giovedí, 13 agosto 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

persico 69f    circoli velici    mini 6.50    optimist    trasporto marittimo    fiv    porti    benetti    press    salone nautico di genova    altura   

MELGES 32

Mondiale Melges 32: oggi la conclusione con "La Pericolosa" in testa

mondiale melges 32 oggi la conclusione con quot la pericolosa quot in testa
Roberto Imbastaro

Meno di 24 ore al verdetto finale del Campionato Mondiale Melges 32 in corso di svolgimento sul campo di regata di Valencia; dopo la disputa di altre due prove quest’oggi (per un totale di cinque fin qui completate), il tedesco La Pericolosa di Christian Schwoerer (con Nick Asher alla tattica) resta in vetta alla classifica generale incassando altri due eccellenti parziali (5 e 1) e allungando il proprio margine rispetto alla flotta degli inseguitori.
 
Una classifica che, se da un lato resta invariata per quanto riguarda il nome del leader e ora primo candidato alla vittoria finale, dall’altro muta con riferimento alle posizioni di coloro che sono ancora in piena lotta per il titolo. In una giornata ancora una volta caratterizzata da vento molto leggero Wilma di Fritz Homann (coadiuvato alla tattica da Nico Celon) sale al secondo posto (2 e 6 i parziali odierni) staccato di sette lunghezze dal connazionale La Pericolosa. Al terzo posto scivola il primo degli italiani, Caipirinha di Martin Reintjes (con Gabriele Benussi) per la cui classifica potrebbe però giovare, più di altri, l’introduzione dello scarto (con il completamento della sesta prova domani).
 
La top five alla vigilia dell’ultima giornata è completata da altri due rappresentanti azzurri: Calvi Network di Carlo Alberini (con Karlo Hmeliak alla tattica) quarto a undici punti dal leader e Vitamina di Andrea Lacorte (con Jonathan McKee) a tre punti da Calvi Network e a sei dal gradino più basso del podio virtuale.
 
Nella giornata che ha visto nella quarta prova il bullet di Torpyone di Edoardo Lupi e Massimo Pessina, abdica definitivamente il Campione Mondiale della ultime due edizioni, il russo Tavatuy di Pavel Kuznetsov (ora decimo) a cui da domani pomeriggio succederà un nuovo erede il cui nome è ancora da designare.
 
Nella classifica corinthian il primato è ad oggi nelle mani del tedesco Homanit di Kilian Holzapfel.

Melges Europe e Melges World League ringraziano tutti i partner della serie 2019: Helly Hansen, North Sails, Tiirenia, Quantum Sails, Garmin Marine, La Thuile, Rocket Performance, Revi Trento Doc, Loison Pasticceri dal 1938, Rigoni di Asiago, Dai Dai, Norda, XPouf, Le Formiche di Fabio Vettori, boutique hotel Rifugio Azul (Minorca) e Rifugio hotel Lilla (La Thuile) e One Ocean; nonché del contributo diretto dei Team Partners UYN grazie a Brontolo e G3Bau Sailing Team; Camarca Caffè grazie a Fra Martina Sailing Team.

Melges Europe e la Melges World League sostengono il messaggio di One Ocean Foundation avendo sottoscritto la Charta Smeralda.

ph. Max Ranchi


27/10/2019 08:15:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Mini 6.50: Tanguy Bouroullec vince la prima tappa a Les Sables d'Olonne

Il migliore degli italiani è stato Federico Cuciuc, che solo in un finale al rallentatore ha perso posizioni finendo 7° tra i Proto e 15°assoluto. Giovanni Mengucci ha tagliato il traguardo al 25° posto (18° tra i Serie)

Persico 69F: a Gargnano primo giorno di "Revolution"

In evidenza alla fine della prima giornata gli equipaggi di Botticini, Gallinaro, e Caldari oltre ai fuoriclasse da Hong Kong

Caos istituzionale e il porto di Venezia soffre

La Venezia Port community chiede di quali poteri possa disporre il neonominato Commissario all'Autorità di Sistema Portuale e quali confini circoscrivano la cosiddetta ordinaria gestione

Optimist, "Ora Cup Ora": conclusione con un bel vento teso da nord

Nella categoria juniores la spunta il campione britannico Santiago Sesto Cosby; la napoletana Caracciolo vince tra le femmine Tra i più piccoli netta vittoria di Mattia Benamati; rimonta della rivana Berteotti, che supera la tedesca Brinkmann

Benetti: ecco il Giga Yacht “Luminosity”, un ibrido di 107 metri

Ma questo Giga yacht non è solo eleganza e design: a bordo si ritrova tutta l’esperienza e il know-how costruttivo di Benetti. “Luminosity”, il più grande ibrido mai costruito ad oggi

YC Italiano e e SV Barcola e Grignano insieme sul Persico 69F

Yacht Club Italiano e Società Velica di Barcola e Grignano armano insieme un equipaggio alla Persico 69F Revolution Cup, la sfida di nuova generazione su Foil. 20 gli equipaggi al via a Gargnano dal 14 al 19 agosto

Salone Nautico di Genova: appuntamento al 1° ottobre 2020

Il ticketing online, a partire da giovedì 6 agosto attraverso il sito www.salonenautico.com, è lo strumento unico per l’acquisto dei biglietti del Salone Nautico

ASSARMATORI: vinta la prima battaglia per rilanciare l’economia del mare

“L’emergenza Covid, nella sua drammaticità, ha in queste ore provocato quella che va considerata una reazione positiva insperata: far comprenderealle Istituzioni nazionali l’importanza dell’economia e dell’industria del mare”

Optimist: prime prove per la "Ora Cup Ora"

Iniziata al Circolo Vela Arco la 25^ Ora Cup Ora, classe Optimist.Tra gli juniores in testa l’azzurra Ginevra Caracciolo, tra i più piccoli parità di punteggio nei primi tre

Ferretti: il mercato premia la qualità

Custom Line raggiunge un altro obiettivo: 4 nuovi yacht venduti in un mese. Oltre la meta, oltre l’orizzonte: sono 150 i metri totali di design e tecnologia dedicati ai quattro armatori Custom Line.

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci