domenica, 28 febbraio 2021


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

america's cup    regate    libri    turismo    nautica    nomine    banque populaire    maxi-tri    ambiente    the ocean race    circoli velici    este 24    scuola vela    garda    dolphin    luna rossa   

VENDEE GLOBE

Vendée Globe: ancora non chiari i problemi di Hugo Boss; acqua a bordo (risolta) per Pedote

vend 233 globe ancora non chiari problemi di hugo boss acqua bordo risolta per pedote
redazione

La notizia del giorno (anzi di ieri sera) è il problema strutturale verificatosi a bordo di Hugo Boss. Circa alle 19:00 UTC di sabato 21 novembre, Alex ha avvisato la squadra di un possibile problema strutturale a bordo di Hugo Boss.

Alex si trovava a circa 800 miglia ad est di Rio de Janeiro nell'oceano Atlantico del Sud, dopo 13 giorni dalla partenza del Vendée Globe.

Anche questa mattina non si sa nulla di più sul problema verificatosi a bordo e il team a terra ha praticamente staccato la spina con la comunicazione e il mondo intero. Architetti navali e ingegneri strutturali stanno lavorando insieme per valutare l'entità della questione strutturale e per determinare un programma di riparazioni e un calendario. Alex è comunque sano e salvo a bordo, e procede abbastanza lentamente (5.8 nodi) in terza posizione a 91.7 miglia da Thomas Ruyant (LinkedOut) che è passato in testa, e a 70.7 miglia da Charlie Dalin (Apivia) che si trova in seconda posizione.

Problemi, per fortuna risolti subito, anche per il nostro Giancarlo Pedote che ora si trova in 13ma posizione a 656.6 miglia dal leader. Ieri ha comunicato di aver visto dell’acqua vicino alle borse frigo. Spostandole si è accorto che c’era molta acqua e ha iniziato a togliere tutti i sacchi da matossage per capire da dove venisse. Era la trappa dei ballast che perdeva.

“La riparazione – ha fatto sapere Giancarlo - è stata semplice: ho svuotato i ballast e sostituito la trappa con una nuova, ma c’è voluto molto tempo per svuotare la barca. Ci sono molti piccoli angoli all’interno della barca e la sua inclinazione non aiuta. La barca comunque va bene, abbiamo un’andatura piacevole e rapida. Se il vento ruotasse un pochino più a Nord-Ovest potrei scendere più velocemente. Per quanto riguarda la vita a bordo la temperatura è ancora di 28 gradi, fa molto caldo, per cui utilizzo il piccolo ventilatore a bordo dopo ogni manovra".

 


22/11/2020 10:02:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

America's Cup: New Zealand ci aspetta

Peter Burling:" Alcuni dei ragazzi di Luna Rossa erano nostri compagni di squadra l'ultima volta, quindi li conosciamo bene e loro conoscono noi"

Il mattino ha "l'Oro in Coppa"

Nell'alba italiana garrisce il tricolore ad Auckland dove Luna Rossa conquista il diritto a sfidare Team New Zealand per l'America's Cup vincendo la Prada Cup con un perentorio 7 a 1 su Ineos Team UK

Garda: i Dolphin pronti ad una grande stagione

Si parte a metà marzo con “Winter & Bianchi”

Fiart Rent: 11 yacht per le tue vacanze

L’esclusivo servizio charter per scoprire il Mediterraneo a bordo di uno yacht Fiart

Luna Rossa premiata con la Prada Cup

Con la cerimonia conclusiva, avvenuta sul main stage dell’America’s Cup Village di Auckland, la PRADA Cup è stata consegnata all’equipaggio di Luna Rossa Prada Pirelli, divenuto Challenger del 36 esimo America’s Cup Match

Gitana 17: il bilancio di una stagione deludente

Per Charles Caudrelier c'è frustrazione per aver mancato l'obiettivo del Trofeo Jules Verne, ma la consapevolezza di aver imparato molto. Prossimi impegni il Fastnet e la Transat Jacques Vabre

Armel Le Cléac'h e Kevin Escoffier: che coppia per Banque Populaire XI!

Due grandi skipper per una sfida gigantesca. Il Maxi Banque Populaire XI, in acqua entro la fine di aprile, partirà il prossimo novembre sulla Transat Jacques Vabre con grandi ambizioni. A bordo, Armel Le Cléac'h sarà insieme a Kevin Escoffier

Libri: "Denecia approdi nella pandemia" di Roberto Soldatini

Il diario di bordo di Roberto Soldatini che racconta da una prospettiva unica la vita durante i primi otto mesi dell'emergenza sanitaria

America's Cup: si profila un rinvio causa Covid

La prima regata dell'America's Cup rischia di saltare. Auckland entrerà in lockdown con una allerta 3 per sette giorni dalle 6 di domani mattina, come ha dichiarato il primo ministro Jacinda Ardern

Sul litorale romano la vela d'altura riparte dal Trofeo Porti Imperiali

Dal 26 al 28 marzo Fiumicino ospita l'evento di qualificazione per il Campionato Italiano Assoluto ORC

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci