mercoledí, 23 gennaio 2019

ECOLOGIA

Milano: i Marinai d'Italia ripuliscono la Darsena

milano marinai italia ripuliscono la darsena
Roberto Imbastaro

I volontari dell’ANMI di Milano, Associazione Nazionale Marinai d’Italia, con sede presso la Darsena cittadina, sono impegnati nella pulizia dei navigli invasa da colonie di alghe cresciute a causa dei recenti caldi estivi.

 

Nell’alveo del Naviglio Grande di Milano, in particolare nella Darsena, nei punti di minor scorrimento delle acque, si creano depositi di limo e ciotolame dove si insediano, in modo naturale, colonie di alghe di fiume che, con i recenti caldi estivi, si sono sviluppate fino alla superficie dell’acqua, creando delle vere “isole di alghe”. Pur mantenendo le acque le caratteristiche per la balneabilità (lo svolgimento della recente Gran Fondo dei Navigli dello scorso 8 settembre  ne è un esempio), tuttavia, lo spettacolo alla vista non è dei più gradevoli. 

 

Tale fenomeno interessa maggiormente la parte nord della Darsena, nei pressi del nuovo ponte pedonale verde, in prossimità delle sponde dei Giardini “Ambrogio Fogar” e della sede dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia (ANMI). 

 

Approfittando dell’attuale stato di “asciutta parziale” del Naviglio e della Darsena (la cosiddetta “asciutta bagnata”), i volontari della Associazione Marinai, senza velleità di operare un vero e proprio dragaggio, armati di stivaloni e di un “erpice estirpatore” manuale di propria invenzione e realizzazione, che viene trainato sul fondo solo con la forza delle braccia, stanno procedendo a ripulire dai talli delle alghe i fondali della Darsena. Scopo è quello di restituirli, al momento della fine dell’ ”asciutta” (intorno a Sant’Ambrogio), con il ritorno di tutta l’acqua nel Naviglio ed in Darsena, alla tradizionale limpidezza, per la vista di milanesi e turisti.


03/10/2018 17:35:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Otranto: IV regata "Più Vela per Tutti"

Il campionato invernale ‘Più Vela Per Tutti’ continua a singhiozzo per via del meteo che regala sempre condizioni estreme, bufere di vento o calma piatta

Invernale Riva di Traiano: pioggia e vento per due belle regate

Tevere Remo Mon Ile continua a dominare la classe Regata, mentre Malandrina non lascia spazio a nessun rivale in Crociera

Spindrift 2 partito per il Jules Verne Trophy

Per conquistare il Jules Verne Trophy devono tagliare il traguardo entro il 26 febbraio alle 11h 16h 16m 57sec UTC per battere il record, detenuto dal 2017 da Francis Joyon e dal suo equipaggio, di 40 giorni 23h 30m 30s.

Un mistero dietro il naufragio agli scogli della Meloria?

La Guardia Costiera indaga perché non convinta delle spiegazioni dello skipper francese. Imperizia o traffici illeciti?

Riva di Traiano: domenica riparte l'invernale

Nella classe regina, la Regata IRC, è Tevere Remo-Mon Ile la barca da battere

Ferretti Group protagonista al Boot 2019

Inizio d’anno sfavillante per Ferretti Group e le sue incredibili novità, svelate per la prima volta al BOOT, il più importante appuntamento nautico della stagione invernale, in programma a Düsseldorf dal 19 al 27 gennaio

FIV: stage Nacra 15 a Cagliari dal 7 al 10 febbraio

Il settore giovanile della Federazione Italiana Vela ha programmato, in collaborazione con la III Zona, a Cagliari presso il Windsurfing Club Cagliari, per i giorni 7-10 febbraio uno Stage per la classe Nacra 15

Trofeo Jules Verne: per Spindrift è record all'Equatore

Inizia bene il tentativo di Spindrift 2 di conquistare il Trofeo Jules Verne con un primo passaggio record all’Equatore, attraversato oggi 21 gennaio alle 07h45 UTC

Campionato invernale di Napoli, domenica il Trofeo Martinelli

Quinto appuntamento con il Campionato Invernale di vela d’altura del Golfo di Napoli, edizione 2018-19, la 48 esima della rassegna velica partenopea

La Fremm “Carlo Margottini” in missione nell’Oceano Indiano

Il 17 gennaio, la Fregata Europea Multi Missione (FREMM) Carlo Margottini è partita dalla base navale di La Spezia, per iniziare una campagna navale che la vedrà impegnata in Oceano Indiano, Medio Oriente e Mare Arabico

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci