ Medici fino all’Isola di Capraia

“Piu’ Vela per Tutti” IX Edizione Campionato Invernale Otranto 2017 – 2018

Quello di domneica è stato un inizio impegnativo per le 15 barche in acqua, poiché il mare era formato e il vento non scendeva sotto i 18 nodi

Sabato 21 ottobre al via La Cinquanta del Circolo Nautico Santa Margherita

A Caorle anche Michele Zambelli che sarà alle ore 21.00 presso l’Aula Magna Parrocchiale per un incontro aperto a tutti dal titolo “Il mio Oceano”

Fincantieri: al via i lavori in bacino della sesta unità per Viking

La nave, la cui consegna è prevista nel 2019, si posizionerà nel segmento di mercato di unità di piccole dimensioni

Alla Fraglia Vela Riva il Trofeo Torboli

Si confermano primi Demurtas e Cesana. Domenica disputate altre due prove con vento da nord

Match Race Internazionale l’Argentario è pronto a ben figurare

La squadra del CNVA, nelle acque dell’Argentario, affronta quotati campioni internazionali nell’ evento di match race di Grado 2

La Coppa Italia d’Altura cambia pelle e sceglie Riva di Traiano per il 2018

Una nuova formula, con il Circolo vincente che sceglierà la sede per il 2019, e nuove date per le regate, che si svolgeranno a metà luglio 2018

Tavolo tecnico sullo sviluppo della nautica e della cantieristica

Inaugurato da Confindustria nella sede dei Nuovi Cantieri Apuania a Marina di Carrara.Necessità di fare sistema, qualificazione e supporto alle imprese,i temi messi in evidenza

Tu vuò fà o' catamarano

Joe Valia è il nuovo socio di C-Cat; grande appassionato di barche e navigazione, con due giri del mondo a vela alle spalle di cui il primo su un vecchio 13 metri quando non aveva ancora 18 anni

Hilton Molino Stucky sul podio della IV edizione della Venice Hospitality Challenge

A bordo di Pendragon VI anche il Campione Olimpionico Antonio Rossi

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci