mercoledí, 17 luglio 2024

TORNADO

Rimini: presentato il “2024 Tornado World Championship”

Sulla scia del mondiale O'Pen Skiff dello scorso anno, che ha visto in città più di 300 giovani velisti da tutto il mondo, e dell'esperienza dell’Europeo Tornado 2019, Il Club Nautico Rimini (CNR) ha presentato questa mattina, nella propria sede, il prossimo impegno organizzativo, che si svolgerà dal 12 al 19 luglio a Piazzale Boschovich, in collaborazione con la Federazione Italiana Vela (FIV), la International Tornado Class, Yacht Club Cortina D'Ampezzo, Punto Vela Bellariva e con i patrocini di Regione Emilia Romagna- Sport Valley, Comune di Rimini, CONI Emilia Romagna.

Sono attesi circa 30 equipaggi, in rappresentanza di 12 paesi, i migliori specialisti del Tornado, veloce catamarano di 5 metri con equipaggio di due persone, classe olimpica dal 1976 al 2008. Si preannuncia elevato il livello in acqua e le regate saranno sicuramente all'insegna della professionalità e dell'estrema precisione. Al momento hanno confermato la loro partecipazione 25 equipaggi ma altri binomi si aggiungeranno a ridosso dell’inizio.

Da segnalare la presenza dei campioni mondiali in carica, i francesi Yoann Trecul e Thomas Ferrard e dell’equipaggio australiano formato da Allan e Stephen Gamble, che arrivano da più lontano. A tenere alti i colori dell'Italia, gli azzurri Daniele Balducci-Roberto Cassanelli, Luciano Censoni-Andrea Pari, Mirko Mazzini-Andrea Ciabatta, Stefano Sirri-Thomas Venturi.

L'evento assegnerà i titoli di campione mondiale assoluto, in equipaggio misto e giovanile. Il programma prevede la stazze, la practice race e la cerimonia di apertura il 13 luglio, le competizioni in mare si svolgeranno invece dal 14 al 19 (2 manches al giorno su percorsi a bastone) con il 17 luglio come data di riposo o disponibile per eventuali recuperi.

I campi di gara possibili sono due, uno a Nord della darsena e uno a Sud, entrambi ben visibili dalle rispettive spiagge e dal lungomare. La Giuria sceglierà quale usare giorno per giorno, in base alle condizioni meteo-marine.

"Organizzare in un biennio due campionati mondiali di vela, anche se in classi molto diverse fra loro, è per noi un grande onore - la soddisfazione di Gianfranco Santolini, Presidente CNR - Nell'organizzare eventi sportivi, cerchiamo sempre di abbinare la promozione dei valori dello sport, specie verso i più giovani, alla valorizzazione del territorio. Un evento è in grado di raccontare molto bene il senso dello sport ma anche le peculiarità socio-culturali, il tessuto produttivo e le eccellenze di una determinata zona e anche questa volta cercheremo di fare proprio questo. Anche se avremo a che fare con un evento senior, la nostra priorità restano i target più giovani, per i quali l'esempio di campioni più grandi o ex olimpionici è uno stimolo a fare sempre meglio e a rimanere attaccati alla vela anche da grandi".

Così l’assessore allo sport del Comune di Rimini Michele Lari:
"Dopo i campionati europei del 2019, Rimini è orgogliosa di ospitare il campionato mondiale di una classe con una grande tradizione olimpica alle spalle e che porterà nelle nostre acque i più importanti equipaggi e imbarcazioni della categoria. Un risultato raggiunto grazie alla consolidata capacità organizzativa e di accoglienza del Club Nautico, in grado ogni anno di attirare a Rimini eventi e competizioni di carattere internazionale, come i mondiali open skiff del 2023, e che con il Tornado world Championship 2024 aggiunge una gemma ad un’estate di sport eccezionale per la nostra città."

Pur non potendo essere fisicamente presenti, due icone della vela italiana come Max Sirena e Gabriele Bruni hanno voluto manifestare la loro vicinanza ai concorrenti e agli organizzatori del campionato. Lo skipper e Team Director di Luna Rossa Prada Pirelli, riminese doc, si è avvicinato alla vela da piccolo nel vivaio del CNR mente Bruni, nato a Palermo, un’Olimpiade alle spalle, è oggi il Tecnico azzurro del Nacra17, il multiscafo misto olimpico che sta dando tante soddisfazioni al medagliere dell’Italia.

“Un anno così intenso per la vela italiana si arricchisce di un appuntamento mondiale dedicato a una classe di grande tradizione come i Tornado - il saluto di Francesco Ettorre, Presidente della Federazione Italiana Vela - Sono sicuro che il Club Nautico Rimini saprà rendere indimenticabile questo evento e ringrazio il Presidente Gianfranco Santolini e tutto il Consiglio per l’impegno profuso. Auguro a tutti gli atleti buon vento".

Concorde il pensiero di Andrea Dondi, Presidente del CONI Emilia Romagna: "La capacità organizzativa del Club Nautico Rimini è una certezza che ci accompagna oramai da tempo e a nome del Coni e di tutto il movimento sportivo regionale non posso che complimentarmi con il presidente Gianfranco Santolini e con tutto il suo staff per aver voluto un'altra manifestazione di altissimo livello. Sono certo che l'edizione 2024 del campionato del mondo Tornado sarà un successo e che ancora una volta Rimini sarà cassa di risonanza per una regione capace di rispondere alle tante richieste che in questa estate la vedrà protagonista di eventi di successo. Sarò presente proprio il 13 luglio all'avvio del campionato per portare all'amico Santolini la vicinanza di tutto lo sport regionale".


01/07/2024 19:03:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Quebec Saint-Malo: naufragio (e salvataggio) per Alberto Riva e Acrobatica

L’equipaggio, composto da Alberto Riva, Jean Marre e Tommaso Stella, sta bene ed è al sicuro su una nave cargo che l’ha tratto in salvo

Quebec Saint Malò: Alberto Riva racconta il "botto" con il tanker Silver Ray

Resta da capire il perché della collisione che le pessime condizioni meteo giustificano solo in parte

Quebec Saint Malò: per Ambrogio non va "alla grande", lo scafo imbarca acqua

Regata finita anche per Ambrogio Beccaria che imbarca acqua nel suo Class 40 Alla Grande Pirelli

Quebec Saint Malò: Alberto Riva, Tommaso Stella e Jean Marre sbarcheranno alle Azzorre

La direzione di corsa della Quebec Saint Malò ha comunicato che la petroliera liberiana Silver Ray con a bordo i tre velisti soccorsi ieri in pieno Atlantico, farà scalo nelle isole Azzorre, per consentire lo sbarco

Quebec Saint Malò: Ambrogio Beccaria si ritira ufficialmente

Non è possibile proseguire senza rischi. I problemi strutturali della barca erano noti ed affrontati con una lunga manutenzione a Portland. Ora dovranno essere analizzati con attenzione perché la "potenza è nulla senza controllo" (Pirelli dixit)

Parte il 2 agosto la 26ma Carthago Dilecta Est

La Carthago Dilecta Est/Tunisie Sailing Week 2024, arrivata alla 26ma Edizione, è una delle più importanti Regate d'altura del Mediterraneo sia dal punto di vista velico sportivo che da quello mediatico

A Monfalcone la Optimist Gold Cup

La stagione di grandi eventi e regate firmate Yacht Club Monfalcone entra nel vivo con la quarta edizione della Gold Cup, la regata internazionale per la classe Optmist

Porto Cervo: Django vince la Coppa Europa Smeralda 888

Vince Django in rappresentanza del Royal Thames Yacht Club, seguito da Vamos Mi Amor e Canard a L’Orange dello Yacht Club de Monaco, rispettivamente secondo e terzo classificato

Quebec-Saint Malò: "highlander" Bona

Ibsa e Alberto Bona non hanno mollato, hanno recuperato 220 miglia in 6 giorni ed ora sono a sole 13 miglia dalla testa della corsa a 250 miglia dall'arrivo

Confindustria Nautica: il mercato globale cresce del +11% e raggiunge i 33 miliardi di euro

Il mercato globale della nautica continua a crescere e, nell’ultimo anno[1] disponibile, è arrivato a toccare quota 33 miliardi, di cui oltre 25 miliardi solo per i superyacht

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci