domenica, 5 febbraio 2023


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

campionati invernali    the ocean race    foiling    porti    vendée globe    america's cup    tiliaventum    nomine    press   

IQFOIL

Europei iQFoil, Torbole: in Medal Race per l'Italia Marta Maggetti e Nicolò Renna

europei iqfoil torbole in medal race per italia marta maggetti nicol 242 renna
redazione

Decisi con ulteriori quattro regate slalom i primi dieci atleti, che domenica si confronteranno nelle finalissime “Medal Series” dei Campionati Europei della nuova classe Olimpica per Parigi 2024 iQFoil, organizzati sul Garda Trentino, dal Circolo Surf Torbole. E’ stata una giornata lunga e impegnativa anche per il Comitato di Regata, che ha avuto a che fare con un vento da sud incostante in una caldissima giornata, che ha costretto a spostare il campo di regata posizionato più a nord,  verso la sponda est per trovare più pressione del vento. Vento che verso le 14:00 ha avuto un momentaneo calo importante, con una ripresa di intensità verso le 15:00, utile per proseguire con le heat slalom uomini, che tra partenze ripetute per richiami generali e attese del rinforzo del vento, si sono attardate rispetto alle prove della categoria femminile, concluse abbastanza velocemente. La manifestazione, iniziata con le regate di qualifica martedì 17 maggio, è arrivata alla vigilia delle medal series con un programma decisamente ricco di regate: in tutto si sono portati a termine 10 course race, 8 slalom e una marathon race, rendendo il Campionato davvero completo. La scelta del format con regate sprint con un target di 3-4’ per heat per gli slalom, regate course race (tecniche e tattiche in un range di durata sui 15 minuti ca.) e la marathon in cui la resistenza viene valorizzata in un’ora circa di gara, fa degli atleti della nuova classe Olimpica, surfisti decisamente completi, una generazione foil molto giovane e in continuo miglioramento. Anche la scelta del percorso slalom, down wind, ma con un lato di poppa, oltre alle “obbligate” andature di lasco, rende la disciplina più tecnica e tattica, con il momento più importante sicuramente in partenza, ma anche con il secondo lato di poppa, che in certi casi può fare la differenza.

Domenica si confronteranno nei quarti di finale gli atleti dal quarto al decimo posto; i primi due accederanno alla semifinale contro il secondo e terzo della classifica generale. I primi due classificati della semifinale regateranno contro il primo assoluto, decidendo così il colore della medaglia, che per l’olandese Luuc Van Opzeeland e la britannica Emma Wilson, primi in classifica generale, è già in tasca.

UOMINI

Inattaccabile l’olandese Luuc Van Opzeeland, che si presenta alle medal series primo, con pochissimi errori durante le diciannove regate disputate (8 slalom, 10 course race, 1 marathon race che vale 2); direttamente in semifinale il francese Goyard e l’italiano atleta del Circolo Surf Torbole, Nicolò Renna. Ai quarti di finale il britannico Sills, l’israeliano Omer, l’altro britannico Brown, gli altri tre francesi Bourgeois, Mestre, le Coq, e l’olandese Jan Tak. A livello numerico strapotere della Francia dunque che si presenta alle medal series con 4 atleti, a seguire Gran Bretagna e Olanda con due, Israele e Italia con un atleta. Appaiati nella classifica generale (21°-22°) i primi due under 21 con il danese Søe, che è riuscito a passare l’olandese Castelein con una migliore ultima giornata; terzo il britannico Hawkins.

Il tecnico FIV Adriano Stella: “Bilancio molto positivo per Renna che ha disputato un ottimo Campionato Europeo e domani avrà la possibilità di entrare dalle semifinali giocandosi la possibilità di arrivare a medaglia. Anche oggi, nonostante la giovane età ha dimostrato grande solidità e il suo percorso in crescita è stato davvero di qualità. Peccato peer Luca che ha pagato una giornata di ieri troppo conservativa, che alla fine l’ha penalizzato in termini di punteggio netto rispetto a un totale che dimostra la sua costanza nei risultati. Per lui è da vedere il percorso lungo questo Campionato Europeo e gli ampi margini di miglioramento che ha. Avrebbe meritato di disputare le Medal Series e per me la nostra squadra ha due elementi da top ten a livello mondiale, in valore assoluto. Bene anche Benedetti che si è tolto delle soddisfazioni e chiude al diciassettesimo posto, anche per lui un percorso di crescita che lo pone tra i migliori. “

DONNE

Solo Gran Bretagna e Israele entrano nelle medal series con due atlete: Emma Wilson rimasta al comando e quindi già a podio e Islay Watson, quarta; per il resto Francia e Polonia con il secondo e terzo posto accedono così direttamente alla semifinale rispettivamente con Hélène Noesmoen e Maja Dziarnowska. Ai quarti di finale si confronteranno la messicana Mariana Aguilar Chavez Peon, la spagnola Pilar Lamadrid Trueba, l’olandese Sara Wennekes, l’israeliana Daniela Peleg, l’italiana Marta Maggetti e l’altra israeliana Shahar Tibi. La cagliaritana, dopo un inizio difficile, è migliorata giorno dopo giorno fino a guadagnarsi le medal series. Ha rosicchiato di giorno in giorno qualche posizione anche l’altra azzurra Giorgia Speciale, che dopo un primo momento assestatasi oltre la ventesima posizione, con gli ultimi quattro slalom ha recuperato qualche punto, chiudendo al diciasettesimo posto.

Marta Maggetti: “Giornata molto difficile, ma sono molto felice di essere entrata nella top 10 che mi consente di giocarmi domani il tutto per tutto nelle Medal Series. Non ho niente da perdere domani: non vedo l’ora di essere di nuovo in acqua.”

Il tecnico FIV Riccardo Belli dell’Isca: “Giornata lunga con qualche colpo di scena ma sicuramente positiva: Maggetti accede alle Medal Series di domani e Speciale chiude nella top 15 europea che gli consente di far parte della squadra per il prossimo anno. Progressi anche per Renna e Oprandi che hanno potuto accumulare esperienza. Tornando a Maggetti, domani sarà dura, ma sa come giocarsi le proprie carte.”





P { margin-bottom: 0.21cm }


21/05/2022 23:28:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

C'è Wanax EXP Team in testa all'Invernale di Anzio/Nettuno

Ancora un bel fine settimana per Altura, J24 e Platu 25 al Campionato invernale di Anzio e Nettuno

Parità di genere? Non al Vendée Globe che esclude Clarisse Crémer per maternità

Non è più valida la regola della qualifica automatica per i partecipanti all'edizione precedente e Clarisse Crémer, in maternità, non potrà mai conquistare i punti necessari per la qualificazione all'edizione 2024

Invernale Traiano: Tevere Remo (IRC) e Guardamago (ORC) si dividono la posta

In Regata la classifica generale sta prendendo forme diverse, con Tevere Remo Mon Ile che governa in IRC e Guardamago II leader in ORC

Benetti ha varato FB283, Full Custom yacht di 62 metri

Il 26 gennaio, all’interno del cantiere di Livorno, si è svolta la cerimonia di varo di FB283, Benetti Full Custom yacht di 62 metri con scafo in acciaio e sovrastruttura in alluminio, tagliato su misura del suo armatore come un vestito sartoriale

Taglio del nastro per Our Dream, un sogno che diventa realtà

Si è tenuta oggi a Palermo presso la Lega Navale Palermo, la presentazione di Our Dream, il Jeanneau Sun Odissey 53 piedi a vela confiscata alla criminalità organizzata che la utilizzava per traffici di stupefacenti e affidata alla LN Italiana

The Ocean Race, una guerra di nervi

È un momento di nervosismo per i velisti, e gli effetti della bonaccia si fanno sentire... (nell'articolo tutti i link ai video del giorno girati a bordo)

A Fiumicino la tecnologia è di aiuto per migliorare la prestazione sportiva

A bordo delle barche presenti al Campionato Invernale di Roma un sistema GPS permette di analizzare la regata. Sabato la dimostrazione in aula, domenica torna la competizione

Partita la seconda manche del Campionato Invernale di Marina di Loano

Vento da Nord con 20 nodi alla partenza, progressivamente calato fino a 10 nodi all’arrivo, tanto sole e mare calmo per i 44 equipaggi iscritti al Campionato Invernale più frequentato della 1a Zona FIV

Tre Golfi 2023: dal 12 al 21 maggio dieci giorni di grande vela

Scatta il conto alla rovescia per la Tre Golfi Sailing Week e il Campionato Europeo Maxi con la penisola sorrentina ancora una volta protagonista dopo l'esaltante successo del 2022

The Ocean Race: GUYOT environnement - Team Europe primo all'Equatore

GUYOT environnement - Team Europe è stato il primo a tagliare la linea degli 0 gradi nord poco dopo le 2 del mattino UTC mentre cinque ore e mezza dopo è stato Team Malizia ad entrare a sud

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci