venerdí, 15 ottobre 2021


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

regate    veleziana    windsurf    ilca    trofeo jules verne    mini transat    campionati invernali    lega italiana vela    scuola vela    press    star    barcolana    optimist    vele d'epoca   

MINI TRANSAT

Mini Transat: la transizione ecologica è già "in acqua"

mini transat la transizione ecologica 232 gi 224 quot in acqua quot
Roberto Imbastaro

Parte domenica 26 settembre da Les Sables d’Olonne la 23a edizione della Mini Transat. La regata si svolge su un percorso di 4050 miglia nautiche per concludersi a Saint François in Guadalupa, con tappa intermedia a Santa Cruz de La Palma nelle Canarie. I 90 skipper in gara navigheranno a bordo di imbarcazioni della lunghezza di sei metri e mezzo, in solitaria, senza assistenza e senza comunicazione. 

Una palestra per i concorrenti - 18 dei 34 partecipanti all’ultima Vendée Globe avevano all’attivo almeno una Mini Transat - e un laboratorio per progettisti e architetti (12 solo in questa edizione) che su queste imbarcazioni hanno modo di sperimentare e testare concept innovativi per valutarne l’implementazione nelle classi superiori.

In una regata di questa complessità, dove è importante ridurre al minimo ingombro e peso senza rinunciare all’efficienza, la produzione energetica a bordo ha un ruolo preponderante. 

Di questo aspetto si occupa da anni Solbian, azienda torinese con sede ad Avigliana, impegnata nella produzione di pannelli solari flessibili.

Anche per Solbian la Mini Transat rappresenta uno dei principali banchi di prova per i moduli fotovoltaici.

Dopo l’esperienza delle precedenti edizioni, nel 2021 Solbian introduce un kit dedicato al mondo mini, il Kit fotovoltaico mini 6.50, composto da un pannello SP104 full black, ideale per essere installato sulle strutture rigide a poppa, un regolatore di carica MPPT, cavi e connettori MC4. Le celle SunPower™ utilizzate nel pannello SP104 sono celle monocristalline ad altissima efficienza (la maggiore sul mercato). I contatti elettrici formano sul retro della cella una struttura ridondante che garantisce una gestione ottimale delle microfratture, senza perdita di potenza. 

Inoltre le celle SunPower™ sono le migliori per quanto riguarda l’efficienza in bassa illuminazione e la ridotta sensibilità alle alte temperature, infatti il coefficiente di decrescita della potenza con la temperatura è inferiore del 25% rispetto a quello delle altre celle cristalline. Il top di gamma per quanto riguarda leggerezza, flessibilità ed efficienza. 

A montare il kit fotovoltaico mini 650 nella 23a edizione saranno Giovanni Mengucci ed Alberto Riva.

Giovanni Mengucci è il più giovane degli italiani in gara, velista ventunenne di Santa Marinella, studia ingegneria nautica nel Regno Unito. Naviga a bordo del mini Alpha Lyrae.

Alberto Riva è laureato in ingegneria fisica presso il Politecnico di Milano, dal 2017 è impegnato nella preparazione di barche e skipper per la Mini Transat oltre a collaborare con la facoltà di Ingegneria biomedica del Politecnico di Milano per alcuni studi sulla gestione del sonno. Nel 2019 si aggiudica il titolo di Campione Italiano Classe Mini 650 – categoria prototipo. Alberto partecipa con il nuovo mini Vector, EdiliziAcrobatica. 

Nel 2021 Solbian sale a bordo anche con Giammarco Sardi e Matteo Sericano.

Dopo un percorso decisamente positivo che lo ha visto aggiudicarsi il primo posto al Gran Premio D’Italia 2020, al Mini Solo 2020 e diventare Campione nazionale classe Mini nello stesso anno, Giammarco Sardi si è iscritto alla 23a edizione della Mini Transat.

Giammarco, per tutti Mambo, naviga a bordo di Antistene 992.

Genovese classe 97, Matteo Sericano è laureato in filosofia all'università di Genova, naviga dall’età di 6 anni e a soli 15 anni è uno dei più giovani marinai alla Giraglia Rolex Cup.

Negli anni Matteo regatta come professionista e navigatore in numerose barche e campi di regata europei, in equipaggio e in doppio, sempre con ottimi risultati, prendendo parte alle principali competizioni inshore e offshore del Mediterraneo.

Matteo affronta questa 23a edizione a bordo di Gigali.

 


20/09/2021 15:29:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Giovani e sfacciati: i "piccoli" di Anywave Junior concludono la Barcolana

Con il progressivo peggioramento del meteo dopo la partenza il CdR ha annullto la regata per tutte le classi dalla 2 alla 7 ma come molti altri equipaggi, a causa dell’intensità del vento, a bordo di Anywave Junior la trasmissione non è stata recepita

Anywave Safilens disalbera alla Barcolana

Il Maxi di Alberto Leghissa fermato da una raffica, nessun danno all’equipaggio (ph. Max Ranchi)

Mondiale Hansa: il campione è Piotr Cichocki

Vela, a Palermo conclusi i mondiali della Classe Paralimpica Hansa. Il polacco Cichocki campione del mondo

Garda: prima edizione della BTS Green Cup

La competizione velica organizzata da BTS Biogas e Lega Navale Italiana sez. di Garda, ispirata alla sostenibilità ambientale, si disputerà nelle acque del lago di Garda il 16 ottobre

Les Voiles de Saint Tropez: chiusura nel segno di Magic Carpet Cubed

La seconda settimana di Les Voiles de Saint-Tropez per i maxi yacht si è conclusa con un vento da est che alla fine ha dato a 45 delle più grandi barche a vela del mondo un'ultima opportunità di mettere punti sul tabellone

Il Farr 80 Anemos di Marco Bono guida le Maxi Yacht Adriatic Series

Il nuovo circuito di regate Maxi Yacht Adriatic Series - creato dai club centenari Yacht Club Adriaco, Società Nautica Pietas Julia e Compagnia della Vela - entra nel vivo dopo la disputa delle prime due tappe

Trofeo Jules Verne: Dona Bertarelli e Yann Guichard ci riprovano

Dona Bertarelli e Yann Guichard sono di nuovo pronti a tentare la conquista del Trofeo Jules Verne, detenuto dal 2017 da Francis Joyon e dal suo equipaggio con un tempo di 40 giorni 23h 30' 30''

Partirà con la "Garmin Roma per 2" il Trofeo Mediterraneo Class 40

Alessandro Farassino (CNRT): "Siamo felici di questa iniziativa che apre nuovi orizzonti per la grande altura in Mediterraneo e farà il bene di tutto il movimento velico"

Arca SGR vince anche la Barcolana

Arca SGR del Fast and Furio Sailing Team conquista una delle edizioni più dure e incredibili della Barcolana tagliando il traguardo per prima sul percorso accorciato ai piedi del Castello di Miramare

Rambler 88 prende il comando a Les Voiles de Saint-Tropez

L'equipaggio di Rambler 88 si è comportato particolarmente bene, dato che oggi ha navigato con loro il team principal di Alinghi, Ernesto Bertarelli, con il quale molti, incluso Butterworth, hanno vinto e poi difeso l'America's Cup nel 2003 e nel 2007

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci