martedí, 29 luglio 2014


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

cantieristica    tp52    classe a    press    vaurien    open bic    giancarlo pedote    les sable- les acores    tecno293    j70    ecologia    gommoni    guardia costiera    optimist    turismo    vela d'altura   

J24

Europeo J24: in testa c'è "La Superba"

europeo j24 in testa 232 quot la superba quot
redazione

Grazie alla regolarità dei parziali di giornata (3,2,2,8,3-10-; 18 punti) Ita 416 La Superba, il J24 del Centro Velico di Napoli della Marina Militare con a bordo i neo campioni tricolore Ignazio Bonanno (timoniere), Simone Scontrino (tailer), Francesco Linares (due), Alfredo Branciforte (prodiere) e Massimo Gherarducci (centrale), anche al termine della seconda giornata di gare, mantengono il comando della classifica provvisoria del Campionato Europeo Open J24, manifestazione perfettamente organizzata dal Club Nautico Arzachena in collaborazione con l’Associazione Nazionale Classe J24 e sotto l’egida della FIV nelle splendide acque di Cannigione.

          Al secondo posto della classifica open (ma, ovviamente non in corsa per l’Europeo) Bra 37 Bruschetta, campione del mondo in carica, affidato al brasiliano Alexandre Saldanha (tattico di Mauricio Santa Cruz, assente in questa trasferta sarda) mentre per quanto riguarda la classifica valida per l’assegnazione del titolo, il secondo posto provvisorio dopo le prime sei regate disputate (e uno scarto) è firmato dai tedeschi di Ger 5420 con Kai Mares (25 punti, 9,1,3,3,9,-12-) seguiti dai connazionali di Ger 5316 affidata a Johann Petes Huhn, quinti nella overall (quarto posto overall per gli americani di Usa 5488 con Mike Ingham).

Per gli equipaggi azzurri è da segnalare il quarto posto nella classifica valida per l’assegnazione del titolo europeo di Ita 405 Vigne Surrau, il J24 del Circolo organizzatore con Aurelio Bini al timone e Evero Niccolini alla tattica (49 punti, 7,12,14,14,10,6), seguito al sesto posto da Ita 460 Botta Dritta armato e timonato dal presidente della Classe Italiana J24, Mariolino Di Fraia (55 punti, 14,21,5,11,26,4) e al settimo da Ita 212 Jamaica del capo flotta del Golfo dei Poeti Pietro Diamanti (64 punti, 11, 32,11,24,13,5).

          Nelle sei prove disputate sino ad ora dai quarantasette equipaggi in rappresentanza di nove Paesi (Germania, Gran Bretagna, Grecia, Principato di Monaco, Svezia, Ungheria, Italia,  oltre a Stati Uniti e Brasile), le singole vittorie sono andate a ITA 505 Kimbe di Alberto Gai -Velaclub Portoscuso-, al tedesco Kai Mares, al brasiliano Saldanha, a Ita 501 Avoltore armato dal CapoFlotta dell’Argentario Massimo Mariotti e timonato da Francesco Cruciani (rientrato a Cannigione dopo il grave lutto che aveva colpito la sua famiglia nella prima giornata del Campionato Italiano)  e all’americano Keith Witthemore (protagonista di una doppietta nelle ultime due prove odierne con Usa 5399 Furio).

Le tre regate disputate nella seconda giornata sono state dedicate alla cooperante di Samugheo  Rossella Urru, rapita lo scorso ottobre in un campo profughi in Algeria: le barche hanno, infatti, gareggiato con il cartello posizionato a poppa con la foto e la scritta “Liberate Rossella”). La prima prova è stata caratterizzata da vento da ovest nord-ovest intorno ai 12 nodi ma per la seconda (partita alle 13.30) è stato necessario un riposizionamento del campo a causa del vento instabile mentre la terza regata è stata contraddistinta dal maestrale.

          Anche nella giornata d’apertura gli agguerriti equipaggi del più famoso e diffuso Monotipo al Mondo avevano portato a termine tre prove nel campo di regata antistante il golfo di Arzachena con  vento debole di Levante, variabile nell’intensità intorno ai 6-8 nodi: la boa di bolina era stata posizionata in direzione della secca di Tre Monti. Avvantaggiati i team che avevano scelto la parte destra del campo, quella più vicina a terra.

Malgrado la rinuncia all’ultimo momento da parte di sei equipaggi pre iscritti, anche il campionato Europeo, dopo l’Italiano appena concluso, si sta dimostrando un grande successo con vero record di partecipanti” ha commentato soddisfatto il Presidente della Classe Italiana J24, Di Fraia in equipaggio con Luca Montella (tattico), Gianluca Cataldi (prua), Marco Dorascenzi (centrale) e Andrea Tirotto (due)  nelle precedenti edizioni dei Campionati Europei non si erano mai viste tante presenze: nel 2006 in Inghilterra i partecipanti furono 42, nel 2007 in Germania 43, nel 2008 in Ungheria 35, nel 2009 in Grecia 39, nel 2010 in Olanda 30 e nell’ultimo svolto in Irlanda 42.”

Il Campionato Europeo proseguirà domani 2 giugno (prima prova con inizio alle 12) e domenica 3 (con partenza alle 10): l’importante appuntamento che ha confermato numericamente e qualitativamente i J24 leader nei Monotipi, è stato sostenuto dalla Regione Autonoma della Sardegna, dalla Provincia Olbia Tempio, dal Comune di Arzachena e da numerosi sponsor e aziende locali, e si concluderà con l’attesissima cerimonia di premiazione presso il Sailing Village allestito sul lungomare di Cannigione.


01/06/2012 20.23.00 © riproduzione riservata







I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Contest "Extreme Skipper": in palio 3 corsi di vela oceanica e un imbarco per la Palermo Montecarlo

Il 10 agosto a Fizzano (La Spezia) si terrà un Contest per giovani velisti dal 18 ai 24 anni con in palio 3 corsi di vela oceanica e un imbarco sul Class 40 Calaluna per la Palermo Montecarlo

Les Sables Les Açores: Pedote e Prysmian vincono la prima tappa

Ore 11.55' e 30'' Giancarlo taglia la linea di arrivo della prima tappa di Les Sables Les Açores a bordo del suo proto Prysmian ITA 747 - ph. Breschi

IV tappa Trofeo Optimist Italia Kinder + Sport: day 1

Partecipazione Boom per la IV Tappa del Trofeo Optimist Italia Kinder + Sport, valido anche come Coppa AICO e Coppa Touring: 450 baby regatanti provenienti da tutta Italia - ph. Elena Giolai

Optimist: continua il Trofeo Kinder a Marina di Grosseto

Domani conclusione della Coppa AICO e Coppa Touring-IV Tappa del Trofeo Optimist Italia Kinder + Sport - ph. Elena Giolai

Les Sables-Les Açores: Pedote ancora in testa alla corsa

Dopo il passaggio del DST di Capo Finisterre c'è Giancarlo Pedote in testa nei Proto e Tanguy Le Turquais nei Serie

Les Sables-Les Açores: Pedote in testa verso Capo Finisterre

Giancarlo Pedote (Prysmian) e Davy Beaudart (Cultisol) stanno ancora combattendo fianco a fianco mentre si avvicinano al DST di Capo Finisterre, ma con Giancarlo che ha preso un leggero vantaggio

Licata Sailing Week senza pecche

Il livello tecnico è stato innalzato dalla presenza di Extra 1 di Massimo Barranco, Campione nazionale tra gli X41, e da Sagola, Grand Soleil di Peppe Fornich, recentemente 4° ai Campionato Italiani Assoluti di Loano

VOR: a Team Brunel la prima battaglia dei Volvo Ocean 65

E' stato Team Brunel ad ottenere la vittoria nel primo evento competitivo con i nuovi monotipo Volvo Ocean 65, l'edizione di debutto della Marina Rubicón Round Canary Islands race - ph.Kurt Arrigo

Drake & Horn 1616-2016 Regatta, così si diventa Cap Horniers

Golette, barche classiche e moderni yacht si lanceranno il 25 Ottobre 2015 da Saint-Tropez in una corsa verso Capo Horn, per festeggiarne i 400 anni dalla scoperta.

La Costa Concordia via dal Giglio, ma la sua storia rimane lì

La Costa Concordia è partita dal Giglio. Dopo tre ore di navigazione ora si trova ad oltre 7 miglia dall’isola, che non è oramai che un piccolo puntino all’orizzonte dietro la sua poppa - ph. Serena Galvani @serenagalvani.com