domenica, 24 gennaio 2021


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

laser    cambusa    america's cup    press    vendée globe    trofeo jules verne    porti    trasporto marittimo    fiv    guardia costiera    ambiente    yacht club costa smeralda    nomine    young azzurra   

VELA OLIMPICA

Da domani la vela "acrobatica" è di scena a Geelong

da domani la vela quot acrobatica quot 232 di scena geelong
redazione

L'intenso mese di febbraio per la vela olimpica prende il via lunedi 10 a Geelong (Australia del sud, stato del Victoria) con i tre campionati del mondo delle discipline acrobatiche (Skiff) 49er (maschile), 49er FX (femminile) e Nacra 17 (catamarano misto foiling). In gara 312 atleti da 32 nazioni, e una significativa presenza italiana: tre equipaggi negli FX femminili e due ciascuno nel 49er e Nacra 17, per un totale di 14 velisti azzurri (8 donne e 6 uomini).
 
PROGRAMMA 
Il programma del Mondiale di Geelong prevede per 49er (78 barche) e FX (44 barche) dal 10 al 12 febbraio tre giorni con regate di Qualifica e flotte divise in batterie (tre per i 49er, due per gli FX), quindi dal 13 al 15 altri tre giorni con regate di Finale (flotte Gold e Silver). I Nacra 17 invece, con 34 barche al via, correranno in flotta unica tutte le Qualifiche. Per tutte e tre le categorie, la finale sarà sabato 15 con le Medal Race tra i primi dieci delle rispettive classifiche, che assegnerà i titoli iridati e i podi. 
 
CAMPI DI REGATA
Sei i campi di regata possibili previsti dagli organizzatori, quattro proprio davanti alla città di Geelong, dal più settentrionale North Channel Course, al centrale Hopetoun Course, ai due più meridionali, Porward Wip Course e Stingaree Bay Course. Altri due campi sono più a largo, oltre Point Henry: Snake Island Course a Nord e Curlewis Course a Sud. Per il primo giorno sono previste tre prove per tutte le classi. I 49er maschili con inizio alle 11:00, FX e Nacra dopo le 13, ore locali.


PREVISIONI METEO 
Sarà un Mondiale acrobatico tendenzialmente ventoso. Domenica 9, giorno di vigilia, il vento ha soffiato a oltre 30 nodi, in continuo aumento nel corso della giornata. Per le regate di apertura lunedì 10 prevista ancora aria da Est da 16 a più di 20 nodi. Situazione che non sembra destinata a variare molto nei giorni seguenti, anche se il cielo alternando sole a nuvole e qualche pioggia, potrebbe provocare qualche modifica delle previsioni.
 
NACRA 17 (CATAMARANO MISTO FOILING) 
Il tecnico Gabriele Bruni guida un dream team. L'Italia difende il titolo conquistato ad Auckland da Vittorio Bissaro (Fiamme Azzurre) e Maelle Frascari (Aniene), a sua volta seguito a quello vinto nel 2018 ad Aarhus (Danimarca) da Ruggero Tita (Fiamme Gialle) e Caterina Marianna Banti (Aniene). 
 
La flotta al via di questo Mondiale è di sole 34 barche da 16 nazioni, ma il livello è altissimo e ci sono tutte le medaglie olimpiche in carica di Rio 2016: gli argentini Santiago Lange e Cecilia Carranza, gli australiani Jason Waterhouse e Lisa Darmanin, e gli austriaci Thomas Zajac e Barbara Mats. 
 
49er (DOPPIO ACROBATICO MASCHILE) 
Gli azzurri guidati dal tecnico Gianfranco Sibello sono Uberto Crivelli Visconti (Marina Militare) e Gianmarco Togni (Aniene), e l'inedita coppia Simone Ferrarese (CV Bari) e Leonardo Chistè (CV Arco), giovanissimo velista gardesano chiamato in sostituzione dell'infortunato Valerio Galati.
 
Flotta di 78 barche da 26 nazioni, batterie da 25 barche, fuoriclasse da battere i neozelandesi Peter Burling e Blair Tuke, mondiali in carica.

49er FX (DOPPIO ACROBATICO FEMMINILE) 
Con il tecnico Daniel Loperfido tre equipaggi giovani in crescita: Carlotta Omari (Fiamme Gialle) e Matilda Distefano (Triestina Vela); Margherita Porro (CV Arco) e Sveva Carraro (Aeronautica Militare); Alexandra Stalder (CN Bardolino) e Silvia Speri (FV Peschiera). 

La flotta di 44 barche sarà divisa in due batterie da 22, ci sono tutte le più forti, come le olandesi Annemiek Bekkering e Annette Duetz, iridate in carica, e l'oro olimpico di Rio 2018 Martine Grael e Kahena Kunze (BRA). Assenza eccellente quella delle kiwi Alex Maloney e Molly Meech (argento a Rio 2016), costrette al ritiro per la frattura del piede della timoniera in una scuffia in allenamento.
 
STAFF TECNICO 
A Geelong è presente anche il presidente federale Francesco Ettorre, e lo staff tecnico è guidato dal DT Michele Marchesini, con Gabriele Bruni (Nacra 17), Gianfranco Sibello (49er), Daniel Loperfido (49er FX), Luca Depedrini, Giacomo Cappè (fisioterapista), con la collaborazione del meteorologo neozelandese Roger Badham.

LA VIGILIA SECONDO IL DIRETTORE TECNICO MICHELE MARCHESINI 
 

"Vedo un clima abbastanza disteso, complice anche il vento forte che obbliga tutti a restare concentrati. Nel giorno della vigilia siamo usciti con tutte le classi la mattina presto, ed è stata una buona scelta perché nel pomeriggio il vento è arrivato a 35 nodi e molti team hanno dovuto annullare l'uscita.
Ci sono obiettivi diversi per ogni classe. Nel catamarano siamo i detentori del titolo, la voglia di tutti è di fare un altro ottimo Mondiale, e poi seguire il testa a testa, in un certo senso storico, tra due mostri sacri come sono i nostri equipaggi. Per le ragazze FX, che hanno in testa solo la regata di Genova, ultima qualifica olimpica di nazione, dentro o fuori, questo Mondiale è un altro indispensabile momento di esperienza, vista la loro giovane età, ogni regata è un bagaglio in più a questi livelli. Infine per il 49er maschile discorso analogo su Genova obiettivo unico, l'infortunio di Galati ha portato nella mischia un giovanissimo che vedremo all'opera."

 

GLI EQUIPAGGI ITALIANI IN GARA

CLASSE NACRA 17 (catamarano misto foiling)
Ruggero Tita (Fiamme Gialle), Caterina Marianna Banti (CC Aniene)
Vittorio Bissaro (Fiamme Azzurre), Maelle Frascari (CC Aniene)
 
CLASSE 49er (doppio acrobatico maschile)
Uberto Crivelli Visconti, Gianmarco Togni (Marina Militare) 
Simone Ferrarese (CV Bari), Leonardo Chistè (CV Arco)
 
CLASSE 49er FX (doppio acrobatico femminile)
Carlotta Omari (Fiamme Gialle), Matilda Distefano (Triestina Vela)
Margherita Porro (CV Arco), Sveva Carraro (Aeronautica Militare)
Alexandra Stalder (CN Bardolino), Silvia Speri (FV Peschiera)

 









I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Luna Rossa: salvi per il rotto della ...scuffia

Ma nonostante le apparenze la barca si è comportata bene. Contro Ineos annullata una prima regata che Luna Rossa stava conducendo e contro American Magic è stata una regata al buio per il mancato funzionamento del Racing Software

America's Cup: Patriot rientrerà solo per le semifinali

Le riparazioni del carbonio saranno effettuare in parte utilizzando boat builders locali per ricostruire i pannelli rovinati, in parte con lo shore team che si occuperà delle finiture

Vendée Globe: la roulette russa dell'Aliseo

Con l'evoluzione dell'anticiclone, sembra sempre più evidente che non sarà così facile e veloce per i leader collegarsi al treno a bassa pressione proveniente da ovest, con l'obiettivo di raggiungere alle Azzorre il SW favorevole

America's Cup: nuovo programma per le eliminatorie della Prada Cup

Qualora INEOS TEAM UK dovesse vincere la regata di sabato, la prova di domenica sarà ridondante in quanto sarà già il primo classificato dei gironi eliminatori e accederà direttamente alla finale della PRADA Cup

America's Cup: Ineos vince ma Luna Rossa ci ha provato

E’ stata una regata davvero spettacolare: la leadership è cambiata ben nove volte: un match race a 40 nodi con incroci ravvicinati, ingaggi, proteste. Tutto quello che si chiede a barche ed equipaggi dell’America’s Cup

America's Cup: in acqua con il terrore di una nuova scuffia

Nel caso una barca si ribalti durante una regata gli Umpires potranno fermare la prova subito dopo e il punto verrà assegnato all’avversario, senza aspettare che la barca riceva aiuti esterni

Young Azzurra si prepara per gli impegni sportivi del 2021

Il team sarà impegnato nella Youth Foiling World Cup e nel circuito di regate della Persico 69F Cup

Trofeo Jules Verne: timone rotto per Gitana 17 che fa rotta verso Cape Town

Non possiamo riparare un danno del genere in mare e non possiamo più usare il nostro timone. Lo abbiamo sollevato e ora stiamo navigando a babordo senza timone. Siamo al sicuro, ma non siamo in grado di andare veloce

Itama, grandi emozioni

Contatto diretto con il mare, look mediterraneo e nuove motorizzazioni rafforzano il rinnovamento della gamma Itama

Antonini Navi: UP40 Crossover prende forma!

Procede spedita la costruzione della prima unità UP40 di Antonini Navi, i cui lavori sono iniziati on spec i primi di dicembre scorso. La sua versione Crossover si migliora con una soluzione open dell’area poppiera, assecondando le richieste del mercato.

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci