venerdí, 15 ottobre 2021


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

regate    veleziana    windsurf    ilca    trofeo jules verne    mini transat    campionati invernali    lega italiana vela    scuola vela    press    star    barcolana    optimist    vele d'epoca   

ROUNDITALY

Partita la RoundItaly Genova/Trieste

partita la rounditaly genova trieste
redazione

Con il colpo di cannone dalla Barca Comitato - il Beppe Croce dello Yacht Club Italiano - è partita oggi alle 17 la prima edizione della RoundItaly Genova - Trieste. Sono stati i presidenti dello YCI Gerolamo Bianchi e della Società Velica di Barcola e Grignano, Mitja Gialuz, a dare il via alla regata più lunga del Mediterraneo organizzata in partnership con Fincantieri, Confindustria Nautica e 61° Salone Nautico di Genova, FIV e PromoTurismoFVG.

Un’ora prima dello start le barche hanno sfilato lungo la diga d’uscita del Porto di Genova per portarsi sulla linea di partenza posta di fronte alla Sturla. Le previsioni meteo, che inizialmente prevedevano venti sostenuti e temporali, hanno invece concesso una finestra perfetta per partire con vento da Sud - Sud Est tra gli 8 e i 10 nodi e mare che iniziava a formarsi. Il primo ad allungarsi dopo lo start, naturalmente, è stato il Maxi Pendragon del LightBay Sailing Team di Carlo Alberini che in poco tempo si è allontanato sulla linea dell’orizzonte a circa 9/10 nodi di velocità. I tre Class 40 hanno optato per una partenza conservativa mettendosi subito mure a sinistra e mettendo la prua a 180°. In prima posizione Karnak di Stefano Raspadori, seguito da Kika Green di Cristiano Verardo ed Ediliziacrobatica di Ernesto Moresino che hanno percorso le prime miglia a pochi metri di distanza l’uno dall’altra. In coda al gruppo il First 44.7 Argo di Luciano Manfredi, con il suo equipaggio di 4 persone, partiti anche loro per questa avventura che li porterà a girare l’Italia peninsulare e raggiungere così Trieste dopo una navigazione di 1130 miglia. Le previsioni per la prima notte di navigazione danno un rinforzo dei venti meridionali che obbligheranno i concorrenti a una prima lunga notte di bolina mentre un calo della pressione è previsto a partire dalla giornata di domani, quando i navigatori dovranno iniziare a studiare tattica e strategia per destreggiarsi tra le isole del Tirreno e raggiungere così il primo gate della regata: lo Stretto di Messina.

Come da tradizione, la sera prima della partenza allo Yacht Club Italiano si sono tenuti il briefing e la cena con gli equipaggi. Il Sindaco di Genova Marco Bucci, velista di comprovata esperienza, il presidente dell’Autorità Portuale Paolo Emilio Signorini e il padrone di casa, Gerolamo Bianchi, presidente dello YCI, assieme al presidente della SVBG Mitja Gialuz hanno brindato ieri sera nel salone di rappresentanza dello Yacht Club Italiano alla partenza della RoundItaly, cenando assieme agli equipaggi e augurando loro il ‘buon vento’ di rito, per una regata che la città di Genova si augura possa presto affermarsi non soltanto a livello nazionale. Il più motivato il Sindaco Bucci, che da sempre è fautore di un gemellaggio sempre più fattivo con la città di Trieste. Inutile sottolineare la risposta del presidente Gialuz, che ha accolto con entusiasmo i propositi del Primo Cittadino, certo del successo dell’evento: "Che aprirà una strada e garantirà un grande futuro sia alla Società Velica di Barcola e Grignano, sia allo Yacht Club Italiano e alla sua splendida città”.

 


17/09/2021 08:22:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Giovani e sfacciati: i "piccoli" di Anywave Junior concludono la Barcolana

Con il progressivo peggioramento del meteo dopo la partenza il CdR ha annullto la regata per tutte le classi dalla 2 alla 7 ma come molti altri equipaggi, a causa dell’intensità del vento, a bordo di Anywave Junior la trasmissione non è stata recepita

Anywave Safilens disalbera alla Barcolana

Il Maxi di Alberto Leghissa fermato da una raffica, nessun danno all’equipaggio (ph. Max Ranchi)

Mondiale Hansa: il campione è Piotr Cichocki

Vela, a Palermo conclusi i mondiali della Classe Paralimpica Hansa. Il polacco Cichocki campione del mondo

Garda: prima edizione della BTS Green Cup

La competizione velica organizzata da BTS Biogas e Lega Navale Italiana sez. di Garda, ispirata alla sostenibilità ambientale, si disputerà nelle acque del lago di Garda il 16 ottobre

Les Voiles de Saint Tropez: chiusura nel segno di Magic Carpet Cubed

La seconda settimana di Les Voiles de Saint-Tropez per i maxi yacht si è conclusa con un vento da est che alla fine ha dato a 45 delle più grandi barche a vela del mondo un'ultima opportunità di mettere punti sul tabellone

Il Farr 80 Anemos di Marco Bono guida le Maxi Yacht Adriatic Series

Il nuovo circuito di regate Maxi Yacht Adriatic Series - creato dai club centenari Yacht Club Adriaco, Società Nautica Pietas Julia e Compagnia della Vela - entra nel vivo dopo la disputa delle prime due tappe

Trofeo Jules Verne: Dona Bertarelli e Yann Guichard ci riprovano

Dona Bertarelli e Yann Guichard sono di nuovo pronti a tentare la conquista del Trofeo Jules Verne, detenuto dal 2017 da Francis Joyon e dal suo equipaggio con un tempo di 40 giorni 23h 30' 30''

Partirà con la "Garmin Roma per 2" il Trofeo Mediterraneo Class 40

Alessandro Farassino (CNRT): "Siamo felici di questa iniziativa che apre nuovi orizzonti per la grande altura in Mediterraneo e farà il bene di tutto il movimento velico"

Arca SGR vince anche la Barcolana

Arca SGR del Fast and Furio Sailing Team conquista una delle edizioni più dure e incredibili della Barcolana tagliando il traguardo per prima sul percorso accorciato ai piedi del Castello di Miramare

Rambler 88 prende il comando a Les Voiles de Saint-Tropez

L'equipaggio di Rambler 88 si è comportato particolarmente bene, dato che oggi ha navigato con loro il team principal di Alinghi, Ernesto Bertarelli, con il quale molti, incluso Butterworth, hanno vinto e poi difeso l'America's Cup nel 2003 e nel 2007

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci