domenica, 25 ottobre 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

optimist    regate    29er    cnsm    campionati invernali    vela olimpica    vendee globe    benetti    confindustria nautica    windsurf    rolex middle sea race   

MIDDLE SEA RACE

Middle Sea Race: problemi tecnici su Maserati

middle sea race problemi tecnici su maserati
redazione

A poco più di 24 ore dalla partenza della 39a edizione della Rolex Middle Sea Race, Giovanni Soldini e Maserati Multi 70 navigano con un vantaggio di una ventina di miglia sul diretto rivale PowerPlay dopo aver superato l’isola di Stromboli intorno alle 10.30 locali (08.30 UTC). Sono circa 200 le miglia percorse dal trimarano italiano sulle 606 totali.

 

L’equipaggio italiano ha dovuto far fronte a una serie di avarie a bordo. Subito dopo il via è stato riscontrato un problema tecnico con il pistone idraulico della scotta della randa, che ha perso olio nella camera ad aria. L’inconveniente è stato risolto con la controindicazione che la randa si lasca ora più lentamente, rendendo la navigazione più impegnativa.

 

Nel pomeriggio di ieri (intorno alle 16.00 locali, 14.00 UTC), si è rotta la scassa del timone di destra. In seguito all’avaria il Team di Maserati Multi 70 ha sganciato il sistema di fusibile del timone e lo ha portato fuori dall’acqua: in questo modo, navigando mure a sinistra, viene utilizzato solo il timone centrale. Questa soluzione risulta efficace con poco vento, ma bisogna stare attenti che lo scafo centrale non si sollevi per non rimanere senza nessun timone.

 

“Le cause del guasto alla scassa del timone sono ancora incerte. Non ci sembra ci sia stato un urto con un oggetto in mare. Dovremo fare un’analisi accurata con il designer Guillaume Verdier” spiega Giovanni Soldini. “È difficile capire come mai la scassa del timone si sia rotta navigando di bolina, invece che in volo di poppa. È una sfortuna che sia successo in questo momento, quest’estate abbiamo fatto 2.000 miglia senza mai avere problemi. Ad ogni modo andiamo avanti!”

 


21/10/2018 18:23:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Maserati Multi 70 e Giovanni Soldini tagliano per primi il traguardo della Rolex Middle Sea Race

Il MOD 70 Mana termina la regata 15 minuti dopo. Il Team di Soldini conclude la prova in 2 giorni, 8 ore, 26 minuti e 27 secondi

La vela non si ferma!

E' ufficiale dopo i chiarimenti chiesti dalla FIV al Governo. Il presidente Francesco Ettorre scrive a tutti gli affiliati

Porto Cervo: il team tedesco del Segel-und Motorboot Club Überlingen vince l'Audi SAILING Champions League

La finale dell'Audi SAILING Champions League vede trionfare il team tedesco del Segel-und Motorboot Club Überlingen. L’equipaggio italiano dell’Aeronautica Militare chiude al secondo posto davanti agli svizzeri del Seglervereinigung Kreuzlingen

Luna Rossa: varato ad Auckland il secondo AC 75

A rompere sulla prua la bottiglia di Ferrari Maximum Blanc de Blancs delle Cantine Ferrari – “sparkling partner” del team - Tatiana Sirena, moglie dello Skipper e Team Director Max Sirena

Garda: 100 Optimist al Trofeo Danesi

Trofeo Danesi versione “extra large”, quasi 90 Under 15 al via, in una giornata di sole e due prove corse in mattinata con un leggero Pelèr

Caorle: in 50 per "La Cinquanta"

Cinquanta equipaggi al via sabato 24 ottobre per l’ultima offshore di Caorle

Vela giovanile: doppietta azzurra all'Europeo Optimist in Slovenia

Si è concluso a Portorose in Slovenia il Campionato Europeo Optimist 2020, con 156 concorrenti maschili e 113 femminili.

Audi Sailing Champion League: Aeronautica Militare soddisfatta (con rimpianti) del suo 2° posto

Giancarlo Simeoli:"La regata finale a 4 team è stata molto crudele e decisiva, pensando che con il formato dello scorso avremmo stravinto ed invece ci dobbiamo accontentare di essere i primi dei perdenti"

FLASH - Middle Sea Race: la Line Honours tra i monoscafi a "I Love Poland"

I Love Poland (POL), condotta da Grzegorz Baranowski ha tagliato il traguardo della Rolex Middle Sea Race 2020 al Royal Malta Yacht Club conquistando la Line Honours dei monoscafi

Les Sables d'Olonne: inaugurato il Villaggio del Vendée Globe

La salute e la sicurezza dei 33 velisti è fondamentale e la maggior parte di loro segue un proprio protocollo che limita le interazioni in spazi ristretti e pubblici. Vederli tutti insieme sul pontile è stato davvero un momento speciale e unico

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci