domenica, 27 novembre 2022

RS AERO

Conclusa sul Garda Trentino la 2^ Regata Nazionale Open Skiff e RS Aero

conclusa sul garda trentino la regata nazionale open skiff rs aero
redazione

Soddisfazione al Circolo Vela Arco per la bella riuscita della 2^ regata Nazionale Open Skiff e RS Aero, che ha ospitato nel lungo week end (dal 23 al 25 aprile) bambini e ragazzi impegnati sul singolo Open Skiff e veliste-e di tutte le età sull’RS Aero. Il Garda Trentino ha riservato giornate tutto sommato discrete dal punto di vista meteo a dispetto delle previsioni molto incerte e il vento non è mancato, mantenendosi sempre medio-leggero così da non mettere in difficoltà la flotta dei più piccolini under 12, seppur agguerritissimi. Naturalmente soddisfazione da parte della classe nella persona del suo presidente Guido Sirolli, per aver superato per la prima volta i 100 partecipanti negli Open Skiff: una partecipazione carica di entusiasmo e, per alcuni, arrivata da lontano come la nutrita flotta della Sardegna, della Sicilia, e poi da Emilia Romagna e Marche, da Lazio, Campania e Toscana. Otto le prove portate a termine per tutti e distacchi abbastanza importanti nelle tre categorie under 12, under 15 e under 17 della classe giovanile FIV Open Skiff, soprattutto tra il primo e secondo classificato; di livello la presenza femminil, spesso nelle posizioni da podio. Così come tra i più giovani under 12 con la netta vittoria di Irene Cozzolino (CN Monte Procida), che ha lasciato 11 punti al secondo classificato, il siciliano Andrea Massaro ( Vela Club Palermo), primo nell’ultima prova e finito in parità di punteggio con il terzo, Antonio Catano Ugdulena. Tra i 56 under 15 successo del portacolori del circolo organizzatore Circolo Vela Arco Luca Franceschini, dominatore assoluto con 25 punti di distacco dal cagliaritano (Windsurfing Club Cagliari) Enrico Loi. Terza assoluta a soli due punti di distacco dal secondo, e prima femmina, Alice Prando, altra atleta del Circolo Vela Arco. Anche nella categoria superiore under 17 il Circolo Vela Arco ha piazzato una vittoria con Riccardo Michelotti sul gradino più alto del podio con 8 punti di vantaggio su Rebecca Orsetti (LNI San Benedetto del Tronto) e 11 sul cagliaritano Alessandro Dessy (Windsurfing Club Cagliari). Per tutti questi giovani velisti e veliste è stato emozionante prendere il largo con così tanti concorrenti: per molti è stata la prima regata nazionale con avversari provenienti da lontano. 

 

Insieme agli Open Skiff hanno regatato anche gli RS Aero, divertente singolo che aveva provato a spodestare-senza successo- il Laser come singolo olimpico, ma che ora trova molti appassionati. Tra gli RS Aero 5 vittoria di Matteo Lubrano Lavadera (LNI Procida), davanti a Filippo Michelotti della locale Lega Italiana di Riva del Garda; terzo gradino del podio per Francesco Esposito Di Marcantonio. Filippo Vincis della Lega Navale del Sulcis si è imposto negli RS Aero 7, mentre il presidente della classe Guido Sirolli (Tognazzi Marine Village), oltre a conquistare un ottimo quinto posto overall ha vinto tra gli over 55. Primo under 21 Davide Mulas (LNI SUlcis, settimo generale.

 

Il Garda Trentino si prepara ad ospitare dopo la seconda settimana di maggio tre eventi dall’alto valore tecnico/sportivo oltre che numerico. Sarà spettacolo alla Fraglia Vela Riva con i catamarani M32 che sfrecceranno tra le boe, mentre al Circolo Vela Torbole e al Circolo Vela Arco saranno ospitati 4-500 timonieri, che parteciperanno nello stesso periodo dal 12 al 15 maggio, all'Eurilca Europa Cup-2nd International Torbole Spring Cup. In successione sarà la volta degli Europei iQFoil, nuova classe olimpica delle tavole a vela per Parigi 2024, che avrà circa 300 riders al Circolo Surf Torbole e sul Garda Trentino, patria del windsurf fin dagli albori.

 


26/04/2022 13:08:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Invernale Traiano: Guardamago scopre le sue carte

L'Italia Yachts 11.98 di Massimo Romeo Piparo si rivela l'antagonista principale di Tevere Remo Mon Ile e passa a condurre in ORC. Soul Seeker e Sir Biss mantengono il primato in Crociera e Coastal

Roma: Genova The Grand Finale presentato al ministro Abodi

Alla presentazione presso il Salone d’Onore del Coni hanno partecipato le più importanti autorità istituzionali e sportive

Europeo ILCA, Hyères: giornata lunga con tre prove per donne e uomini

Ieri si sono disputate tutte le prove in programma (tre) che stanno dando una forma abbastanza delineata alle classifiche. Oggii in programma tre prove per le donne e due per gli uomini.

Buona la seconda al Campionato Autunnale della Laguna di Lignano Sabbiadoro

Dopo l'annullamento del primo appuntamento del 33° Campionato Autunnale della Laguna per condizioni meteo-marine avverse, la seconda domenica in programma non ha deluso le aspettative

Ambrogio Beccaria ci racconta la sua Route du Rhum

Impresa straordinaria di Beccaria che al suo esordio alla Route du Rhum e alla sua prima regata su “Alla Grande – Pirelli” ha conquistato il 2° posto in Class40 attraversando l’Atlantico in 14 giorni 7 ore 23 minuti

Hyères, Europeo ILCA 6/7: Chiavarini sesto e Benini Floriani quindicesima

ILCA 6 e ILCA 7 salutano la rassegna continentale transalpina con tanti spunti positivi e un appuntamento in territorio italiano per la prossima stagione dove il campionato si disputerà ad Andora

Come liberare in sicurezza una tartaruga

Animali marini catturati nella rete: da oggi esiste un protocollo operativo su come trattarli per liberarli limitando i danni

Protagonist 7.50: classifica tutta aperta all'Autunno Inverno Salodiano

La classifica generale vede al comando General Lee Ita 53 seguito ad un solo punto di distacco da Avec Plaisir Ita 19. Chiude in terza posizione Whisper Ita 50

Ma che bel Giro d'Italia hanno fatto Cecilia Zorzi e Aina Bauza!

Unico team completamente femminile in regata, Cecilia e Aina hanno lasciato il passo solo al mostro sacro Pietro D'Alì, che di Giri d'Italia ne ha macinati parecchi ai suoi tempi

Route du Rhum: penalizzato Roland Jourdain, la vittoria nella categoria Rhum Multi va a Loïc Escoffier

Nella barca di Jourdain la piombatura è risultata rotta ai controlli post regata e la conseguente penalità di 90' ha regalato la vittoria a Loïc Escoffier

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci