giovedí, 27 febbraio 2020

PRESS

Baglietto: versione sportfisherman per il 43M Explorer

baglietto versione sportfisherman per il 43m explorer
redazione

Il Baglietto Explorer 43m firmato Santa Maria Magnolfi nasce con l’obiettivo di creare un vero Explorer Yacht capace di navigare in ogni mare nel massimo comfort e sicurezza. La progettazione della barca è quindi frutto di un’attenta analisi dalle esigenze funzionali legate ad un utilizzo 365 giorni l’anno, in qualsiasi tipo di clima, raccogliendo eredità stilistiche provenienti da diversi mondi: quello delle barche da lavoro, le imbarcazioni militari e, ovviamente, dallo yachting.

La parola d’ordine è flessibilità: a settembre il cantiere ha presentato il progetto che includeva una grande area di atterraggio elicotteri, questa versione è, invece, studiata per un Armatore che ama pescare o, magari, navigare nelle baie anche con una piccola barca a vela. Nuove idee per soddisfare richieste diverse.

 

Anche in questo modello, il ponte superiore, di ben 58mq, è integralmente dedicato all’armatore. Il salone d’ingresso può essere aperto a tutti o reso inaccessibile a seconda delle esigenze creando così un vero e proprio ponte privato. Unica in questa dimensione, la cabina armatoriale con vetrate su 3 lati e spettacolare vista panoramica a verso prua. In questa versione, lo spazio esterno su questo ponte è occupato dalla zona pranzo per 12 ospiti alle cui spalle trova posto l’alloggio dei tender: uno sportfisherman di 28’ oltre che un rescue tender di 6m posto. Si tratta di un’area estremamente versatile che può essere attrezzata, all’occorrenza, per feste o con semplici arredi rimanendo uno spazio totalmente gestibile a seconda delle esigenze. Un divano con vista panoramica è stato ricavato a prua.

Sul ponte principale, il grande salone a tutta larghezza con pianta pressoché quadrata e vetrate a murata a tutta altezza. Il salone è posto in comunicazione con la zona poppiera tramite il filtro di un giardino d’inverno, zona trattata come esterna ma chiusa da vetrate e climatizzata. Lo spazio è stato concepito anche come salone da utilizzare in navigazione con cattivo tempo poiché posto in posizione bassa e baricentrica e può anche essere utilizzato come tv room. Qui l’area di poppa è stata completamente ridisegnata: non dovendo più ospitare i tender, si è scelto di aprire lo specchio di poppa in modo da creare una zona conversazione coperta molto piacevole, utilizzabile sia di giorno che di sera, con vista panoramica e facile accesso al mare grazie ad un sistema transformer.

Il ponte inferiore offre 4 cabine ospiti. A poppa una cantina a temperatura ed umidità controllate ed una cella frigo espressamente dedicata alla conservazione del pesce.

 

Gli spazi interni sono scanditi da finestrature ampie e luminose che permettono una perfetta interazione con l’ambiente circostante. Elementi verticali in finitura metallica conferiscono senso di sicurezza e solidità anche all’interno dell’imbarcazione e, alternandosi alle tonalità dei materiali naturali, fanno da sfondo ad oggetti provenienti da paesi lontani che, come in un diario di bordo, raccontano storie sempre diverse. Una narrazione continua, dove differenti esperienze si fondono in un unico ambiente; marmi italiani e legni esotici si completano con antiche stuoie marocchine e sete indiane; ampie vetrine e generosi piani d’appoggio sono appositamente studiati per accogliere oggetti preziosi collezionati in ogni mare. Tutti gli ambienti sono studiati nei minimi dettagli e pensati per accompagnare gli ospiti in lunghi viaggi, nelle più disparate condizioni climatiche, senza dover scendere a compromessi e garantendo loro il massimo comfort a bordo.

Una scala esterna conduce al ponte sole, vera e propria zona di osservazione, arredata con divani e prendisole, ma con un look volutamente più essenziale, senza teak, ma con coperta verniciata tipico di rompighiaccio o vere barche da lavoro. Su questo ponte un cassero disegnato utilizzando strutture tubolari di estrazione quasi militare ma riviste nei disegni e nelle finiture, funge da piattaforma elevatrice creando per l’armatore e per i suoi ospiti un punto di avvistamento da cui avvistare balene o semplicemente godere del panorama.

A bordo ospiti ed equipaggio godono su tutti i ponti di scale dedicate e percorsi separati. L’equipaggio può usufruire di 3 uscite dirette, una a murata sul main deck, una a prua nella zona ancora ed una sul ponte comando. Su quest’ultimo la grande timoneria (36mq) con alette al chiuso e consolle walk-around regala spazi ideali alla navigazione a lungo raggio, mentre la finitura vetrata del volume permette una visibilità unica e viste suggestive.

La zona equipaggio sviluppata su due ponti offre diverse zone che permettano di stare a lungo lontani dai porti come grandi storage, zone frigo e lavanderia.

 

 


13/06/2019 17:00:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

RS Aero, arriva in Italia il primo circuito di regate "RS Fun Club Contest"

Quattro tappe fra Ostia, Arco e Maccagno per la nuova deriva in singolo adatta a giovani ed adulti

Soldini e Maserati pronti per la RORC Caribbean 600

Giovanni Soldini e Maserati Multi 70 sono arrivati ad Antigua, nei Caraibi, pronti per la 12a edizione della RORC Caribbean 600, che partirà il 24 febbraio alle 11.30 ora locale

Ancora tre mondiali di vela olimpica in Australia

Questa volta è il turno dei windsurf RS:X maschili (75 concorrenti) e femminili (47 concorrenti), a Sorrento (Victoria). A Melbourne il singolo femminile Laser Radial

Giancarlo Pedote: il sogno Vendée Globe si avvicina

Questo 2020 sarà per Giancarlo Pedote sicuramente un anno impegnativo e cruciale. L’ 8 novembre prossimo partirà da Les Sables d’ Olonne il tanto anelato Vendée Globe, giro del mondo senza scalo e senza assistenza

Concluso il raduno federale Mach Race a Torre del Greco

Dal 14 al 19 febbraio si è svolto il raduno federale Match Race a Torre del Greco presso il Centro Federale Zonale del Comitato V Zona FIV a bordo delle imbarcazioni RS 21, simili a quelle che saranno utilizzate al mondiale giovanile

Mondiale RSX: Mattia Camboni parte bene

Ottimo avvio per l'azzurro Mattia Camboni (Fiamme Azzurre), primo nella ranking mondiale stagionale e campione europeo 2018, che dopo le prime tre prove nelle quali è stato molto regolare, è al 5° posto (4-4-5 di giornata)

Invernale Argentario: guida sempre Iemanja di Piero De Pirro

Sole e vento leggero (6 nodi) da Ovest hanno caratterizzato questa domenica di febbraio nella quale è stata disputata una sola prova

Fine settimana con cinque prove al Campionato invernale di Anzio e Nettuno

Dopo una domenica senza regate per mancanza di vento, sabato 15 e domenica 16 febbraio il Campionato invernale di Anzio e Nettuno ha ripreso il via con cinque prove disputate per J24 e Platu 25 e due prove per l’Altura

Le chiusure autostradali sul "Tronco 1" penalizzano l'industria nautica del Nord Ovest

I gravi disagi che interessano le infrastrutture stradali del Nord Ovest del Paese stanno mettendo in ginocchio l’industria nautica e le infrastrutture del territorio ligure che ne sono il naturale sbocco al mare

Grande successo di partecipazione dei J24 alla clinic con Andrea Casale a Marina di Carrara

Con un grande successo di partecipazione si è conclusa presso le sale del Club Nautico Marina di Carrara la clinic sulla preparazione della barca pre-regata curata dal pluricampione iridato J24 Andrea Casale

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci