giovedí, 21 ottobre 2021


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

regate    j24    este 24    middle sea race    vela    garda    optimist    persico 69f    young azzurra    29er    cnsm    rs21    lega navale italiana    dinghy    campionati invernali    vele d'epoca   

VELE D'EPOCA

Ciao Pais e Nembo II conquistano l’VIII Trofeo Principato di Monaco a Venezia

ciao pais nembo ii conquistano 8217 viii trofeo principato di monaco venezia
redazione

Ciao Pais per la categoria Epoca e Nembo II per la categoria Classici sono i vincitori dell’VIII Trofeo Principato di Monaco le Vele d'Epoca in Laguna Coppa BNL-BNP Paribas Private Banking & Wealth Management, evento promosso da Anna Licia Balzan, Console Onorario del Principato di Monaco a Venezia e dalla Direzione del Turismo e dei Congressi del Principato di Monaco a Milano. Ciao Pais (Società Trestina della Vela) ha preceduto in classifica Serenity del 1936 e Gilla del 1950, mentre Nembo II (Yacht Club Adriaco) ha avuto la meglio su Auriga del 1971 e Shahrazad del 1970.

Il Trofeo, organizzato in collaborazione con lo Yacht Club Venezia e il Circolo Velico Il Portodimare, si è svolto con la direzione sportiva di Mirko Sguario e con il patrocinio di A.I.V.E., l'Associazione Italiana Vele d'Epoca. Il Comitato di Regata è stato diretto dal Presidente A.I.V.E. Pier Maria Giusteschi Conti, coadiuvato dal Giudice Nazionale Giancarlo Frizzarin, Emilia Barbieri e Massimiliano Cervelli.

Quest’anno la regata ha segnato un record con oltre trenta imbarcazioni partecipanti costruite tra gli inizi del Novecento e i primi anni Duemila. Le imbarcazioni erano suddivise in 6 categorie (Classici, Epoca, Barche non stazzate, Passere, Spirit of Tradition, Spirit of Tradition A).

CLASSIFICA: Nella categoria “barche non stazzate” si è imposto il 15 Metri S.I. (Stazza Internazionale) Mariska del 1908 prima in tempo reale, seguita da Palaia Tyche (1963) e Jason (1970). Tra le Passere vittoria di Aspasia (1950) che ha avuto la meglio su Capriccio (1981) e Persefone (1965). Tra gli Spirit of Tradition ha vinto Mozart (1984) su Isabella (1999) e Tiziana IV (2002). Tra gli Spirit of Tradition ‘A’ il podio è andato a Quasar (1986), seguito da Moretto (1977) e Agos (1976). 

Nella giornata di sabato le imbarcazioni sono state impegnate con una prima regata su percorso a triangolo nelle acque antistanti il Lido mentre domenica mattina si sono dirette verso il bacino di San Marco per la tradizionale parata confermando ancora una volta che solo Venezia può offrire al pubblico prospettive irripetibili. Quest’anno lo spettacolo è stato davvero straordinario: il pubblico ha potuto ammirare il Palinuro, la bellissima goletta a tre alberi della Marina Militare, veleggiare a pochi metri dalle rive accompagnata dal corteo delle Signore del Mare e dai Riva storici presenti per l’evento in laguna. Successivamente è stato dato il via alla seconda regata del Trofeo, una costiera di circa 7 miglia che ha visto la partecipazione del Palinuro, una vera Regina del mare anche grazie ai suoi 69 mt di lunghezza! 

La manifestazione si è poi conclusa con le premiazioni, nella cornice dell’Arsenale. Ai primi tre classificati per ciascuna categoria sono andati i premi realizzati dal prestigioso marchio Barovier & Toso.

Siamo giunti all’ottava edizione del Trofeo, la sesta per le vele d’epoca - sottolinea Anna Licia Balzan  ed è sorprendente vederla perfezionarsi rinnovandosi ogni anno. L’impegno del Principe Alberto II, da sempre attivo per promuovere la salvaguardia del pianeta e delle acque, è stato per me un esempio che ho voluto concretizzare attraverso la vela, uno sport sano e rispettoso per l’ambiente che porta magnifiche imbarcazioni e il più autentico fair-play marinaresco a fondersi in perfetto accordo con il contesto unico al mondo della Serenissima. Anche per questa edizione abbiamo potuto contare sull’importante sostegno di BNL-BNP Paribas Private Banking & Wealth Management, accanto a noi per dare un segnale di fiducia e ripartenza.”

Sono più che soddisfatto – commenta Mirko Sguario – da un lato la regata continua a crescere segnando un nuovo record di presenze tutte di alto livello, dall’altro viene riconosciuto il suo valore poiché è stata ospitata all’interno dell’Arsenale e inserita nelle celebrazioni per i 1600 anni della città. Il Trofeo Principato di Monaco ha confermato nel tempo le potenzialità per poter figurare tra gli eventi di lunga tradizione che valorizzano il ruolo della nautica permettendo di conoscere da vicino le Signore del mare, vere e proprie opere d’arte dell’ingegneria navale. Ringrazio per l'importante supporto il Comune, qui rappresentato dall’Assessore al Turismo Simone Venturini, la Marina Militare, Vela Spa, il Salone Nautico e tutti coloro che, mossi dalla passione per il mare, mi sono stati accanto e hanno contribuito al successo di questa manifestazione."

 

BNL BNP Paribas Private Banking & Wealth Management” – ha commentato Stefano Schrievers, Head of Wealth Management Italy BNL BNP Paribas – “è anche quest’anno main partner dell’VIII Trofeo Principato di Monaco le Vele d'Epoca in Laguna consapevole della valenza culturale ed economica di questo evento, che esalta la forte tradizione marinara di Venezia e dell’Italia in generale. Una tradizione dalla quale, in questo campo come in altri, discende il valore e la qualità del sapere, dell’abilità e dell’arte italiana, oggi riconosciuti in tutto il mondo. Il nostro Wealth Management coniuga le più diverse specializzazioni di un Gruppo internazionale come BNP Paribas, con la capacità di essere vicini ai nostri clienti tramite il network di BNL in Italia, in modo da fornire un approccio integrato a 360° in un contesto ad alto valore aggiunto.”

Diadora, Nature’s, Dolomia e Alilaguna hanno confermato anche in questa edizione il loro sostegno all’evento.


27/06/2021 22:21:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Techno 293: a Cagliari terza prova dello Zonale

Domani attese al Poetto oltre settanta tavole a vela, domenica la premiazione come prima scuola vela d’Italia alla presenza del sindaco di Cagliari Paolo Truzzu

Trofeo Jules Verne: Dona Bertarelli e Yann Guichard ci riprovano

Dona Bertarelli e Yann Guichard sono di nuovo pronti a tentare la conquista del Trofeo Jules Verne, detenuto dal 2017 da Francis Joyon e dal suo equipaggio con un tempo di 40 giorni 23h 30' 30''

5° Regata Nazionale di Coppa Italia Classe Dinghy 12'

E stata disputata durante il week end la seconda edizione della Veleziana Dinghy 12' Cup a cura della associazioni sportive Associazione Velica Lido e Compagnia della Vela Venezia

Clean Sport One e Anywave Safilens, matrimonio di fatto alla Venice Hospitality Challenge

Dopo l’incidente occorso al Frers 63 Anywave Safilens alla Barcolana di domenica Jure Orel e il team di Clean Sport One faranno salire a a bordo i velisti di Anywave per regatare insieme nell’imperdibile appuntamento veneziano

Maxi Yacht Adriatic Series: Portopiccolo vince la Trieste-Venezia

Il maxi Portopiccolo - Prosecco Doc di Claudio Demartis con al timone lo sloveno Mitja Kosmina si aggiudica la line honours della seconda edizione della Trieste – Venezia Trofeo Challenge Salone Nautico Venezia

Veleziana, iscrizioni a quota 200

Tra i "nomi" di richiamo della vela ci saranno il Moro di Venezia, che regatò con il guidone della Compagnia della Vela alla Coppa America, il vincitore della scorsa edizione Portopiccolo, Arca Sgr, Pendragon VI e Kiwi.

CNSM, Caorle: torna La Cinquanta per chiudere la stagione offshore 2021

In questo fine stagione 2021 a scendere in acqua lungo il percorso Caorle-Lignano-Grado e ritorno saranno una sessantina di imbarcazioni

Garda: una "Regata dell'Odio" in versione estiva

68 edizioni per la Regata dell'Odio salutata da un bellissimo vento di Peler, il classico vento da Nord del lago di Garda e una giornata quasi estiva

Prima prova per l'Invernale di Anzio

Partito il XLVII Campionato invernale Altura e Monotipi 2021-22 di Anzio-Nettuno, che si è svolto su due campi di regata, uno per le vele d’altura e l’altro per la classe J24. Nel corso del Campionato è prevista anche la partecipazione dei Platu 25

Paul Cayard spiega il fascino della Rolex Middle Sea Race

Paul Cayard:"La regata è un brutale esame di abilità, ma le ricompense che regala sono estremamente gratificanti"

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci