mercoledí, 17 luglio 2024

GIRO DEL MONDO

VELA - Progetto Pigafetta 500: il primo giro del mondo condiviso

Il Progetto Pigafetta 500 è entrato nel vivo. Già un centinaio gli iscritti, per un’avventura che prevede di ripercorrere la rotta di Magellano immortalata da Pigafetta nei suoi diari mezzo millennio dopo. Un’avventura unica, divisa in 39 tappe fra agosto 2013 e aprile 2015, dall’Europa alle Isole delle Spezie (attuali Filippine), passando per le coste brasiliane, argentine, polinesiane e sudafricane. Chiunque può partecipare, scegliendo i luoghi da visitare e personalizzando il proprio viaggio.
Il progetto nasce dall’idea di un gruppo di amici assieme alle rappresentanze delle associazioni veliche del vicentino e ai Velisti per caso, Patrizio Roversi e Syusy Blady, che metteranno a disposizione la loro “Adriatica”, la storica barca a vela che li ha visti protagonisti di tante imprese.
L’avventura verrà condivisa dai partecipanti sui social network e sui siti di riferimento, www.pigafetta500.it e www.velistipercaso.it, prima durante e dopo il giro del mondo vero e proprio.

ANTONIO PIGAFETTA
Discendente di una nobile famiglia di Vicenza, Antonio Pigafetta (1492-1534) è stato il primo italiano a fare il giro del mondo assieme al ligure Martino De Judicibus. Ha preso infatti parte alla spedizione di Ferdinando Magellano, considerata la prima circumnavigazione del globo terrestre. Dobbiamo a lui i meravigliosi diari di bordo che raccontano, giorno per giorno, una delle più grandi imprese dell’umanità. A partire dai diari, ha scritto poi, tra il 1524 e 1525, uno dei best seller dell’epoca, Relazione del primo viaggio intorno al mondo.

LA SPEDIZIONE DI MAGELLANO
20 settembre 1519: la nave ammiraglia Trinidad, assieme a quattro caravelle, lascia il porto di San Lucar de Barrameda. Al comando c’è un nobiluomo portoghese, Ferdinando Magellano, che nel tentativo di trovare una via alternativa per “le isole delle Spezie” (le Molucche), finisce per circumnavigare la terra. Un paio di anni dopo, il 27 aprile 1521, la spedizione raggiunge l’arcipelago delle Filippine, dove Magellano muore mentre cerca di conquistare con la forza l’isola di Mactan. Partiti quasi in 300, nemmeno 20 uomini tornano, a bordo di una delle caravelle, la Victoria, il 6 settembre del 1522.


20/12/2012 15:12:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Quebec Saint-Malo: naufragio (e salvataggio) per Alberto Riva e Acrobatica

L’equipaggio, composto da Alberto Riva, Jean Marre e Tommaso Stella, sta bene ed è al sicuro su una nave cargo che l’ha tratto in salvo

Quebec Saint Malò: Alberto Riva racconta il "botto" con il tanker Silver Ray

Resta da capire il perché della collisione che le pessime condizioni meteo giustificano solo in parte

Quebec Saint Malò: per Ambrogio non va "alla grande", lo scafo imbarca acqua

Regata finita anche per Ambrogio Beccaria che imbarca acqua nel suo Class 40 Alla Grande Pirelli

Quebec Saint Malò: Alberto Riva, Tommaso Stella e Jean Marre sbarcheranno alle Azzorre

La direzione di corsa della Quebec Saint Malò ha comunicato che la petroliera liberiana Silver Ray con a bordo i tre velisti soccorsi ieri in pieno Atlantico, farà scalo nelle isole Azzorre, per consentire lo sbarco

Quebec Saint Malò: Ambrogio Beccaria si ritira ufficialmente

Non è possibile proseguire senza rischi. I problemi strutturali della barca erano noti ed affrontati con una lunga manutenzione a Portland. Ora dovranno essere analizzati con attenzione perché la "potenza è nulla senza controllo" (Pirelli dixit)

Parte il 2 agosto la 26ma Carthago Dilecta Est

La Carthago Dilecta Est/Tunisie Sailing Week 2024, arrivata alla 26ma Edizione, è una delle più importanti Regate d'altura del Mediterraneo sia dal punto di vista velico sportivo che da quello mediatico

A Monfalcone la Optimist Gold Cup

La stagione di grandi eventi e regate firmate Yacht Club Monfalcone entra nel vivo con la quarta edizione della Gold Cup, la regata internazionale per la classe Optmist

Porto Cervo: Django vince la Coppa Europa Smeralda 888

Vince Django in rappresentanza del Royal Thames Yacht Club, seguito da Vamos Mi Amor e Canard a L’Orange dello Yacht Club de Monaco, rispettivamente secondo e terzo classificato

Quebec-Saint Malò: "highlander" Bona

Ibsa e Alberto Bona non hanno mollato, hanno recuperato 220 miglia in 6 giorni ed ora sono a sole 13 miglia dalla testa della corsa a 250 miglia dall'arrivo

Confindustria Nautica: il mercato globale cresce del +11% e raggiunge i 33 miliardi di euro

Il mercato globale della nautica continua a crescere e, nell’ultimo anno[1] disponibile, è arrivato a toccare quota 33 miliardi, di cui oltre 25 miliardi solo per i superyacht

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci