domenica, 22 settembre 2019

ROMA GIRAGLIA

Roma-Giraglia: 24 ore al via

roma giraglia 24 ore al via
Roberto Imbastaro

Partirà domani alle 15:00 la Roma-Giraglia, regata di 255 miglia che porterà le 16 imbarcazioni iscritte fino allo scoglio della Giraglia, da lasciare a sinistra per poi rientrare a Riva di Traiano con percorso libero sia all’andata sia al ritorno attraverso le splendide isole dell’arcipelago toscano. 
Il cambio di date deciso dal CNRT e lo spostamento alla fine di settembre, regalerà ai regatanti condizioni più autunnali, con le temperature che si sono abbassate in questi giorni ma che sono previste in ripresa, a partire proprio da giovedì.  
Alla partenza è previsto sole ed un vento in crescita che dovrebbe appena aver girato a NNW passando dai 12/14 nodi  a 7/9 nodi.  Salvo sorprese, essendo quelle le ore in cui è previsto il giro di vento, il meteo potrebbe riservare una partenza molto tecnica. 
Nella notte la flotta dovrebbe incontrare un vento da NE o ENE di poco superiore ai 6 nodi, con temperature tra i 7 e i 10 gradi, prima che il sole scaldi di nuovo la flotta con oltre 26 gradi. 
Ad affrontare il Giraglione in solitario saranno in tre: Roberto Crivellari, con il First 31.7 Dindarella, Oscar Campagnola, sulla sua Fair Lady Blue, un Comfortina 42, e Ugo Vinti su Mareamore, un RM 12.60.
Tra i "per 2" l’ultimo iscritto è stato l’immancabile Whisky Eco (Este 35) di Valerio Brinati, che correrà in coppia con Matteo Miceli, che si aggiunge a Zabriskie Point, il Figaro di Mario Girelli e Marta Magnano, a Libertine di Marco Paolucci con a bordo Lorenzo Zichichi (Comet 45S), a Nuova (I.O.R. OT 40) di Andrea Donato e Sergio Mazzoli, ad Allegro Appassionato (First 41 S5) del CRV Anemos Gambini, e a Coda di Volpe, First 31.7 della Granlasco. 
In equipaggio, partiranno Albana, Sciarelli 50 di Lorenzo Theodoli, Asià, Outremer 55 Light di Marcello Patrizi, Nayla, Modulo 72 di Fabio Pii, Quattrogatti, Comet 45S di Andrea Casini, Tivan, Grand Soleil 43 di Remo Leuzinger, Vahine, First 45 F5 di Alessandro Forci e Vis Viva 3Bù, Comet 45 S di Guglielmo Noya. 

 

 


26/09/2018 09:28:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Vele d’epoca: Pia, Nembo II, Flora e Shahrazad vincono l’lnternational Hannibal Classic 2019

Pia del 1936 nella categoria ‘Epoca’, Nembo II del 1964 tra le ‘Classiche’, Flora nei Classici FIV e Shahrazad nella categoria ‘Sciarrelli’

Campionato Italiano Este24: vince Ricca D’Este 27 di Federica Archibugi

Con grande consistenza tattica, Ricca d’Este 27 di Federica archibugi si laurea Campione Italiano della Classe Este24, davanti a Ricca D’Este 37 di Marco Flemma, medaglia d’argento e a La Poderosa 2.0 di Roberto Ugolini, medaglia di bronzo.

Offshore: finisce in tragedia il record sulla Montecarlo/Venezia

L'imbarcazione si è schiantata su una diga prima dell'arrivo ed era condotta dal pluricampione Fabio Buzzi, deceduto insieme a due piloti inglesi che lo accompagnavano nel tentativo di record

Figaro: il Tour de Bretagne va a Alexis Loison e Frédéric Duthil

Per Giancarlo Pedote e Anthony Marchand un buon nono posto che consente alla coppia di affiatarsi in vista dei successivi impegni sull'Imoca 60

Concluso sul Garda il CICO 2019

Gli atleti delle dieci classi olimpiche riprenderanno adesso il loro cammino versoTokyo 2020, che passerà prima dalla conquista della qualifica per la nazione laddove manca, e del tanto ambito posto in squadra

Il Cantiere Postiglione riporta in mare lo storico yacht in legno “Grazia II”

È stato varato venerdì scorso, 6 settembre 2019, Grazia II, yacht a motore interamente in legno costruito nello storico cantiere Chris Craft negli anni Sessanta

Alinghi vince la GC32 Riva Cup sul filo di lana

Questa è stata la seconda vittoria della stagione per il team di Ernesto Bertarelli dopo la conquista del mondiale di Lagos in Portogallo a giugno

CNRT: 10 giorni alla Roma Giraglia

Parte da Civitavecchia una delle regate più belle del Mediterraneo, con 255 miglia da percorrere tra il fascino discreto delle isole toscane

CAMBUSA - BIWA: Sassicaia Tenuta San Guido miglior vino italiano 2019

Al secondo posto il Barolo Monvigliero DOCG di Burlotto seguito da Terminum Gewurztraminen vendemmia tardva. L’ELENCO DEI MIGLIORI 50 VINI ITALIANI SELEZIONATI DA UNA GIURIA INTERNAZIONALE (by First&Food)

Pedote e Marchand verso la Transat Jacques Vabre

I due sembrano essere una coppia che non scoppia e si sono concentrati soprattutto ad affinare la fiducia reciproca e la visione comune in regata

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci