giovedí, 27 aprile 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

orc    platu25    alinghi    gc32    regate    coppa del mondo    j70    andrea mura    protagonist    barcolana    solitari    vela    turismo    vele d'epoca    cio    nautica    half ton    rotte golose    5.5   

ROMA PER 1/2/TUTTI

Roma per 1: la vela "No Frills" di Riva di Traiano fa tendenza

roma per la vela quot no frills quot di riva di traiano fa tendenza
Roberto Imbastaro

Voglia di rivincita per Carlo Potestà, di miglia per Luca Sabiu, di crescita per Alberto Bona, d'Italia per Michel Cohen, di vittoria per Ambrogio Beccaria e, infine, di compagnia, per un solitario, Matteo Miceli, che ha deciso di correre la "Roma" in doppio con la propria compagna, Corinna Massimi.
A Riva di Traiano la vela è sempre stata padrona, ma da oggi e fino alla fine della Roma per1/2/Tutti, lo sarà ancora di più. Certo si organizza anche la parte ludica, con feste, cene e premiazioni, ma sono argomenti del tutto secondari rispetto agli aspetti tecnici e sportivi. Saranno giorni a "Pane&Vela", quelli che ci separano dalla corsa. Si pensa a prepararsi e a prepararsi bene. Venerdì 24 marzo ci sarà il corso per la gestione del sonno, tenuto dal dottor Claudio Stampi, e sabato 25 la giornata dedicata al routing, 8 ore con teoria e pratica sugli strumenti (info c/o il Circolo cnrt@cnrt.it).
Le iscrizioni continuano a crescere: tra i solitari è arrivato anche il Figaro di Michel Cohen, mentre in doppio gli iscritti non solo  continuano ad aumentare, ma alcuni equipaggi si stanno già sottoponendo a lunghi allenamenti per poter essere pronti ad affrontare le 525 miglia dell'impegnativa Transtirrenica.

Tra i solitari il più agguerrito è sicuramente Carlo Potestà, vincitore della prima edizione della regata in solitario:"Quest'anno sarà forse la mia prima vera difesa del titolo - confida il velista toscano - perché due anni fa non ho potuto disputare la regata per un'operazione di ernia del disco che mi ha tenuto a terra. Ci tengo a precisare che è stato quello l'unico motivo della mia mancata partecipazione. Nella mia querelle con la giustizia sportiva, conclusasi positivamente, che mi ha visto lungamente, anche troppo, coinvolto e costretto a difendermi, non ho mai ricevuto nessuna squalifica. Lo scorso anno, invece, mi sono incasinato da solo subito dopo la partenza forse ammaliato dalle andature di Andrea Mura e Giancarlo Pedote. Ho rotto il bompresso e ho fatto una caramella inestricabile allo spi. Errore di presunzione. Regata finita subito e me ne prendo tutta la colpa. Ma quest'anno mi sono preparato a dovere. Ho un nuovo bompresso, un po' più resistente del precedente, e un sistema innovativo che mi consentirà di avere sempre una carena perfetta. Si tratta di un pulitore molecolare subacqueo ad ultrasuoni che può essere usato a barca ferma e consente di avere una carena sempre in ordine. Sicuramente la perfezione della carena inciderà anche sulla velocità della barca e se le condizioni meteo saranno favorevoli al mio Phantomas, penso di poter dire la mia". 

Per Luca Sabiu questa sarà invece una "Roma per 1" con l'Atlantico in testa. "La Mini Transat si avvicina e non vedo l'ora di essere al via anche lì - ci dice commentando la sua partecipazione alla Roma per 1 - ma ho bisogno di fare miglia vere in regata e soprattutto in una regata competitiva come questa. So che il clima qui, sia in banchina sia in regata, è un po' simile a quello dei Mini. Pochi fronzoli e tanta vela. E' una regata "No Frills", di quelle che piacciono a noi. Ci saranno problemi sulla rotta e la necessità di tanta attenzione, perché il Tirreno è trafficato come una tangenziale nell'ora di punta. Sembra assurdo, ma da questo punto di vista in Oceano è tutto molto più semplice". 

Per Matteo Miceli è invece il momento di una Roma per 2, in coppia con Corinna Massimi, sul suo Este 35 PerchéSi. "Tradisco la vela in solitario - ci dice Matteo - ma ancora per poco. Il mio Eco 40 è quasi pronto. Abbiamo albero, bulbo e stiamo procedendo velocemente a rimetterla in acqua. La prossima regata sarà in solitario, e probabilmente sarà la Roma-Giraglia. Intanto in questa Roma per 2 ho una sfida tutta in famiglia con la gemella di PerchéSi, ovvero Whisky Eco, l'Este 35 di Valerio Brinati. E se dovessi batterlo sarà davvero una grande impresa, perché Valerio e la sua barca sono una cosa sola e la 'Roma' è la sua corsa. In solitario o in doppio non ne ha saltata mai una e ne ha anche vinte parecchie


21/03/2017 14:47:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Il CNRT contro i "Furbetti del Trackerino"

Dalla prossima regata verranno certificati i tracking delle barche e la loro traccia costituirà una prova in sede di proteste

Torna la Duecento: la XXIII edizione dal 5 al 7 maggio

A meno 2 settimane dal via, oltre 50 iscritti

Prosecco moldavo? No grazie!

La questione riguarda la vicenda – ben nota al Consorzio Prosecco Doc - del "Prosecco Pronto", prodotto in Moldavia dalla Bulgari Winery

Torna Corri sull’acqua – Windsurf 4 Amputees

Oltre 20 ragazzi con diverse amputazioni agli arti inferiori grazie ai quali è stato possibile, modificando l'aspetto tecnico e la didattica, studiare e approfondire le problematiche specifiche per l'apprendimento del windsurf

FIV: un concorso per il Poster della Coppa Primavela

Il disegno di Letizia Turturiello vincitore nel 2016

Numeri incredibili di pubblico e media per la partenza di Vento di Sardegna

I saluti ufficiali delle istituzioni e dei partner del progetto OSTAR sono stati emozionanti, così come la presenza della Brigata Sassari

Dopa la RomaX2 che fai? TATtacchi alla Lunga Bolina!

Tanti reduci dalla Roma per si troveranno alla partenza della Lunga Bolina, calendarizzata strategicamente una settimana dopo con cui parte il TAT

222 Minisolo, al via la II edizione

Modalità solitario per il terzo appuntamento del Campionato Italiano Mini 6.50

Winexpress, il bicchiere di vino monodose entra in cambusa

E' una novità tutta italiana, pensata, realizzata e distribuita dalla Vinicola Consoli di Olevano Romano

Iniziata la 1^ Selezione Nazionale Optimist di Bari

Vento sui 10 nodi in calare ha visto primi di batteria i romani Nuccorini e Gradoni

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci