mercoledí, 15 luglio 2020

J24

Cagliari: Aria passa al comando del Zonale J24

cagliari aria passa al comando del zonale j24
redazione

Nelle acque del Poetto, ben organizzato dal Windsurfing Club Cagliari, è proseguito regolarmente con la seconda giornata di regate il Circuito Zonale J24 al quale stanno partecipando dieci equipaggi J24 provenienti da tutta la Sardegna. “Già da diversi giorni la flotta Sarda era in fermento per l'arrivo di una poderosa maestralata che, con venti previsti intorno ai 30 nodi, avrebbe reso complicata la seconda giornata della prima tappa del Circuito Zonale J24.- ha spiegato il Capo Flotta Marco Frulio -Invece la regata, organizzata dal Windsurfing Club di Cagliari, è stata caratterizzata da venti raramente sopra i 15 nodi. Tali condizioni hanno permesso al Comitato di Regata, presieduto da Betty Lai, coadiuvata dal Presidente della III Zona FIV Massimo Cortese, di dare la partenza di tre avvincenti prove dove mai nulla è stato dato per scontato. Puntuale è stato il posizionamento del campo da parte dei posaboe e incalzante il ritmo delle tre prove con le partenze date poco dopo gli arrivi.

Le partenze sono state tutte tiratissime e i continui salti di vento hanno reso i bordeggi mai scontati. Avere costanza nei piazzamenti è stata una cosa veramente ardua per quasi tutti. Tutti tranne uno: Andrea Casale. Il più volte campione Italiano e due volte campione del mondo J24 ha infatti passato in testa tutte le boe di tutte e tre le prove lasciando agli altri solo la lotta per le altre posizioni del podio. Nella prima è giunta seconda Vigne Surrau, timonata da Aurelio Bini. Ottimo il recupero fatto durante la regata che gli ha permesso di arrivare davanti a Dolphins di Giuseppe Taras. La seconda prova ha visto Dolphins, timonata da Nicola Campus con alle scotte Augenio Basciu, tentare di tutto per passare chi conduceva la regata ma l'ottima velocità dimostrata non è stata sufficiente. Al terzo posto è giunta New Mollica di Sergio Contu che questa volta sembra aver trovato il passo che gli era mancato nella passata giornata di regate.

L'ultima prova è stata caratterizzata dal duello tra Aria e New Mollica ma l'imbarcazione timonata da Antonello Ciabatti è stata tenuta sotto controllo dall'esperto timoniere della North Sails. Al terzo posto è arrivata Vigne Surrau del Club Nautico Arzachena sempre pronta a dire la sua quando la lotta si fa dura.

Al termine delle regate gli equipaggi J24 si sono riuniti a parlare con il campione genovese che, oltre descrivere le vele che rappresenta, ha dato ottimi consigli sulla conduzione dell'imbarcazione e sulle scelte tattiche da tenere in condizioni come quelle di domenica. L’arrivo della pasta offerta dal WWC ha dato la giusta conclusione ad una bellissima giornata di mare e sport.”

La classifica generale (stilata dopo le prime 5 regate) vede ora in testa Ita 443 Aria della LNI Olbia (5 punti; 6,2,1,1,1), seguita da Ita 405 Vigne Surrau del Circolo Nautico Arzachena distanziata di 4 punti (9; 3,1,2,9,3) e da Ita 401 Dolphins di Giuseppe Taras (12 punti; 2,6,3,2,5). Il prossimo appuntamento con l’attiva Flotta sarda J24 è fissato il 16 e 17 febbraio per il week end conclusivo della prima tappa del Circuito dei J24 isolani.

 

 


06/02/2019 09:56:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

L'estate di Lignano tra buon vino, cibo e navigazione

Navigazione verso Marano e Aquileia con degustazioni dei prodotti della Strada del Vino e dei Sapori FVG

Il Governo "affonda" i porti turistici

Assomarinas: è inaccettabile, ancora una volta nel Decreto Rilancio il Governo ignora i problemi dei porti turistici

Caorle: tutti i vincitori de "La Duecento"

Con l’arrivo di Sheherazade di Nevio Zagaria alle 21:20 di sabato 11 luglio, vincitore del Trofeo Soligo Never Give Up, si è conclusa ufficialmente la ventiseiesima edizione de La Duecento, la prima regata offshore italiana in tempi Covid

Vendée-Arctique: Giancarlo Pedote studia per il Vendée Globe

Un'intervista rilasciata questa mattina mentre si avvia verso il waypoint Gallimard guadagnando posizioni. Ora è 10°

Vendée Arctique: nella piatta lotta tra Beyou e Dalin

Qualche problema per Giancarlo Pedote che si difende e festeggio in solitario i suoi 9 anni di matrimonio con Stefania

Melges 32 World League: la prima giornata del 2020 è un gioco di equilibri

Secondo weekend italiano di regate e stavolta i protagonisti sono gli equipaggi della Classe Melges 32 che, da ieri fino a sabato, sono impegnati nella prima frazione delle Melges World League 2020 a Malcesine.

L'ottusità della burocrazia blocca la vela sul lago di Bracciano

Iniziativa della Federvela del Lazio per sbloccare la situazione delle regate a Bracciano: il presidente FIV IV Zona Giuseppe D'Amico scrive a Zingaretti. Il caso di una norma del 2014 interpretata male che blocca le regate

Scuole Vela FIV 2020: i primi numeri sono positivi

Le Scuole Vela FIV hanno iniziato da un paio di settimane la loro attività, e nonostante il periodo particolare e una stagione annunciata come difficile, i primi numeri che arrivano dai Circoli Velici in tutta Italia sono positivi

Caorle, La Duecento: Line Honours per Hagar V

La prima imbarcazione assoluta e della categoria XTutti al traguardo è stata Hagar V, Scuderia 65 nuovissimo, dell’armatore alto-atesino Gregor Stimpfl con Sergio Blosi, Lorenzo Tonini, Silvio Santoni, Samuele Nicolettis e Nevio Sabadin

Tre Ultim alla Drheam Cup

A prendere il via saranno in tre, il Team Actual Leader, Maxi Edmond de Rothschild e Sodebo Ultim 3. Giovanissimi a bordo con Yves Le Blevec

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci