mercoledí, 29 giugno 2022


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

circoli velici    mondiale orc    vela olimpica    marina militare    gc32    alinghi    wwf    enit    giochi del mediterraneo    rs21    hansa    vele d'epoca    iqfoil    52 super series    optimist   

TRANSAT JACQUES VABRE

Transat Jacques Vabre: il punto sulla corsa tra poco vento e rotture

transat jacques vabre il punto sulla corsa tra poco vento rotture
redazione

Mentre gli Ultimes navigano ad alta velocità verso Capo Verde, alcuni dei Class 40 sono ancora una volta bloccati in una zona senza vento 1300 miglia dietro, a Capo Finisterre. Il che ancora una volta ha messo alla prova la loro pazienza e ha allargato ulteriormente il divario tra loro. In Imoca per la prima volta inkedOut ha preso il comando della flotta monopolizzato da Apivia fin dall'inizio!

Ultime: Capo Verde nel mirino

I quattro maxi trimarani ancora in gara continuano il loro gioco di strambate negli alisei. Tutti stanno mantenendo alte velocità, tra il 25 e i 30 nodi, e inghiottono le miglia sempre più velocemente ogni giorno. "Abbiamo coperto la distanza tra Madeira e le Canarie in meno di 24 ore e abbiamo coperto tanta distanza in 12 ore quanto abbiamo fatto nei primi due giorni di gara" ha detto Yves Le Blevec (Actual Ultim 3) questa mattina alla radio. Infatti, la flotta, ancora guidata dal Maxi Edmond de Rothschild, ha passato l'arcipelago spagnolo ieri sera e si sta dirigendo verso Capo Verde. Tutti stanno già pensando al prossimo ostacolo, i Doldrums.

La zona di convergenza intertropicale lascia ancora molte opzioni aperte e radicali e gli equipaggi dovranno scegliere come affrontarla oggi.  Lo skipper di Actual Ultim 3:”Ci stiamo dirigendo verso un punto, che raggiungeremo tra qualche ora, dove dovremo fare una scelta. Sappiamo quando dovremo prendere una decisione,  ma non sappiamo ancora quale sia. Stiamo aspettando l'ultimo momento per avere informazioni meteo il più fresche possibili  Il percorso di 7500 miglia che gli Ultimes devono percorrere è ancora lungo e pieno di insidie.

Imoca: Apivia cede il primo posto

Per la prima volta dalla partenza Apivia ha cedoto la leadership a LinkedOut che ora guida la flotta Imoca. I primi stanno continuando il loro viaggio verso Madeira in un vento che è ancora instabile a causa della cella di alta pressione. I 60 piedi sono impegnati in un vero gioco di strambate e si posizionano sul bordo della cresta dell'alta pressione. Più si avvicinano al centro dell'anticiclone più favorevole è la rotazione del vento e l'angolo ma la forza è minore. Pertanto, gli equipaggi scelgono di andare ad ovest finché sentono che il vento è abbastanza forte, e strambare a sud-sud-est per per riguadagnare pressione non appena il vento diventa troppo leggero. Sam Davies, che è stata contattata durante la sessione radio di questa mattina, ha spiegato la difficoltà. "Stiamo cercando di andare dritti e il più velocemente possibile nella giusta direzione, ma non è facile perché il vento varia tra i 10 e i 25 nodi. Dobbiamo essere vigili sulle nostre scelte di vela e sulle regolazioni!" (ndr Giancarlo Pedote è 7° a 160 miglia da LinkedOut)

 

Class40: un secondo ostacolo sulla flotta

Lo spostamento della cresta di alta pressione su Capo Finisterre ha costretto alcuni della flotta a prendere un'altra opzione. Infatti, per non rimanere bloccati in questa zona senza vento una seconda volta, dieci di loro hanno seguito la strategia adottata da Polka Dot. Altri non sono riusciti a fuggire al sud e sono costretti ad avanzare, a babordo, verso ovest per uscire fuori dalla cresta. Questo forte rallentamento a nord della flotta preannuncia grandi distacchi futuri. I primi 40 piedi stanno scappando lungo la costa di Portogallo ad alta velocità mentre la coda della flotta rimane bloccata a Capo Finisterre. In 8 ore, potrebbero esserci altre 100 miglia di separazione. In una comunicazione dalla barca nelle prime ore del mattino, Jean-Jacques Le Borgne (Les Recycleurs Bretons - Navaleo) spiega che "è stata un'altra notte difficile. Abbiamo avuto vento per due ore, poi di nuovo niente. Abbiamo dovuto cambiare le vele una decina di volte e virare secondo gli umori del poco vento che avevamo. Non vedo l'ora che arrivino gli alisei!” (ndr. Andrea Fantini sul Class 40 Guidi è 17° a 94 miglia dal leader La Manche)

 

Ocean Fifty: gioco di velocità tra le isole

250 miglia dietrogli Ultime, gli Ocean Fifty navigano alle latitudini di Madeira che stanno passando in modi diversi. Infatti, alcuni hanno deciso di optare per una rotta orientale mentre (per il momento) altri quattro hanno scelto di scivolare attraverso le isole al fine di sfruttare gli effetti del sito (accelerazione del vento tra due isole). Tuttavia, un ulteriore ostacolo si è insinuato nel loro percorso: reti da pesca alla deriva. Xavier Macaire spiega. "Siamo stati costretti a riposizionarci strambando per evitare queste reti da pesca. Questo ci ha fatto perdere un po' di tempo, ma non è un grosso problema. La cosa principale è che non ci siamo fatti prendere la mano. È successo a Erwan nel Pro Sailing Tour, e ci vogliono diverse ore per uscirne". Koesio, che è in testa dal Golfo di Biscaglia, dovrebbe raggiungere le Canarie entro la fine della giornata e ha un'altra ora o due due ore per decidere se prenderanno, come hanno fatto a Madeira, un'opzione interna o un'opzione interna o un passaggio occidentale.

 

Avarie

Il Class40 Project Rescue Ocean è diretto a Cascais per una sosta tecnica. Da giovedì mattina, alle 8.45, la barca ha rotto il giunto sferico e il raccordo superiore del timone di dritta. Dopo aver considerato uno scalo tecnico in un porto portoghese più a nord, Axel Tréhin e Frédéric Denis sono riusciti ad effettuare una riparazione di fortuna che permetterà loro di beneficiare più a lungo del vento forte. Stanno pianificando una riparazione espressa a Cascais e un ritorno alla gara il più presto possibile.

Il maxi trimarano Sodebo Ultim 3 e il suo team tecnico si sono incontrati a Funchal (Madeira) per riparare il foil di dritta, danneggiato in una collisione con un UFO 24 ore prima. Una riparazione espressa, che in poche ore ha permesso ai due Thomas di tornare in gara questa mattina alle 06:00. Anche se il Maxi Sodebo Ultim 3 non riparte con il 100% delle sue capacità, gli skipper sono motivati e le 6.500 miglia rimanenti lasciano molte opportunità.


12/11/2021 10:47:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Vele d'Epoca a Napoli: domani ore 9.30 al Circolo Savoia la cerimonia dell'alzabandiera

Domani alle ore 9.30 al Reale Yacht Club Canottieri Savoia, con la cerimonia dell'alzabandiera verrà ufficialmente aperta l'edizione 2022 di "Le Vele d'Epoca a Napoli", evento velico in programma nel golfo di Napoli fino a domenica 26

Al via a Porto Cervo il Mondiale ORC con 69 barche da 16 nazioni

Con la Practice race seguita dallo Skipper briefing e dal tradizionale Welcome cocktail sulla terrazza dello YCCS, si apre ufficialmente oggi il Campionato del Mondo ORC, dedicato alla vela d’altura

52 Super Series: a Cascais Quantum difende la sua leadership

Sorpresa Vayu della famiglia Whitcraft che con un quarto e secondo posto balza dietro Quantum davanti a Platoon. Sled e Alegre vincono una manche a testa ma non concretizzano l’altra metà della giornata

Al Rolex TP52 World Championship Quantum Racing va dritto come un treno

A Cascais solo Platoon e Vayu riescono a tenere il passo degli statunitensi

Al Circolo Vela Torbole e alla Fraglia Vela Riva i Trofei Optimist d'Argento juniores e cadetti

Belle regate per i 250 timonieri presenti a Torbole per la 47^ edizione del Trofeo Optimist d’Argento. Ginevra Rovaglia e Lorenzo Ghirotti i vincitori assoluti di categoria

Tuiga conquista il IX Trofeo Principato di Monaco a Venezia

Tuiga, l’ammiraglia dello Yacht Club Monaco, ha conquistato il primo posto Overall del IX Trofeo Principato di Monaco le Vele d'Epoca in Laguna Coppa BNL-BNP Paribas Wealth Management

Torbole: il Mondiale Formula Foil va a Nicolas Goyard e Sofia Renna

A Torbole, sul Garda Trentino, dopo 19 prove si è concluso il mondiale Formula Foil, organizzato dal Circolo Surf Torbole in collaborazione con la classe Internazionale IWA, Federazione Italiana Vela e Consorzio Garda Trentino Vela

Torbole, 47° Trofeo Optimist d’Argento: 5 prove nei primi due giorni

Iniziato sul Garda Trentino con due bellissime giornate di vento e sole il 47° Trofeo Optimist d’Argento, evento organizzato dal Circolo Vela Torbole in collaborazione con Federazione Italiana Vela, con 250 partecipanti provenienti da 13 nazioni

Quantum è il re del Rolex TP52 World Championship

Il Rolex TP52 World Championship di Cascais si cuce sulle casacche di Quantum Racing, il team americano dell’armatore-timoniere Doug De Vos

52 Super Series, Cascais: sarà duello tra Quantum e Platoon

Un piccolo errore alla prima boa di bolina della seconda regata è costato caro al leader della regata Quantum Racing, ma prepara quella che si preannuncia come un'avvincente sfida di sabato contro Platoon per il titolo del Rolex TP52 World Championship

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci