giovedí, 25 febbraio 2021


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

circoli velici    este 24    scuola vela    maxi-tri    america's cup    garda    dolphin    luna rossa    maxi    vela olimpica    the ocean race    team    press    fiv   

VELA OLIMPICA

Il mondo della vela si è dato appuntamento alle Canarie in vista delle Olimpiadi di Tokyo

il mondo della vela si 232 dato appuntamento alle canarie in vista delle olimpiadi di tokyo
redazione

Il mondo della vela si è dato appuntamento alle Isole Canarie in vista delle Olimpiadi di Tokyo 2021: oltre 200 velisti di 35 nazionalità hanno scelto l’arcipelago spagnolo, e in particolare Lanzarote, per il proprio training invernale. La destinazione ha infatti condizioni naturali molto simili a quelle vicine all’isola di Enoshima, dove si disputeranno le gare la prossima estate, e il clima mite anche nei mesi più freddi la rende il luogo ideale per allenarsi. Perfino alcuni team giapponesi hanno fatto tappa alle Canarie per prepararsi al grande evento.

Tra gli atleti arrivati a Lanzarote c’è anche l’italiano Giovanni Coccoluto: “Essere qui rappresenta un'ottima opportunità per preparare la nuova stagione e il nuovo anno”, racconta il velista delle Fiamme Gialle di Gaeta. Link interviste atleti olimpici

La Regata Olimpica Invernale di Lanzarote

Il grande afflusso di atleti ha spinto il Real Club Náutico Arrecife e Marina Rubicón, insieme alla Federazione Canaria di Vela, a organizzare la “Regata Olimpica Invernale di Lanzarote”. Le gare, che si sono tenute nella seconda metà di gennaio, hanno coinvolto diverse categorie olimpiche: tra i vincitori spiccano alcuni ori di Rio 2016, come i fratelli Mihovil e Šime Fantela (classe 49er maschile) e Martine Grael e Kahena Kunze (classe 49er FX), pronti a replicare l’impresa a Tokio 2021.  Tutti i risultati

 

Isole Canarie, paradiso della vela e non solo

Isole Canarie offrono le condizioni ideali per i velisti, professionisti e non. La peculiare posizione dell’arcipelago bagnato dell’Oceano Atlantico assicura un bel tempo quasi costante – considerato un lusso nello sport della vela – con una temperatura mite anche in inverno che non scende sotto i 19 gradi, oltre 4900 ore di luce all’anno, grandi onde e venti favorevoli. Le isole si trovano nella zona degli Alisei, quei venti regolari per direzione e intensità, perfetti per la navigazione.

L’arcipelago ha fatto quindi degli sport nautici una vocazione, tanto da dotarsi di infrastrutture di alto livello per l’allenamento anche fuori dall’acqua e offrire un ampio ventaglio di attività a supporto della pratica. Uno sforzo premiato in questa stagione dall’arrivo sulle isole dell’élite della vela internazionale.

Le caratteristiche naturali delle Canarie le rendono tuttavia una meta obbligatoria anche per gli sportivi di altre discipline: surfisti, triatleti, nuotatori, parapendisti, giocatori di beach volley e ciclisti di tutto il mondo scelgono le isole come base per allenarsi. Del resto, passare rapidamente dal livello del mare ai più di 1.800 metri della vetta Teide nell'isola di Tenerife è molto facile grazie alla conformazione morfologica delle isole: una moltitudine di scenari diversi che fanno da sfondo a diverse attività sportive.


08/02/2021 14:57:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

America's Cup: si regata sabato dopo una giornata vergognosa

l tentativo di ACE di forzare la mano e procrastinare le regate conclusive dell’America’s Cup è fallito, anche perché, a termini di regolamento, Luna Rossa avrebbe richiesto la vittoria a tavolino

America's Cup: Ineos tenta di non arrendersi anzitempo

Ineos Team nervoso, ma riesce a prendere il suo primo punto nella seconda prova dopo che nella prima aveva messo in cascina solo due penalità Luna Rossa conduce ora 5 a 1

America's Cup: New Zealand ci aspetta

Peter Burling:" Alcuni dei ragazzi di Luna Rossa erano nostri compagni di squadra l'ultima volta, quindi li conosciamo bene e loro conoscono noi"

Il mattino ha "l'Oro in Coppa"

Nell'alba italiana garrisce il tricolore ad Auckland dove Luna Rossa conquista il diritto a sfidare Team New Zealand per l'America's Cup vincendo la Prada Cup con un perentorio 7 a 1 su Ineos Team UK

Week-end decisivo per la Prada Cup

Dopo cinque giorni di pausa si torna in acqua questa notte alle 4:00 ora italiana per un week-end di regate che potrebbe essere decisivo

Tokio 2020: Federvela indica i primi tre equipaggi

Il Consiglio FIV conferma le scelte del DT e del Presidente. Ecco i primi tre equipaggi per la vela proposti al CONI:- 470 maschile: Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò - ILCA 6: Silvia Zennaro - Nacra 17: Ruggero Tita e Caterina Banti

Garda: i Dolphin pronti ad una grande stagione

Si parte a metà marzo con “Winter & Bianchi”

Vitamina Sailing tra Club Swan 36 e catamarani M32

Il Vitamina Sailing team è pronto a tornare in azione per affrontare una stagione di regate ancora più ricca di appuntamenti in giro per l’Europa

Genova: finale di The Ocean Race Europe!

Come succederà per il giro del mondo 2022-23, Genova sarà finale della prima edizione di The Ocean Race Europe il prossimo giugno

Luna Rossa premiata con la Prada Cup

Con la cerimonia conclusiva, avvenuta sul main stage dell’America’s Cup Village di Auckland, la PRADA Cup è stata consegnata all’equipaggio di Luna Rossa Prada Pirelli, divenuto Challenger del 36 esimo America’s Cup Match

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci