mercoledí, 10 febbraio 2016


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

guardia costiera    regate    vela a vela    meteo    primo cup    premi    vela olimpica    vele d'epoca    libri    mini 6.50    circoli velici    circolo vela gargnano    attualità    j24    manifestazioni   

REGATE

Cattivik - I'm Bad e Poquito protagonisti alla 1ª MetaEnergia Cup

cattivik bad poquito protagonisti alla 170 metaenergia cup
redazione

Si chiude con un record di presenze in mare e a terra la prima edizione della MetaEnergia Cup - Tadmor Challenge, regata d'altura aperta a tutte le classi. E' stata una vera festa del mare "tra la gente" che ha affollato il Tadmor Village, già dal giorno della sua inaugurazione, contando più di ventimila presenze in 3 giorni di manifestazione. Un successo per la città che nella figura del neo Sindaco Giulia Adamo ha dato linfa alle burocrazie che avevano rallentato le "procedure di partenza" di questa regata dai connotati Internazionali. Numerosi gli equipaggi arrivati da lontano, dall'Inghilterra al Principato di Monaco ed ogni parte d'Italia.

La presenza di Francesco de Angelis ha reso ancor più "tecnica" la regata in mare, con preziosi consigli nei briefing mattutini. Le condizioni meteo impegnative del primo giorno hanno fatto capire quanto questo specchio d'acqua è il campo naturale per le grandi sfide, rendendo ancora più interessante questa kermesse siciliana. I ragazzi con le tavole a vela (windsurf) e i "volanti" Kitesurf hanno condito la manifestazione con regate addirittura all'interno del porto .

A conti fatti una prima edizione che ha espresso contenuti tecnici in mare di alto livello, raccogliendo sotto un unica regia diverse tipologie di imbarcazioni, dai più "tirati" regate/crociera agli "amatoriali" gran/crociera che si sono confrontati anche in una splendida regata costiera tra le isole Egadi.

"Sono molto soddisfatto della riuscita di questa manifestazione - sono le parole di Giancarlo Montesano, Presidente di Fareambiente Marsala - voglio ringraziare tutte le autorità che ci hanno supportato con la loro professionalità, il Sindaco di Marsala, Giulia Adamo, vero balsamo della nostra iniziativa. I regatanti si sono divertiti in mare e a terra dandosi battaglia tra le boe e gareggiando con forchetta in mano davanti ad un piatto di pasta, ascoltando la musica di Radio Itac. Stiamo già pensando alla prossima edizione per trasmettere il nostro riconoscimento a chi ci è stato vicino e per coinvolgere coloro che da oggi sanno che non scherzavamo e che siamo in grado di offrire a tutti uno spettacolo interessante.

Voglio ancora una volta ringraziare ringraziare i miei collaboratori, Peppe Fornich esperto velista e titolare di Sails & Sailing, organizzazione che opera nel settore nautico specializzata nel charter a vela, Pietro Di Girolamo dello Studio P&G di Marsala, Giacomo Manzo, l'Architetto Sciacca, lo Yacht Club Marsala e i Fratelli della Costa Tavola di Marsala".

Meta Energia per il sociale: la presenza di Don Fortunato di Noto, ha permesso di approfondire le problematiche sulla pedofilia e di capire come possiamo essere utili in un mondo difficile da interpretare. www.associazionemeter.org/

In regata anche il Presidente della Società Velica di Barcolana e Grignano,Vincenzo Spina, ed un equipaggio di amici ad affermare il sodalizio che porterà un'imbarcazione di Marsalesi (con 1000 litri di Marsala nella stiva) alla 44^ edizione della Barcolana, la seconda domenica di ottobre.

Per la cronaca: il comitato di regata ha portato a termine lo svolgimento delle regate previste da programma, compresa la costiera all'interno dell'arcipelago delle Isole Egadi, una soddisfazione per la giuria e per i regatanti che hanno potuto apprezzare la bellezza di questo campo di regata.


12/06/2012 08:18:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

I Mini 650 invitati alla Giraglia Rolex Cup

Per i Mini 650 l'iscrizione sarà riservata agli equipaggi in doppio e la prova sarà valida per il Campionato Italiano della classe - ph. Carlo Borlenghi

Bob & Steve: la storia marinara di due vecchietti terribili

Nel luglio del 2015 hanno lasciato le coste della Norvegia tentando di attraversare l’Oceano Atlantico per tornare nel Maine ma sono ancora in Inghilterra dopo una serie infinita di SOS

Premiati i migliori velisti dell’Emilia – Romagna

I portacolori dell’Emilia Romagna sui campi di regata nazionali e internazionali premiati al Museo della Marineria di Cesenatico con Michele Zambelli e il vice presidente della Federazione Italiana Vela Francesco Ettorre

Lo “Start” 2016 del Circolo Vela Gargnano Lago di Garda

La nuova annata ricomincerà proprio con i giovani e il piccolo doppio inglese che dal 23 al 26 marzo, durante il ponte di Pasqua, darà vita al 1° EASTER MEETING

Vigne Surrau si conferma al comando del Circuito Zonale 2016 della Flotta Sarda J24

Le vittorie sono state firmate da Ita 431 Lega Navale Carloforte- Carloforte Sail Charter (timonato in questa seconda giornata non da Davide Gorgerino ma da Roberto Spinelli) e da Ita 405 Vigne Surrau

J24: La Superba sempre in testa al 41° Invernale di Anzio-Nettuno

Dopo la pausa per le festività la numerosissima Flotta J24 di Roma è scesa nuovamente in acqua per disputare una nuova manche del 41° Campionato Invernale di Anzio-Nettuno

Anzio: Blu Tango Blu domina la 7^ giornata, gli Half Ton inseguono

Blu tango Blu il First 40.7 di Roberto Rosa vince nettamente le due prove di giornata di 7,3 miglia e si porta in testa nella classifica generale IRC e ORC dopo sette regate ed uno scarto.

Monaco: partita la Primo Cup

Primo giorno di regate per il primo weekend della trentaduesima edizione della Primo Cup Trophée Credit Suisse allo Yacht Club de Monaco

32° Primo Cup – Trophée Credit Suisse: Day 3, gran finale

Domenica di vela impegnativa e gran finale per la flotta internazionale di 75 barche impegnate nel weekend inaugurale della Primo Cup – Trophée Cup Suisse 2016 allo Yacht Club de Monaco

Toscana: prima manifestazione nazionale dei comandanti di unità da diporto

Il lavoro deve marciare avanti alla burocrazia, fino a oggi i lavoratori marittimi sono stati inascoltati e ogni giorno perdiamo quattro o cinque comandanti che decidono di andare a lavorare all'estero

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci