lunedí, 16 settembre 2019


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

este 24    regate    windsurf    vele d'epoca    roma giraglia    circoli velici    gc32    j24    cico 2019    attualità    melges 20    fiv   

AMERICA'S CUP

Russel Coutts sfida l'America's Cup con un nuovo circuito con gli AC50

russel coutts sfida america cup con un nuovo circuito con gli ac50
redazione

Altro che Capuleti e Montecchi!!! Persa l’America’s Cup, Larry Ellison e Russel Coutts hanno deciso di non participare alla nuova edizione, ma di sfidarla con un nuovo circuito e una sfida tra nazioni.  I due si ritrovano tra le mani  quel bel progettino degli AC 50,  costruiti, tra l’altro, da un unico cantiere neozelandese, il Core Builder Composite, di proprietà di Oracle. 

Il lancio del nuovo circuito internazionale, SAILGP, con l'AC50, sembra cosa fatta e rivedrà in acqua i catamarani con i foil dell'ultima edizione dell'America's Cup.

Il programma dovrebbe essere presentato questo mercoledì a Londra e il circuito inizierà a metà febbraio del prossimo anno a Sydney. Poi ci saranno  San Francisco, New York, una località nell’Inghilterra meridionale e Marsiglia. 

Sei le nazioni rappresentate: Stati Uniti, Australia, Giappone, Inghilterra, Cina e Svezia. Al timone delle varie barche nomi importanti: Tom Slingsby, Nathan Outteridge, Chris Draper, Phil Robertson e Billy Besson. 

Dei sei AC50 costruiti per la 35a America's Cup, quattro sono immediatamente disponibili e due sono in costruzione presso Core Builder Composites. Gli AC50 cambieranno nome, e si chiameranno F50, dove la F sta per Foil. Saranno monotipi con lo stesso sistema di controllo dei foil e dell’ala ed un winch in meno, riducendo così il numero di membri dell'equipaggio a bordo d sei a cinque. Meno peso e timoni con un'incidenza maggiore potrebbero aumentare la velocità di 5 nodi. 

Con questo circuito internazionale e gli scontri tra le nazioni, Russel Coutts si posiziona chiaramente contro l'America's Cup istituendo un circuito di regate alternativo. Potrebbe anche contare sul supporto di Louis Vuitton come partner, che garantirebbe un posizionamento in alto di gamma, necessario per il marchio del lusso  estromesso dalla Coppa da Prada. 

Se questo circuito SAILGP è certamente una buona cosa per far rivivere gli AC50, il confronto promette di essere abbastanza brutale con la America’s Cup e neozelandesi ed italiani non saranno certamente contenti. 


02/10/2018 00:24:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

La Voce del Mare, un film di Fabio Dipinto sul rapporto tra l’uomo e il mare

La Voce del Mare - da un’idea di Marco Simeoni, regia di Fabio Dipinto è un film documentario (Italia, 83’) che intende raccontare, da diverse angolazioni e punti di vista, le emozioni universali e il rapporto che l’uomo ha instaurato con il mare

RIGASA: Line Honours per Kika Green Challenge

Un meteo imprevedibile, caratterizzato dal passaggio un fronte depressionario veloce ed inteso, ha reso capriccioso l’Adriatico mettendo a dura prova i 13 equipaggi partiti

Mini 6.50: due settimane alla Mini Transat

Per questa ventiduesima edizione, il navigatore milanese Ambrogio Beccaria è sulla linea di partenza con 9 vittorie su 12 competizioni alle spalle ed è quindi tra i favoriti

Monfalcone, vele d'epoca: al via l'International Hannibal Classic 2019

Dopo la pausa estiva riparte in Adriatico il Trofeo riservato alle Signore del Mare. Dal 13 al 15 settembre lo Yacht Club Hannibal di Monfalcone organizzerà la terza edizione dell’International Hannibal Classic – Memorial Sergio Sorrentino

Vele d’epoca: Pia, Nembo II, Flora e Shahrazad vincono l’lnternational Hannibal Classic 2019

Pia del 1936 nella categoria ‘Epoca’, Nembo II del 1964 tra le ‘Classiche’, Flora nei Classici FIV e Shahrazad nella categoria ‘Sciarrelli’

Alinghi primo leader della GC32 Riva Cup

Nelle cinque prove odierne, corse con un'Ora dagli 8 ai 13 nodi, il team svizzero non si è mai piazzato peggio di terzo e, ha concluso in testa con quattro punti di vantaggio sugli austriaci di Red Bull Sailing Team

Friuli: menzione alla Triennale per i sentieri multimediali della Grande Guerra

I sentieri multimediali della Grande Guerra ricevono una menzione alla Triennale di Milano per il City Brand&Tourism Landscape Award

Melges 20: il titolo europeo va a Brontolo di Filippo Pacinotti

Un risultato conquistato con pieno merito e con una prova di anticipo dopo una battaglia durissima con il campione uscente (e numero 1 della ranking mondiale) Russian Bogatyrs di Igor Rytov a cui va la medaglia d’argento

Europeo Melges 20: il leader è Nika di Vladimir Prosikhin

In vetta alla graduatoria generale c'è il veterano russo Nika di Vladimir Prosikhin con lo statunitense Morgan Reeser alla tattica. Al secondo posto il connazionale e detentore del titolo europeo Russian Bogatyrs di Igor Rytov

La Fiv premia le "sue" medaglie olimpiche

Alessandra Sensini:"Le medaglie sono tanta fatica e sacrificio, allenamento intenso per tutto il quadriennio"

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci