domenica, 22 settembre 2019

ROMA PER 1/2/TUTTI

Presentata la Roma per 1/2/Tutti 2019

presentata la roma per tutti 2019
Roberto Imbastaro

Si è svolta a Roma, nella sala del Museo di San Salvatore in Lauro, messa a disposizione dal Pio Sodalizio dei Piceni, alla presenza del Presidente della IV Zona FIV Giuseppe D’Amico e del Presidente dell’Uvai Fabrizio Gagliardi,la conferenza stampa di presentazione della "Garmin Marine Roma per 1/2/Tutti", regata transtirrenica di 535 miglia giunta alla sua XXVI edizione.
“Siamo pronti per una nuova pagina di questa regata oramai classica – ha commentato il Presidente del Circolo Nautico Riva di Traiano Alessandro Farassino – che ha superato in scioltezza il traguardo delle nozze d’argento con il mare. E’, come tutti sanno, una regata impegnativa che è da sempre l’overture della grande altura in Mediterraneo. Farne la storia inizia a diventare complicato perché non basta sfogliare l’albo d’oro della Roma per capirne l’importanza, per conoscerne l’essenza, per respirare l’impalpabile aria di sfida che ha portato sulla linea di partenza tutti i più grandi velisti italiani e non solo. Da Giovanni Soldini a Vittorio Malingri, da Pasquale Di Gregorio a Skip Novak, da Isabelle Autissier a Pierre Sicouri fino ad arrivare alle nuove leve, come, Andrea Fantini, Ambrogio Beccaria o Alberto Bona e a tantissimi altri… troppi per poterli nominare tutti. E non posso non citare il “nostro” solitario Matteo Miceli, che qui a Riva di Traiano ha la sua base. Il suo Class 40, con il quale ha tentato il giro del mondo in solitario, è quasi pronto e vorrebbe rientrare nelle regate agonistiche proprio con la prossima Roma per 2. Quest’anno è poi anche il venticinquennale della Roma per Tutti ed è quindi la giusta occasione per ricordare Don Carlo di Mottola, che vinse quella prima fantastica edizione nel lontano 1995 al comando del suo Chica Tica.

E’ una regata vera, lunga, difficile, fisicamente e tatticamente impegnativa. E’ una regata per marinai, per chi non vuole comprarsi una facile emozione, ma viverla.  
Quest’anno partiremo di sabato, il 6 aprile, una novità che ci spingerà ad anticipare un po’ tutto, ma che consentirà anche una maggiore facilità d’accesso alla nostra “piccolina”, la Riva per 2/Tutti che gira a Ventotene, una regata di 218 miglia, ovvero la quarta regata italiana per lunghezza. Siamo inoltre felicissimi che la Garmin Italia abbia rinnovato la sua partnership con la Roma, confermando il suo ruolo di Title Sponsor. E’ un partner marino e concreto come lo siamo noi, e i suoi prodotti per la nautica sono indispensabili per la sicurezza a bordo. Li ringrazio per essere ancora al nostro fianco in questa non facile avventura”.

“La sicurezza in mare è uno dei valori che condividiamo con la vela, soprattutto con la grande vela d’altura – commenta Simone D'Aiuto, Sales Manager Marine di Garmin Italia – ed è proprio questa attenzione che si è sviluppata attraverso sperimentazione ed acquisizioni, che i prodotti Garmin Marine sono arrivati ad essere una presenza imprescindibile a bordo di ogni tipo di imbarcazione. Quasi una rassicurante presenza familiare. Con la tecnologia satellitare di inReach è stato fatto un passo decisivo, con la comunicazione che è diventata bidirezionale. Si possono inviare e ricevere messaggi, tracciare e condividere un viaggio e, se necessario, attivare un SOS per ricevere assistenza H24 dal centro di monitoraggio globale. La sicurezza non è più solo un segnale Epirb lanciato al mondo nella speranza che qualcuno lo ascolti. Chiunque l’abbia provato sa che non ne farà più a meno. Ecco perché l’altura ci è così affine come valori e traguardi”.

Presente alla conferenza stampa anche il solitario Francesco Cappelletti, reduce dalla partecipazione al Golden Globe Race. Ha raccontato la sua folle cavalcata in Oceano senza tecnologia a bordo ed ha espresso la sua intenzione, se finirà i lavori sulla sua barca, di essere alla partenza della Roma.
 
-----------------
 
La regata 
La Roma per 1/2/Tutti parte da Riva di Traiano ed affronta dopo 110 miglia un cancello posto a Ventotene per poi doppiare Lipari lasciandola sulla sinistra. Nessun cancello previsto nella risalita.Miglia totali 535
 
La Riva per 2/tutti parte da Riva di Traiano e compie il periplo dell’isola di Ventotene che viene lasciata a dritta per rientrare verso Riva di TraianoLe rilevazioni dei passaggi saranno effettuate a cura del Circolo Velico Ventotene, da anni impegnato anch’esso nella grande altura con la splendida regata Carthago Dilecta Est, che unisce da venti anni le due sponde del Mediterraneo.  Miglia totali 218 
 
Il Tracking verrà certificato dalla YBTracking con la garanzia, da parte della società inglese, di uno scostamento massimo certificato dei dati di circa 11 metri. Ogni barca potrà verificare la propria traccia e, se necessario, correggere un eventuale errore, dato che saranno anche evidenziate le zone interdette, così come potrà verificare la posizione di tutti i competitors. Uno strumento di grande trasparenza, ma anche un supporto alla navigazione oltre che come accertamento dei fatti in caso di necessità. Le zone di interdizione alla navigazione davanti a Ladispoli e Nettuno/Torre Astura da sempre sono difficili da gestire ed anche pericolose, perché  utilizzate come poligono di tiro dal Ministero della Difesa ed il tracking sarà un valido supporto. 
 
La piombatura dei motori delle barche avverrà con un sistema basato su una concatenazione di due cavetti piombati e codificati che attraversano “un anello cedevole intermedio”, ovvero un sigillo di ceralacca resistente sino a circa tre kg. di trazione destinato poi a cedere e permettere così un rapido inserimento della marcia avanti. Sarà possibile sia restare in folle, sia inserire la retromarcia, ma non inserire la marcia avanti senza lasciare traccia. In caso di necessità la rottura sarà immediata al superamento della trazione massima tollerata e questo garantirà una notevole sicurezza in caso di pericolo improvviso grazie alla velocità d’azione.
 
I corsi di Safety and Survival Training  verranno effettuati nei giorni 23/24 febbraio e 23/24 marzo presso il Centro Addestramento Soccorso e Sopravvivenza di Anzio della TECNO ITALIA SAFETY AND SURVIVAL TRAINING. Per chi dovesse solo rinnovare il certificato, sarà necessaria la frequenza alla prima delle due giornate.
 
Gestione del Sonno – Ancora non fissate le date per il corso per la gestione del sonno, obbligatorio per i solitari, che sarà effettuato dal dottor Claudio Stampi. 
 
Affidato alla Ocean Drivers, che si avvale della consulenza di Ambrogio Beccaria, il meteo della "Roma", con un briefing meteo prima della partenza ed aggiornamenti giornalieri tramite file grib per i regatanti.

Presentata, inoltre, tutta l’attività del CNRT per il 2019, che prevede, oltre alla “Roma”, anche la 1000 Vele per Garibaldi, la Roma-Giraglia e il Trofeo TART, il Trofeo Altura Riva di Traiano, nato dall’amicizia e collaborazione tra la Granlasco e il Circolo Nautico Riva di Traiano. Fanno parte del TART le seguenti regate: Riva per2/per Tutti, Giannutri per Noi, Roma-Caprera (1.000 Vele per Garibaldi), Giannutri Solo/per Tutti e Roma-Giraglia.

Le iscrizioni sono già aperte ed è possibile scaricare on line il modulo, così come il bando di regata, sul sito del CNRT (
www.cnrt.it

 


01/02/2019 19:17:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Vele d’epoca: Pia, Nembo II, Flora e Shahrazad vincono l’lnternational Hannibal Classic 2019

Pia del 1936 nella categoria ‘Epoca’, Nembo II del 1964 tra le ‘Classiche’, Flora nei Classici FIV e Shahrazad nella categoria ‘Sciarrelli’

Campionato Italiano Este24: vince Ricca D’Este 27 di Federica Archibugi

Con grande consistenza tattica, Ricca d’Este 27 di Federica archibugi si laurea Campione Italiano della Classe Este24, davanti a Ricca D’Este 37 di Marco Flemma, medaglia d’argento e a La Poderosa 2.0 di Roberto Ugolini, medaglia di bronzo.

Offshore: finisce in tragedia il record sulla Montecarlo/Venezia

L'imbarcazione si è schiantata su una diga prima dell'arrivo ed era condotta dal pluricampione Fabio Buzzi, deceduto insieme a due piloti inglesi che lo accompagnavano nel tentativo di record

Figaro: il Tour de Bretagne va a Alexis Loison e Frédéric Duthil

Per Giancarlo Pedote e Anthony Marchand un buon nono posto che consente alla coppia di affiatarsi in vista dei successivi impegni sull'Imoca 60

Concluso sul Garda il CICO 2019

Gli atleti delle dieci classi olimpiche riprenderanno adesso il loro cammino versoTokyo 2020, che passerà prima dalla conquista della qualifica per la nazione laddove manca, e del tanto ambito posto in squadra

Alinghi vince la GC32 Riva Cup sul filo di lana

Questa è stata la seconda vittoria della stagione per il team di Ernesto Bertarelli dopo la conquista del mondiale di Lagos in Portogallo a giugno

Il Cantiere Postiglione riporta in mare lo storico yacht in legno “Grazia II”

È stato varato venerdì scorso, 6 settembre 2019, Grazia II, yacht a motore interamente in legno costruito nello storico cantiere Chris Craft negli anni Sessanta

CNRT: 10 giorni alla Roma Giraglia

Parte da Civitavecchia una delle regate più belle del Mediterraneo, con 255 miglia da percorrere tra il fascino discreto delle isole toscane

CAMBUSA - BIWA: Sassicaia Tenuta San Guido miglior vino italiano 2019

Al secondo posto il Barolo Monvigliero DOCG di Burlotto seguito da Terminum Gewurztraminen vendemmia tardva. L’ELENCO DEI MIGLIORI 50 VINI ITALIANI SELEZIONATI DA UNA GIURIA INTERNAZIONALE (by First&Food)

Pedote e Marchand verso la Transat Jacques Vabre

I due sembrano essere una coppia che non scoppia e si sono concentrati soprattutto ad affinare la fiducia reciproca e la visione comune in regata

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci