martedí, 24 novembre 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

vendee globe    fincantieri    windsurf    ambiente    giancarlo pedote    solidarietà    manifestazioni    emirates team new zealand    j24    america's cup   

OPTIMIST

Alla Fraglia Vela Riva l'organizzazione del Mondiale Optimist 2021

alla fraglia vela riva organizzazione del mondiale optimist 2021
redazione

Con un voto a larghissima maggioranza (43 favorevoli e 2 contrari) il Council della International Optimist Dinghy Association ha confermato Riva del Garda, e di conseguenza la locale Fraglia Vela, come ospiti del Campionato del Mondo Optimist 2021, in programma tra il 30 giugno e il 10 luglio del prossimo anno.

Già assegnatario del Mondiale Optimist 2020, il sodalizio benacense si era visto costretto dapprima a rinviare, quindi a cancellare l'evento a causa dell'emergenza Covid-19: troppe le rappresentative che, lo scorso luglio, non avrebbero potuto raggiungere la località gardesana a causa delle rispettive restrizioni sanitarie.

Da subito la Fraglia Vela Riva aveva chiesto di essere confermata quale organizzatrice dell'importante manifestazione sportiva, ma a rendere possibile la nuova assegnazione è stata la proposta della Federazione Vela Turca che, agendo di propria iniziativa, ha rinunciato ad organizzare il Campionato del Mondo in programma a Bodrum nel 2021 e ha chiesto di poterlo ospitare nel 2022.
 
"Sono state settimane intense, ma finalmente possiamo dirci soddisfatti di essere stati nuovamente indicati come organizzatori del Mondiale Optimist 2021, una manifestazione cui teniamo particolarmente sia per il prestigio della stessa, sia per la tradizione che, grazie al Meeting del Garda, lega la Fraglia Vela Riva all'universo Optimist - commenta il presidente della Fraglia Vela Riva, Alfredo Vivaldelli - Il risultato del voto espresso dal Council della IODA la dice lunga sul favore del quale abbiamo goduto come circolo organizzatore: un risultato che ci rende orgogliosi, reso possibile anche dall'appoggio che abbiamo ricevuto da parte della Federazione Italiana Vela e dell'Associazione Italiana Classe Optimist".

 

 









I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Vendée Globe: ancora non chiari i problemi di Hugo Boss; acqua a bordo (risolta) per Pedote

Hugo Boss procede lentamente e gli ingegneri sperano di poter riparare il danno in corsa. Per Pedote un'infiltrazione d'acqua dovuta ad una trappa del ballast

America's Cup: New Zealand presenta in nuovo AC75 "Te Rehutai"

Sarà lo scafo che scenderà in acqua per difendere l'America's Cup. Il nome scelto come sempre dall'Associazione per la cultura maori Ngāti Whātua Ōrākei

Vendée Globe: in serata Equatore per Pedote

Giancarlo sta finalmente navigando negli Alisei, dirigendosi ad alta velocità verso l'Equatore grazie ad una situazione metereologica molto particolare: una zona di convergenza intertropicale quasi inesistente

Ripartito! Per Jérémie Beyou un nuovo Vendée Globe tutto da scoprire

Alex Thomson è entrato nel Pot au Noir seguito da Thomas Ruyant che sta recuperando. Riparte Jérémie Beyou mentre Nico Troussel si avvia mestamente verso Capo Verde

Vendée Globe: Thomson si ferma per tentare la riparazione

Guai grandi e piccoli per tutta la flotta. Anche il leader, Thomas Ruyant è dovuto salire in testa d'albero

Vendée Globe: Thomas Ruyant al 2° posto davanti a Jean Le Cam

Alex Thomson continua a guidare la corsa e questa mattina dovrebbe entrare nella zona del Pot au Noir con poco vento, temporali e grossa variabilità

America's Cup: primi bordi per New Zealand

Bene le prime prove in acqua, la barca vola e il Team è molto soddisfatto

Vendée Globe: Thomson conquista l'Equatore, ma Ruyant incalza a 7 miglia

L’aggiornamento di questa mattina ci regala un duello serrato con gli immediati inseguitori, perché Thomas Ruyant è a sole 7.8 miglia da Alex Thomson e Charlie Dalin a 36.1 miglia (alle ore 10:30)

Il Vendée Globe e i suoi piccoli amici

Alex Thomson è sempre in testa e Jean Le Cam scivola in 4a posizione. A bordo con i solitari anche tanti piccoli amici che impareremo a conoscere

Vendèe Globe: match race tra Dalin e Ruyant verso l'Indiano

Per Pedote un 13° posto nel gruppo degli inseguitori. Un controllo alla barca rivela che è assolutamente pronta per il Grande Sud (foto on board Prysmian Group)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci