venerdí, 15 ottobre 2021


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

regate    veleziana    windsurf    ilca    trofeo jules verne    mini transat    campionati invernali    lega italiana vela    scuola vela    press    star    barcolana    optimist    vele d'epoca   

MILLEVELE

Genova, parte la Millevele

genova parte la millevele
redazione

Dovevano essere venti sostenuti e onda formata, ma gli spettri dell’ultima edizione (annullata per avverse condizioni meteo) sono stati soffiati via dal vento, lo stesso che oggi porterà in dote una decina di nodi, tali da rendere indimenticabile la trentatreesima edizione della Millevele. Gli ingredienti per un evento memorabile ci sono, eccome, iniziando dal numero di iscritti. Saranno infatti oltre 200 gli equipaggi al via, in continua crescita, di edizione in edizione e come consuetudine alla partenza ce ne sarà per tutti: dai Maxi alle barche di Ocean Race, passando per quelle dei principali ospedali liguri, arrivando alle imbarcazioni della regata dedicata a Iren e agli scafi degli appassionati puri. La bellezza e l’unicità della Millevele stanno proprio qui. Per tutti, senza distinzione di stazza e di ambizioni. Con un format che ormai è esploso, perché “le regate nelle regate” impreziosiscono la veleggiata e perché la Millevele è diventata La Festa, della città di Genova e della vela, non più soltanto ligure.
In attesa dello start di oggi alle 11, un altro colpo di cannone della Barca Comitato dello Yacht Club Italiano ha dato il via, l'altro ieri alle 17, alla prima edizione della RoundItaly Genova - Trieste. Sono stati i presidenti dello YCI Gerolamo Bianchi e della Società Velica di Barcola e Grignano, Mitja Gialuz, a dare il via alla regata più lunga del Mediterraneo organizzata in partnership con Fincantieri, Confindustria Nautica e 61° Salone Nautico di Genova, FIV e PromoTurismoFVG. A 24 ore dalla partenza della RoundItalyquello che i navigatori in gara si aspettavano si è poi avverato. “Tirreno veramente difficile da decifrare – così il vicepresidente della Class40 Pietro Luciani a bordo di Kika Green con Cristiano Verardo e Cecilia Zorzi – Nella notte un groppo enorme ci ha sbarrato la rotta e abbiamo dovuto prendere delle scelte tattiche di conseguenza. La RoundItaly già nel suo primo giorno si è rivelata una regata lunghissima e molto impegnativa”.

Raffiche fino a 30 nodi e un lungo slalom tra i temporali hanno caratterizzato la prima notte di regata con gli scafi che si sono divisi sulle scelte tattiche, con il maxi Pendragon che a 24 ore dalla partenza ha superato le 200 miglia giornaliere e si trova all’altezza di Fiumicino. Dopo aver traversato il Mar Ligure, la sua discesa è stata ‘lungo costa’ con una opzione che lo ha portato poi a passare nel canale di Piombino e lasciare poi le isole dell’Argentario alla sua sinistra. Stessa rotta per il Class40 Karnak (con l’equipaggio di esperti navigatori Raspadori, Bona e Caracci) mentre gli altri due Class40, Ediliziacrobatica (Moresino) e Kika Green Challenge (Verardo) hanno preferito una più diretta al centro del Tirreno. Al momento di scrivere i due scafi navigano tra i 6 e i 7 nodi molto vicini tra loro in vista di venti più sostenuti che dovrebbero incontrare in prossimità delle Bocche di Bonifacio. Chiude il gruppo il First 44.7 Argo (Luciani) che dopo aver lasciato l’Isola d’Elba alla sua sinistra, si trova in rotta all’altezza dell’Isola di Montecristo con circa 130 miglia – teoriche – sotto la chiglia e 1000 tonde ancora davanti alla sua prua.

Due ore dopo la partenza della RoundItaly, sono partiti anche gli esailor iscritti alla sua gemella virtuale, la e-RoundItaly,che forte del successo ottenuto nel 2020 conta oltre 25mila partecipanti collegati da tutto il mondo sulla piattaforma Virtual Regatta, con l’obiettivo di tagliare il traguardo in contemporanea con i cinque equipaggi in gara. L’aggiornamento sull’andamento della e-Rounditaly viene trasmesso ogni sera alle 20.30 su E Sailing Tv, mentre la RoundItaly può essere seguita anche online grazie al sistema di tracking sul sito www.rounditaly.com.

E se i navigatori della RoundItaly sono all’altezza delle isole dell’arcipelago toscano, a Genova aumentano gli iscritti della Millevele. Cresce ed evolve anche la Hospital Sail Race, dedicata agli ospedali del territorio. Dal prologo a bordo di RS Elite monotipo, che i nosocomi affrontavano alla vigilia della Millevele, prima di dar vita alla finalissima nel corso della veleggiata, si è passati alla partecipazione standard, con equipaggi composti per lo più da professionisti delle singole strutture. E così l’Istituto Giannina Gaslini schiera i suoi a bordo di Keonda III, l’Ospedale Policlinico San Martino risponde armando a dovere il Vega mentre Lunetta e Luna Grigia batteranno rispettivamente il guidone dell’Ospedale Galliera e dell’Ospedale Villa Scassi. Per una sfida nella sfida, volta ad omaggiare le strutture sanitarie genovesi che si sono distinte nella lunga battaglia contro il Covid.

IREN Utility Cup
Anche quest’anno, all’interno di Millevele, si rinnova l’atteso appuntamento della IREN Utility Cup, un evento nell’evento che coinvolge gli scafi e gli equipaggi di aziende e partner del settore multiutility. Dopo il successo delle scorse edizioni, IREN rilancia la regata nel 2021 coinvolgendo 16 aziende fra i più importanti player di settore. Sulle imbarcazioni saliranno i rappresentanti di: Accenture – A2A – Acea – Atos – Axa Partners Italia– Banco BPM – BPER – Bip – BFF Bank – Doxee – Iren – Leagas Delaney – Conic – Friendz – KPMG – Smart Contact.
 
La sfida dei circoli velici
Tra “le sfide nella sfida” della Millevele si pone quest’anno come importante novità la prestigiosa Coppa messa in palio dal Gruppo Boero tra i Circoli Velici del territorio che sono chiamati a partecipare con i loro equipaggi e scafi migliori per un'inedita sfida in mare! Il guanto di sfida, lanciato dallo YCI nell’estate del 2020, è stato raccolto da 28 circoli liguri che sono stati invitati a partecipare con i loro migliori 'cavalli di razza' per aggiudicarsi il glorioso trofeo. Ad aggiudicarsi il Trofeo Challenge Coppa Bartolomeo Boero, l’imbarcazione ‘sociale’ meglio classificata nel raggruppamento più numeroso.
 
La Millevele Classic
Il 2021 vedrà anche la prima edizione della Millevele Classic, per gli scafi d’epoca e classici che concorreranno per aggiudicarsi il Trofeo YCI Heritage. Tutte le imbarcazioni iscritte e costruite prima del 1985 saranno così divise:
Classiche: per le imbarcazioni costruite tra il 1970 e il 1985.
Epoca: per le imbarcazioni costruite prima del 1970.
La formula è quella della veleggiata con la divisione in 3 raggruppamenti in base alla LOA. Alla fine della veleggiata sono previsti riconoscimenti per i primi classificati di ogni Gruppo delle Divisioni Classic e Heritage. Il Trofeo YCI Heritage andrà all’imbarcazione più ‘antica’ iscritta e che completa il percorso.

Premio Confindustria Nautica
Millevele è anche l'occasione per la prima edizione del premio riservato al Cantiere e all’imbarcazione appartenente ad un cantiere presente in esposizione al 61° Salone Nautico che ha raggiunto il miglior piazzamento in ogni Gruppo. 
 
È Primocanale Production il media partner di Millevele 2021, che come avvenuto nel 2019 e sulla scia dei grandi ascolti ottenuti con le produzioni televisive per le recenti regate di Primavera Portofino e Rolex Giraglia, trasmetterà in diretta l'intera veleggiata. Tutta la veleggiata sarà in diretta TV su Primocanale e sul canale Facebook dello Yacht Club Italiano.

Radio ufficiale dell'evento sarà invece Radio Babboleo.


18/09/2021 10:29:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Giovani e sfacciati: i "piccoli" di Anywave Junior concludono la Barcolana

Con il progressivo peggioramento del meteo dopo la partenza il CdR ha annullto la regata per tutte le classi dalla 2 alla 7 ma come molti altri equipaggi, a causa dell’intensità del vento, a bordo di Anywave Junior la trasmissione non è stata recepita

Anywave Safilens disalbera alla Barcolana

Il Maxi di Alberto Leghissa fermato da una raffica, nessun danno all’equipaggio (ph. Max Ranchi)

Mondiale Hansa: il campione è Piotr Cichocki

Vela, a Palermo conclusi i mondiali della Classe Paralimpica Hansa. Il polacco Cichocki campione del mondo

Garda: prima edizione della BTS Green Cup

La competizione velica organizzata da BTS Biogas e Lega Navale Italiana sez. di Garda, ispirata alla sostenibilità ambientale, si disputerà nelle acque del lago di Garda il 16 ottobre

Les Voiles de Saint Tropez: chiusura nel segno di Magic Carpet Cubed

La seconda settimana di Les Voiles de Saint-Tropez per i maxi yacht si è conclusa con un vento da est che alla fine ha dato a 45 delle più grandi barche a vela del mondo un'ultima opportunità di mettere punti sul tabellone

Il Farr 80 Anemos di Marco Bono guida le Maxi Yacht Adriatic Series

Il nuovo circuito di regate Maxi Yacht Adriatic Series - creato dai club centenari Yacht Club Adriaco, Società Nautica Pietas Julia e Compagnia della Vela - entra nel vivo dopo la disputa delle prime due tappe

Trofeo Jules Verne: Dona Bertarelli e Yann Guichard ci riprovano

Dona Bertarelli e Yann Guichard sono di nuovo pronti a tentare la conquista del Trofeo Jules Verne, detenuto dal 2017 da Francis Joyon e dal suo equipaggio con un tempo di 40 giorni 23h 30' 30''

Partirà con la "Garmin Roma per 2" il Trofeo Mediterraneo Class 40

Alessandro Farassino (CNRT): "Siamo felici di questa iniziativa che apre nuovi orizzonti per la grande altura in Mediterraneo e farà il bene di tutto il movimento velico"

Rambler 88 prende il comando a Les Voiles de Saint-Tropez

L'equipaggio di Rambler 88 si è comportato particolarmente bene, dato che oggi ha navigato con loro il team principal di Alinghi, Ernesto Bertarelli, con il quale molti, incluso Butterworth, hanno vinto e poi difeso l'America's Cup nel 2003 e nel 2007

Arca SGR vince anche la Barcolana

Arca SGR del Fast and Furio Sailing Team conquista una delle edizioni più dure e incredibili della Barcolana tagliando il traguardo per prima sul percorso accorciato ai piedi del Castello di Miramare

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci