domenica, 5 febbraio 2023


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

campionati invernali    the ocean race    foiling    porti    vendée globe    america's cup    tiliaventum    nomine    press   

52 SUPER SERIES

52 Super Series: a Cascais Quantum difende la sua leadership

52 super series cascais quantum difende la sua leadership
redazione

Al Rolex TP52 World Championship di Cascais, Quantum Racing mantiene la leadership senza brillare troppo. Sorpresa Vayu della famiglia Whitcraft che con un quarto e secondo posto balza dietro Quantum davanti a Platoon. Sled e Alegre vincono una manche a testa ma non concretizzano l’altra metà della giornata.

-----------------

Il Rolex TP52 World Championship di Cascais è un mondiale ancora tutto da decifrare. Quantum Racing di Doug De Vos tiene botta in una giornata discreta, il sesto posto nella seconda manche fa sperare gli altri team, anche gli americani non sono imbattibili. Vayu della famiglia Whitcraft, zitti zitti, senza esagerare, ma conducendo la barca al meglio e non rischiando troppo, si prendono il secondo gradino del podio con un quarto e un secondo posto meritato, non c’è nulla da dire, sono una bella sorpresa. Platoon soffre a metà e tiene botta. Alegre e Sled vanno in altalena, una regata vinta e l’altra da dimenticare, così facendo non ci sono grosse possibilità per portare a casa una medaglia. Ancora due giornate per “confermare o ribaltare” (cit. Alessandro Borghese) il verdetto finale, la con-sistenza ha sempre pagato, chi la dura la vince.

Un’altra giornata di grande lavoro per il Comitato di Regata, capitanato da María Torrijo, vento leggero e instabile fa ritardare lo start previsto. Alle 14.50 con vento intorno ai sette nodi parte la quinta regata. Quantum è il solito in mezzo all’allineamento, Platoon marca stretto l’americano, duello trai i due armatori, Doug DeVos e Harm Müller Spreer. Bella partenza per Tony Norris al timone di Phoenix, in timing perfetto sul pin, Provezza cerca di schiacciare Quantum. Alegre come sempre prende decisioni estreme, prima parte della regata a sinistra., c’è meno onda di ieri, barche sono molto veloci malgrado la poca aria. Provezza e Phoenix se la giocano con il solito Quantum. Vayu e Alegre fanno del loro meglio, Platoon e Sled sottotono. E’ la regata senza nessun colpo di scena, trama disegnata già dal primo giro di boa, non cambia nulla e Phoenix si prende una bella vittoria che la riporta sul podio a discapito di Platoon che chiude in sesta posizione, Provezza è seconda davanti a Quantum terzo e Vayu quarto. Alti e bassi un pò per tutti, Quantum è il solo a non esser ancora sceso sotto la terza posizione. La seconda regata ripresenta il solito copione, cambio al vertice per questa manche ma la consistenza di Quantum rimane invariata, partenza sempre al centro dell’allineamento tallonata da Platoon. Buona partenza per Phoenix sulla sinistra, Provezza compromette tutto e deve ripartire. Alegre domina la prima parte della regata, solita scelta borderline che stavolta paga, la tattica di Adrian Stead consegna ad Andy Soriano la leadership di manche al giro della boa di bolina, Sled e il sorprendente Vayu appaiati. Una bella e combattuta poppa, Sled si prende la testa ma Alegre reagisce, una sorta di altalena al vertice di queste prime sei regate del Rolex TP52 World Championship, salto di vento, nuova boa posizionata grazie alle boe telecomandate della società tedesca Smartmark. Alegre, Vayu e Sled, che altro da dire.

Doug De Vos (USA) armatore-timoniere di Quantum Racing (USA):

“E’ proprio una bella sfida direi. La seconda regata è stata decisamente dura, dovevamo sopravvivere in quella posizione. Noi regatiamo prova su prova, dobbiamo dare il massimo per vincere. Cascais sta dando delle difficoltà con queste condizioni meteo, ci sono molte chance per tutti e questo è positivo, stiamo a vedere cosa succederà domani.”

Antonio Neti (ESP) grinder di Vayu (THAI) :

“Siamo fuori dal nostro range, siamo felici, queste condizioni instabili ti permettono di fare le cose bene. Il nostro tattico Nick sta lavorando molto bene, guarda il campo con grande attenzione e riesce a gestire bene la regata. Quantum è li vicino, molto forte, noi cerchiamo di far bene, il team sta bene. Il livello altissimo al momento ci pone oltre ogni aspettativa.”

Juanpa Marco (ARG) prodiere di Phoenix (RSA):

“La prima regata per noi è stata un’ottima prova, con una buona partenza, navigando sempre molto bene. La seconda purtroppo è stata dura, una penalità con Provezza, siamo riusciti a chiudere bene in terza posizione. Ci sono ancora quattro regate, può succedere ancora qualcosa, noi scendiamo in campo per fare del nostro meglio questo è chiaro.”

La regata potrà essere seguita in diretta domani alle 14.00 (ora italiana), sul sito della 52 SUPER SERIES con immagini dal campo di regata e commento in diretta sia a terra che in acqua (www.52superseries.com).

Rolex TP52 World Championship 2022 Classifica dopo 6 regate 
1 QUANTUM RACING (USA) Doug DeVos 2,2,2,3,3,6. p.18
2 VAYU (THAI) Whitcraft family 3,6,3,2,4,2. p.20
3 PLATOON (GER) Harm Müller Spreer 5,3,4,1,6,4. p.23
4 ALEGRE (GBR) Andy Soriano 1,8,1,9,5,1. p. 25
5 PHOENIX (RSA) Hasso & Tina Plattner 4,4,5,4,1,8. p.26
6 SLED (USA) Takashi Okura 8,1,8,5,8,3. p.33
7 PROVEZZA (TUR) Ergin Imre 6,5,9,7,2,7. p.36
8 GLADIATOR (GBR) Tony Langley 9,7,6,6,9,5. p.42
9 INTERLODGE (USA) Austin & Gwen Fragomen 7,9,7,8,7,9. p.47

52 SUPER SERIES 2022 
ABANCA 52 SUPER SERIES BAIONA SAILING WEEK, Baiona, Spagna 23-28 maggio
ROLEX TP52 WORLD CHAMPIONSHIP, Cascais, Portogallo, 20-25 giugno
PUERTO PORTALS 52 SUPER SERIES SAILING WEEK, Mallorca, Spagna 21-25 giugno
SCARLINO 52 SUPER SERIES SAILING WEEK, Italia-Toscana 26 settembre 1 ottobre
BARCELONA 52 SUPER SERIES SAILING WEEK, Barcelona, Spagna 24-29 ottobre

 


23/06/2022 23:44:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

C'è Wanax EXP Team in testa all'Invernale di Anzio/Nettuno

Ancora un bel fine settimana per Altura, J24 e Platu 25 al Campionato invernale di Anzio e Nettuno

Parità di genere? Non al Vendée Globe che esclude Clarisse Crémer per maternità

Non è più valida la regola della qualifica automatica per i partecipanti all'edizione precedente e Clarisse Crémer, in maternità, non potrà mai conquistare i punti necessari per la qualificazione all'edizione 2024

Invernale Traiano: Tevere Remo (IRC) e Guardamago (ORC) si dividono la posta

In Regata la classifica generale sta prendendo forme diverse, con Tevere Remo Mon Ile che governa in IRC e Guardamago II leader in ORC

Benetti ha varato FB283, Full Custom yacht di 62 metri

Il 26 gennaio, all’interno del cantiere di Livorno, si è svolta la cerimonia di varo di FB283, Benetti Full Custom yacht di 62 metri con scafo in acciaio e sovrastruttura in alluminio, tagliato su misura del suo armatore come un vestito sartoriale

Taglio del nastro per Our Dream, un sogno che diventa realtà

Si è tenuta oggi a Palermo presso la Lega Navale Palermo, la presentazione di Our Dream, il Jeanneau Sun Odissey 53 piedi a vela confiscata alla criminalità organizzata che la utilizzava per traffici di stupefacenti e affidata alla LN Italiana

The Ocean Race, una guerra di nervi

È un momento di nervosismo per i velisti, e gli effetti della bonaccia si fanno sentire... (nell'articolo tutti i link ai video del giorno girati a bordo)

A Fiumicino la tecnologia è di aiuto per migliorare la prestazione sportiva

A bordo delle barche presenti al Campionato Invernale di Roma un sistema GPS permette di analizzare la regata. Sabato la dimostrazione in aula, domenica torna la competizione

Partita la seconda manche del Campionato Invernale di Marina di Loano

Vento da Nord con 20 nodi alla partenza, progressivamente calato fino a 10 nodi all’arrivo, tanto sole e mare calmo per i 44 equipaggi iscritti al Campionato Invernale più frequentato della 1a Zona FIV

Tre Golfi 2023: dal 12 al 21 maggio dieci giorni di grande vela

Scatta il conto alla rovescia per la Tre Golfi Sailing Week e il Campionato Europeo Maxi con la penisola sorrentina ancora una volta protagonista dopo l'esaltante successo del 2022

The Ocean Race: GUYOT environnement - Team Europe primo all'Equatore

GUYOT environnement - Team Europe è stato il primo a tagliare la linea degli 0 gradi nord poco dopo le 2 del mattino UTC mentre cinque ore e mezza dopo è stato Team Malizia ad entrare a sud

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci