domenica, 22 settembre 2019

J24

Cagliari: Aria passa al comando del Zonale J24

cagliari aria passa al comando del zonale j24
redazione

Nelle acque del Poetto, ben organizzato dal Windsurfing Club Cagliari, è proseguito regolarmente con la seconda giornata di regate il Circuito Zonale J24 al quale stanno partecipando dieci equipaggi J24 provenienti da tutta la Sardegna. “Già da diversi giorni la flotta Sarda era in fermento per l'arrivo di una poderosa maestralata che, con venti previsti intorno ai 30 nodi, avrebbe reso complicata la seconda giornata della prima tappa del Circuito Zonale J24.- ha spiegato il Capo Flotta Marco Frulio -Invece la regata, organizzata dal Windsurfing Club di Cagliari, è stata caratterizzata da venti raramente sopra i 15 nodi. Tali condizioni hanno permesso al Comitato di Regata, presieduto da Betty Lai, coadiuvata dal Presidente della III Zona FIV Massimo Cortese, di dare la partenza di tre avvincenti prove dove mai nulla è stato dato per scontato. Puntuale è stato il posizionamento del campo da parte dei posaboe e incalzante il ritmo delle tre prove con le partenze date poco dopo gli arrivi.

Le partenze sono state tutte tiratissime e i continui salti di vento hanno reso i bordeggi mai scontati. Avere costanza nei piazzamenti è stata una cosa veramente ardua per quasi tutti. Tutti tranne uno: Andrea Casale. Il più volte campione Italiano e due volte campione del mondo J24 ha infatti passato in testa tutte le boe di tutte e tre le prove lasciando agli altri solo la lotta per le altre posizioni del podio. Nella prima è giunta seconda Vigne Surrau, timonata da Aurelio Bini. Ottimo il recupero fatto durante la regata che gli ha permesso di arrivare davanti a Dolphins di Giuseppe Taras. La seconda prova ha visto Dolphins, timonata da Nicola Campus con alle scotte Augenio Basciu, tentare di tutto per passare chi conduceva la regata ma l'ottima velocità dimostrata non è stata sufficiente. Al terzo posto è giunta New Mollica di Sergio Contu che questa volta sembra aver trovato il passo che gli era mancato nella passata giornata di regate.

L'ultima prova è stata caratterizzata dal duello tra Aria e New Mollica ma l'imbarcazione timonata da Antonello Ciabatti è stata tenuta sotto controllo dall'esperto timoniere della North Sails. Al terzo posto è arrivata Vigne Surrau del Club Nautico Arzachena sempre pronta a dire la sua quando la lotta si fa dura.

Al termine delle regate gli equipaggi J24 si sono riuniti a parlare con il campione genovese che, oltre descrivere le vele che rappresenta, ha dato ottimi consigli sulla conduzione dell'imbarcazione e sulle scelte tattiche da tenere in condizioni come quelle di domenica. L’arrivo della pasta offerta dal WWC ha dato la giusta conclusione ad una bellissima giornata di mare e sport.”

La classifica generale (stilata dopo le prime 5 regate) vede ora in testa Ita 443 Aria della LNI Olbia (5 punti; 6,2,1,1,1), seguita da Ita 405 Vigne Surrau del Circolo Nautico Arzachena distanziata di 4 punti (9; 3,1,2,9,3) e da Ita 401 Dolphins di Giuseppe Taras (12 punti; 2,6,3,2,5). Il prossimo appuntamento con l’attiva Flotta sarda J24 è fissato il 16 e 17 febbraio per il week end conclusivo della prima tappa del Circuito dei J24 isolani.

 

 


06/02/2019 09:56:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Vele d’epoca: Pia, Nembo II, Flora e Shahrazad vincono l’lnternational Hannibal Classic 2019

Pia del 1936 nella categoria ‘Epoca’, Nembo II del 1964 tra le ‘Classiche’, Flora nei Classici FIV e Shahrazad nella categoria ‘Sciarrelli’

Campionato Italiano Este24: vince Ricca D’Este 27 di Federica Archibugi

Con grande consistenza tattica, Ricca d’Este 27 di Federica archibugi si laurea Campione Italiano della Classe Este24, davanti a Ricca D’Este 37 di Marco Flemma, medaglia d’argento e a La Poderosa 2.0 di Roberto Ugolini, medaglia di bronzo.

Offshore: finisce in tragedia il record sulla Montecarlo/Venezia

L'imbarcazione si è schiantata su una diga prima dell'arrivo ed era condotta dal pluricampione Fabio Buzzi, deceduto insieme a due piloti inglesi che lo accompagnavano nel tentativo di record

Figaro: il Tour de Bretagne va a Alexis Loison e Frédéric Duthil

Per Giancarlo Pedote e Anthony Marchand un buon nono posto che consente alla coppia di affiatarsi in vista dei successivi impegni sull'Imoca 60

Concluso sul Garda il CICO 2019

Gli atleti delle dieci classi olimpiche riprenderanno adesso il loro cammino versoTokyo 2020, che passerà prima dalla conquista della qualifica per la nazione laddove manca, e del tanto ambito posto in squadra

Alinghi vince la GC32 Riva Cup sul filo di lana

Questa è stata la seconda vittoria della stagione per il team di Ernesto Bertarelli dopo la conquista del mondiale di Lagos in Portogallo a giugno

Il Cantiere Postiglione riporta in mare lo storico yacht in legno “Grazia II”

È stato varato venerdì scorso, 6 settembre 2019, Grazia II, yacht a motore interamente in legno costruito nello storico cantiere Chris Craft negli anni Sessanta

CNRT: 10 giorni alla Roma Giraglia

Parte da Civitavecchia una delle regate più belle del Mediterraneo, con 255 miglia da percorrere tra il fascino discreto delle isole toscane

CAMBUSA - BIWA: Sassicaia Tenuta San Guido miglior vino italiano 2019

Al secondo posto il Barolo Monvigliero DOCG di Burlotto seguito da Terminum Gewurztraminen vendemmia tardva. L’ELENCO DEI MIGLIORI 50 VINI ITALIANI SELEZIONATI DA UNA GIURIA INTERNAZIONALE (by First&Food)

Pedote e Marchand verso la Transat Jacques Vabre

I due sembrano essere una coppia che non scoppia e si sono concentrati soprattutto ad affinare la fiducia reciproca e la visione comune in regata

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci