mercoledí, 27 gennaio 2021


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

cultura    press    the ocean race europe    vendée globe    giancarlo pedote    cambusa    vendee globe    laser    america's cup    trofeo jules verne    porti    trasporto marittimo    fiv    guardia costiera    ambiente   

NACRA 15

Nacra 15: per Andrea Spagnolli e Giulia Fava un Argento europeo

nacra 15 per andrea spagnolli giulia fava un argento europeo
Roberto Imbastaro

Andrea Spagnolli e Giulia Fava (FV Malcesine/ AV Civitavecchia) sono vice Campioni Europei per la classe Nacra 15. L'evento per l'assegnazione del titolo continentale si è appena concluso a Gravedona (Como) presso l'AVAL-CDV Centro Vela Alto Lario. 

I due azzurri sono preceduti in classifica dall'equipaggio belga formato da Henri Demesmaeker e Frederique Van Eupen che si aggiudicano quindi la medaglia d'oro; terza piazza e medaglia di bronzo per gli svizzeri Armaud Grange con Marie Van Der Klink.
Buon settimo posto finale (ottavo in classifica generale) per l'altro equipaggio azzurro in gara formato da Leonardo Chistè e Sofia Leoni (CV Arco).

Nella classifica Open - non valevole per l'assegnazione dell'Europeo - il primo posto è occupato dagli argentini Dante Cittadini con Teresa Romairone. 

La FIV ha iniziato nel 2017 l'attività con i Nacra 15 acquistando tre imbarcazioni e promuovendo una serie di stage ad Anzio dove sono stati coinvolti i migliori atleti delle classi giovanili - 29er, 420, HC 16 - interessati a partecipare ad un'attività sul multiscafo.  

A luglio 2017 sono stati individuati quattro equipaggi che sono stati seguiti lungo il loro percorso sul catamarano partecipando ad allenamenti federali. Fra questi, sono stati selezionati tre equipaggi che hanno preso parte ai Campionati Europei di fine ottobre 2017 a Medemblik, evento valido per la qualificazione di un posto nazione per lo YOG (Youth Olympic Games). La preparazione è proseguita per tutto il 2018 con base a Cagliari dove sono stati organizzati tre allenamenti federali congiunti con la squadra olimpica Nacra 17 agli ordini del tecnico federale Gabriele Bruni. Questa scelta ha permesso agli equipaggi del catamarano giovanile di fare tesoro dell'esperienza del team olimpico e del tecnico federale che segue la barca più grande. Marzo e aprile sono stati due mesi impegnativi durante i quali sono stati organizzate ulteriori sessioni di allenamento questa volta a Barcellona, dove di li a poco si sarebbe disputato il Campionato Mondiale di classe, valido come l'ultima selezione olimpica per altri 7 posti nazione per lo YOG. Qui Andrea Spagnolli e Giulia Fava hanno qualificato l'Italia per gli Youth Olympic Games di Buenos Aires 2018. La conquista della medaglia d'argento al Campionato mondiale Giovanile in Texas a luglio è stata la conferma dell'ottimo lavoro svolto per l'individuazione degli equipaggi e la loro preparazione sul multiscafo giovanile.

Alessandra Sensini, direttore tecnico giovanile FIV: "Sono molto soddisfatta per il risultato di Andrea e Giulia al Campionato Europeo di Gravedona che arriva ad un mese di distanza dall'argento al Mondiale in Texas. Questo podio conferma la validità della scelta di individuare nuovi equipaggi dalle varie classi giovanili e del programma sportivo che in un anno e mezzo abbiamo portato avanti con grande impegno". 

Domenico Foschini, Consigliere Federale con delega all'attività giovanile: "Dopo un po' di imprevisti al campionato mondiale 420 e un'esperienza nel campionato mondiale Feva con un vivaio in formazione, arriva una bella prova nel Campionato Europeo Open Nacra 15 con questo splendido argento di Andrea Spagnolli e Giulia Fava! Grazie al Presidente e alla direzione tecnica per aver supportato la crescita degli atleti impegnati nella classe Nacra 15 con risorse e programmazione. Ovviamente un plauso ai coach e a tutti gli equipaggi che si sono impegnati durante tutta la stagione".

Il prossimo appuntamento internazionale per i Nacra 15 sono i Giochi Olimpici Giovanili che si terranno a Buenos Aires 
dal 6 al 18 ottobre 2018.

 


17/08/2018 21:46:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

America's Cup: Ineos vince ma Luna Rossa ci ha provato

E’ stata una regata davvero spettacolare: la leadership è cambiata ben nove volte: un match race a 40 nodi con incroci ravvicinati, ingaggi, proteste. Tutto quello che si chiede a barche ed equipaggi dell’America’s Cup

Vendée Globe: la roulette russa dell'Aliseo

Con l'evoluzione dell'anticiclone, sembra sempre più evidente che non sarà così facile e veloce per i leader collegarsi al treno a bassa pressione proveniente da ovest, con l'obiettivo di raggiungere alle Azzorre il SW favorevole

America's Cup: nuovo programma per le eliminatorie della Prada Cup

Qualora INEOS TEAM UK dovesse vincere la regata di sabato, la prova di domenica sarà ridondante in quanto sarà già il primo classificato dei gironi eliminatori e accederà direttamente alla finale della PRADA Cup

America's Cup: in acqua con il terrore di una nuova scuffia

Nel caso una barca si ribalti durante una regata gli Umpires potranno fermare la prova subito dopo e il punto verrà assegnato all’avversario, senza aspettare che la barca riceva aiuti esterni

L'Europeo Laser Masters 2021 entra nel calendario del Circolo Vela Gargnano

In gara ci saranno gli Over 35 di tutto il Vecchio continente con un bel gruppo di ex velisti olimpici, con ancora tanta voglia di gareggiare con questo singolo, nella versione Radial anche categoria Femminile

Vendée Globe: un vincitore c'è già ed è Jean le Cam

Jean Le Cam e Damien Seguin sono i primi tra i no-foil ed entrambi autori di una corsa eccezionele - Video dei piccoli fan di Jean le Cam

Trofeo Jules Verne: timone rotto per Gitana 17 che fa rotta verso Cape Town

Non possiamo riparare un danno del genere in mare e non possiamo più usare il nostro timone. Lo abbiamo sollevato e ora stiamo navigando a babordo senza timone. Siamo al sicuro, ma non siamo in grado di andare veloce

Volando sull'acqua da Ventimiglia a Montecarlo

Varato Monaco One, il catamarano di Monaco Ports per lo shuttle service con Cala del Forte – Ventimiglia.

Come vincere il Vendée Globe nelle ultime 100 miglia

Secondo i calcoli al computer e le previsioni meteo, i primi skipper dovrebbero tagliare la linea mercoledì 27, in un arco temporale di poche ore. Allungata la linea di arrivo.... non si sa mai arrivassero insieme!

Vendée Globe: una poltrona per tre

Mancano solo cinque giorni, o meno di 2000 miglia, al termine della nona edizione del Vendée Globe e per i primi skipper il finale è ancora aperto

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci